Settembre 20, 2020

I clienti i20 R5 si aggiudicano il podio del Monza Rally Show

  • L’equipaggio della WRC Dani Sordo e Carlos del Barrio hanno concluso al secondo posto assoluto al Monza Rally Show in una Hyundai i20 R5, con il team di clienti Andrea Nucita e Mattia Nicastri al terzo posto
  • La superba corsa di Nucita gli ha dato la vittoria nel concorso Hyundai i20 R5 Trophy e il primo premio di € 10.000 da Hyundai Motorsport Customer Racing
  • Cinque i20 R5 hanno terminato nella top ten, con gli uomini della WRC Craig Breen e Andreas Mikkelsen quinti e sesti davanti a Andrea Mabellini al nono posto in seconda posizione nella classifica dei trofei.

Monza, Italia,

Gli equipaggi della Hyundai i20 R5 sono saliti su due gradini del podio del Monza Rally Show 2019. Il pilota del WRC Dani Sordo ha chiuso al secondo posto assoluto, proprio davanti all’italiano Andrea Nucita, il cui superbo terzo posto si è assicurato il primo premio nel Trofeo Hyundai i20 R5 per i team clienti dell’evento.



L’eccellente prestazione di Nucita lo ha inserito tra i piloti ufficiali Hyundai Motorsport iscritti – Sordo, Andreas Mikkelsen e Craig Breen – fin dall’inizio. Tutti erano in competizione per la vittoria generale nella classe R5, che per il 2019 ha costituito la categoria principale nel weekend di Monza.

Nella classifica finale cinque vetture Hyundai sono state tra le prime dieci in assoluto, a dimostrazione sia della potenza del motore da 1,6 litri sui famosi rettilinei di Monza, ma anche della maneggevolezza e dell’equilibrio attraverso le strette, tecniche chicanes e forcine che formano un importante parte delle fasi dello spettacolo.

In un’auto gestita da Rally Bernini, Nucita è stata la più veloce tra i sette clienti i20 R5 che hanno partecipato all’evento Trophy. Lui e il co-pilota Mattia Nicastri hanno terminato la giornata inaugurale correndo al secondo posto assoluto – un punto davanti a Sordo. La coppia ha scambiato le posizioni durante le tappe di sabato, Sordo ha tenuto il comando generale dopo la SS5 prima di raggiungere la sosta notturna al secondo posto.

La battaglia di Hyundai è proseguita nei due test per chiudere la manifestazione domenica. Mikkelsen ha preso il miglior tempo sulla penultima tappa, mentre Sordo è rimasto secondo davanti a Nucita in classifica generale, nonostante quest’ultimo abbia ricevuto una penalità di cinque secondi durante la notte per aver tagliato uno dei marcatori di chicane.



I migliori equipaggi hanno mantenuto il loro posto nella breve fase finale per Sordo e Nucita per assicurarsi le loro posizioni sul podio. Breen ha completato i primi cinque in classifica generale, con Mikkelsen al sesto posto nel suo primo evento con l’i20 R5.

Per la vittoria nel Trofeo Nucita ha vinto il primo premio di € 10.000. Nono assoluto, secondo posto nel Trofeo e € 5.000 sono andati ad Andrea Mabellini in un altro dei quattro Bernini che hanno preparato Hyundai in mostra. Lui e il co-pilota Virginia Lenzi hanno completato il loro weekend con il miglior tempo dei corridori i20 R5 nella fase finale. 

Il terzo posto tra i clienti Hyundai, nella sua seconda uscita competitiva su un’auto R5, è andato a Josh McErlean al suo debutto al Monza Rally Show. I piloti Davide Riccio e Massimo Brega – che hanno completato il quartetto del Bernini Rally – sono arrivati ​​quarto e quinto per essere premiati con quattro pneumatici Pirelli, che hanno collaborato con Hyundai Motorsport Customer Racing per il fine settimana.

Andrew Johns, Associato alle vendite senior di Hyundai Motorsport, Racing Racing, ha dichiarato: “Ancora una volta il Trofeo Hyundai i20 R5 al Monza Rally Show è stato un enorme successo e un affare molto competitivo per tutti gli equipaggi coinvolti. Nucita è stata incredibilmente veloce per tutto il fine settimana e merita pienamente il premio per la vittoria. In un campo R5 così ampio e competitivo, finire con cinque i20 R5 tra i primi posti è davvero bello da vedere, specialmente in un tale mix di auto dei clienti e dei nostri piloti WRC. Uno degli obiettivi chiave del progetto i20 R5 è sempre stato quello di avere un’auto da cui chiunque potesse ottenere il meglio, e i risultati finali di questo fine settimana sono la prova clamorosa di un obiettivo raggiunto. ”