Novembre 1, 2020

GRAN PREMIO DEGLI STATI UNITI

Prove libere F1 Messico della Scuderia Toro Rosso

29 OTTOBRE 2019

Da Città del Messico ad Austin, torneremo presto in pista … è di nuovo la settimana della gara, subito!

Anteprima Gran Premio degli Stati Uniti 2019 di Scuderia Toro Rosso
Anteprima del Gran Premio degli Stati Uniti 2019 con Daniil Kvyat Scuderia Toro Rosso

Daniil Kvyat :

“Il Circuit of the Americas è un’altra traccia che è abbastanza interessante sotto molti aspetti. Le varie sezioni hanno caratteristiche diverse: la prima è veloce con quell’interessante prima curva dopo la partenza, che presenta un cambiamento significativo di altitudine! Ci sono anche alcune essenze molto veloci e rettilinei lunghi che si combinano per farti correre altre auto. La parte finale è un po ‘più tortuosa, con alcune curve più lente, il che la rende interessante perché presenta una sfida quando si tratta di trovare il miglior assetto dell’auto e il giusto livello di deportanza, quindi c’è un po’ di tutto su questo circuito . Alcune curve hanno diverse linee che puoi prendere, poiché la pista è molto ampia.Ad esempio, alla curva 1, ha un ampio ingresso che è una buona opportunità di sorpasso e abbiamo visto alcuni duelli interessanti lì in passato. Nel complesso, questo è un bel posto dove andare a correre, c’è una buona atmosfera dai fan in pista e penso che tutti i piloti apprezzino la stessa città di Austin, quindi ci piace andare lì. Lo sport sta crescendo negli Stati in cui le corse automobilistiche in generale sono molto popolari e sembrano passare gradualmente alla Formula 1. Certo, gli Stati Uniti sono un mercato molto importante per il nostro sport. “

Anteprima Gran Premio degli Stati Uniti 2019 con Pierre Gasly Scuderia Toro Rosso

Pierre Gasly :

“L’anno scorso è stata la prima volta che ho corso ad Austin. Nel 2017 l’ho perso perché dovevo gareggiare nell’ultima fase della Super Formula giapponese nello stesso fine settimana, perché avevo la possibilità di vincere il titolo, ma la gara è stata annullata a causa del maltempo. Prima di allora, ero stato ad Austin un paio di volte come terzo pilota e mi è sempre piaciuto perché è davvero un bellissimo circuito. Adoro le “esses” di Suzuka e tu hai una sezione simile qui, anche se con un po ‘più di run-off e l’intera prima sezione è molto scorrevole, con curve di sesta e settima marcia. È così veloce in un’auto di Formula 1 – davvero emozionante. Ci sono anche alcuni rettilinei e tratti lenti, con opportunità di sorpasso, come ad esempio alla prima curva, che è piuttosto singolare in quanto si sta frenando in salita e l’ingresso si apre davvero. È una frenata strana risalire una collina così ripida e all’inizio sembra strano, poiché non riesci a vedere l’apice e quindi devi sapere esattamente dove e come girare per colpire l’apice. E nella sezione veloce è necessario ottenere la prima curva a destra in quanto influisce su tutti quelli che seguono. Nella parte lenta, è molto tecnico con punti di frenata difficili quando hai bisogno di molti input di sterzo, come la curva 15, dove vedi molti piloti bloccarsi, poiché devi frenare effettivamente in curva. Ci sono due o tre opportunità di sorpasso. Ricordo che l’anno scorso abbiamo avuto un po ‘di pioggia e, in generale, il tempo sembra difficile da prevedere, quindi vediamo cosa abbiamo ottenuto questa volta. Inoltre, il posto ha una tipica atmosfera texana e americana con un senso di uno spettacolo al riguardo e Austin stessa è una città che mi piace molto.In effetti, ho qualche famiglia lì e di solito troviamo il tempo di vederli. Quindi, nel complesso, è un fine settimana fantastico, sia dentro che fuori pista con una bella atmosfera. Faremo del nostro meglio per ottenere un buon risultato per completare il nostro viaggio in Nord America. ”