Ottobre 23, 2020

SEAT riceve il premio Azienda dell’anno al CES 2020

  • AUTO BILD e COMPUTER BILD identificano i progetti sostenibili e orientati al futuro del marchio
  • Il premio Connected Car è stato consegnato al CES 2020 di Las Vegas
  • Il concetto di sostenibilità di SEAT fissa le linee guida nell’industria e le tendenze per la mobilità urbana del futuro

Verona, 17/01/2020. Dopo essersi aggiudicata il premio nella categoria Pioneer due anni fa, gli editori di AUTO BILD e COMPUTER BILD hanno premiato nuovamente SEAT con il rinomato Connected Car Award. La marca spagnola ha ricevuto il riconoscimento di Azienda dell’Anno 2019 nel contesto del Consumer Electronics Show (CES) 2020 celebrato nei giorni scorsi a Las Vegas, negli Stati Uniti.

Il premio, che riconosce i progetti di sostenibilità e mobilità urbana di SEAT, è stato consegnato da Stephan Fritz, Direttore Generale del Gruppo AUTO BILD, a Sebastian Grams (CIO di SEAT) e a Paqui Lizana, Responsabile Prodotti e Servizi Digitali di SEAT.

“Il nostro impegno per la mobilità sostenibile inizia in casa e per questo stiamo lavorando a pieno ritmo per rendere la nostra sede di Martorell uno stabilimento 100% intelligente. Abbiamo testato i droni per la consegna di componenti e contiamo su un servizio di bus-on-demand e di bike sharing per ridurre il nostro impatto dal punto di vista delle emissioni di carbonio e contribuire alla sostenibilità e all’efficienza delle nostre installazioni” ha affermato Dr. Christian Vollmer, Vicepresidente Produzione e Logistica di SEAT.

Innovazione e sostenibilità, di pari passo

SEAT è focalizzata su un concetto olistico di mobilità individuale in un contesto urbano futuro, mettendolo concretamente a disposizione dei propri collaboratori di Martorell in forma gratuita. Nello specifico, i collaboratori di SEAT che lavorano a Martorell possono, per esempio, affittare biciclette per spostarsi all’interno dello stabilimento. Per rendere possibile ciò, SEAT collabora con il servizio di bike sharing Mobike, che offre 100 biciclette da affittare. Oltre 2.000 persone si sono già avvalse di questo servizio per realizzare oltre 4.700 spostamenti.

Per i tragitti interni più lunghi, i collaboratori hanno a disposizione un servizio di bus-on-demand utilizzabile tramite l’app ByBus. Ci sono diverse SEAT Alhambra dedicate al trasporto dei collaboratori nella sede dell’Azienda. Basta che l’utente faccia richiesta del servizio con 10 minuti di anticipo, indicando la propria ubicazione, la destinazione e il numero di passeggeri. Dopodiché, un autista li fa salire a bordo alla fermata più vicina e li accompagna a destinazione. Oltre 3.000 persone si sono avvalse del servizio nelle prime settimane dalla sua entrata in vigore.

Consegna di componenti via drone: rapidità e basse emissioni

Lo stabilimento di Martorell è stato il primo sito produttivo in Spagna in cui siano state realizzate prove di consegna di pezzi di assemblaggio via drone. Durante le prove pilota, i droni coprivano una distanza di circa due km, dal fornitore allo stabilimento SEAT, in soli 15 minuti, contro i 90 minuti necessari per la consegna con camion. Questa connessione, più rapida e orientata alla domanda, comporta un incremento dal punto di vista di efficienza, flessibilità e sostenibilità di SEAT Martorell, poiché i droni non comportano emissioni di CO2 e, per la ricarica delle batterie, vengono utilizzate energie rinnovabili.

SEAT e IBM trasformano la mobilità urbana del futuro

SEAT sta lavorando anche a soluzioni di mobilità per le aree metropolitane e ha in essere un accordo con IBM per spingere il progetto. Basandosi sull’intelligenza artificiale (AI) di IBM, chiamata Watson, SEAT sta sviluppando un’applicazione mobile di informazione sul traffico, il “Mobility Advisor”, che permetterà agli utenti di scegliere la miglior opzione di trasporto, che sia in auto, moto, bicicletta o trasporto pubblico.

Grazie all’apprendimento automatico di Watson, l’assessore alla mobilità potrà conoscere le preferenze degli utenti e offrire loro raccomandazioni personalizzate. Il sistema sarà connesso al cloud di IBM e si adatterà dinamicamente alle condizioni mutevoli, tenendo in considerazione il meteo, il traffico e gli accadimenti non ordinari. Inoltre, sarà possibile integrare le informazioni relative al calendario degli utenti e le scelte pregresse per suggerire la miglior opzione di trasporto in ogni momento, incluso quando si tratta di trovare parcheggio, camminare o salire su un monopattino elettrico.

Il premio Connected Car viene consegnato annualmente alle migliori innovazioni nell’ambito di auto connessa. Quest’anno si è celebrata la sua settima edizione e i lettori di AUTO BILD e COMPUTER BILD hanno elettro i vincitori di otto diverse categorie, mentre due team editoriali hanno decretato i vincitori dei premi Pioneer ed Editorial.

Integrata nel Gruppo Volkswagen, la multinazionale con sede a Martorell (Barcellona), esporta l’80% delle proprie auto ed è presente in più di 80 Paesi dei cinque continenti. Nel 2019, SEAT ha registrato un totale di 574.100 vetture vendute.

Il Gruppo SEAT conta oltre 15.000 dipendenti e ha tre siti produttivi a Barcellona, El Prat de Llobregat e Martorell, dove si producono i modelli di successo Ibiza, Arona e Leon. Inoltre, l’Azienda produce Ateca in Repubblica Ceca, Tarraco in Germania, Alhambra in Portogallo e Mii electric in Slovacchia.

La multinazionale spagnola ha inoltre un Centro Tecnico che si configura come un knowledge hub e che accoglie 1.000 ingegneri orientati a promuovere l’innovazione del primo investitore industriale in materia di R&D della Spagna. La SEAT offre le ultime tecnologie in ambito di connettività a bordo della propria gamma ed è immersa in un processo di digitalizzazione globale dell’Azienda finalizzata a promuovere la mobilità del futuro.