5 Aprile, 2020

“Super Sim Saturday”: MOTUL BMW M8 GTE vince a Sebring – Sette BMW Z4 GT3 in apertura di stagione sul Nordschleife.

“Super Sim Saturday”, che ha caratterizzato tre importanti eventi di corse sim, è stato un successo per i piloti BMW.

Monaco. “Super Sim Saturday”, che ha caratterizzato tre importanti eventi di corse sim, è stato un successo per i piloti BMW. Nella gara “IMSA Sebring SuperSaturday”, Bruno Spengler (CAN), Nick Catsburg (NED) e Jesse Krohn (FIN) si sono aggiudicati uno-due-tre nella virtuale MOTUL BMW M8 GTE. Nella seconda messa in scena di “THE RACE All-Stars Esports Battle”, Philipp Eng (AUT) e Maximilian Günther (GER) hanno prodotto spettacoli impressionanti per progredire verso la “Grand Final”. Nel frattempo, Martin Tomczyk, Jens Klingmann (entrambi GER), Dan Harper (GBR) e Neil Verhagen (USA) si sono messi in fila nella BMW Z4 GT3, sfoggiando una speciale livrea “#STAYHOME” all’apriporta digitale della serie Nürburgring Endurance .

“IMSA Sebring SuperSaturday”: uno-due-tre per la BMW M8 GTE.

Dopo che la MOTUL BMW M8 GTE ha ottenuto la vittoria sulla vera pista alla 24 Ore di Daytona (USA) a gennaio, è stata la volta della versione virtuale dell’auto a riscuotere successo al “Sebring International Raceway”. Bruno Spengler ha vinto la gara di 90 minuti sulla piattaforma di corse sim iRacing, seguito da Nick Catsburg e Jesse Krohn. Le tre macchine portavano l’hashtag #STAYHOME. In totale, la griglia includeva 20 BMW M8 GTE sebbene il pilota del Team BMW RLL Colton Herta (USA) non sia stato in grado di avviarsi a causa di un problema tecnico. La pole position è andata al pilota della BMW M Customer Racing, Robby Foley (USA), la cui BMW M8 GTE portava la livrea Turner Motorsport. Non è riuscito a finire la gara.

“THE RACE All-Stars Esports Battle”: entrambe le BMW lavorano piloti in finale.

I piloti della BMW, Philipp Eng e Maximilian Günther, sono rimasti entrambi colpiti dalla seconda messa in scena di “THE RACE All-Stars Esports Battle”, che si è svolta questa volta sul circuito virtuale del Grand Prix a Indianapolis (USA). Hanno concluso terzo e quinto in una delle due gare di qualificazione per piloti professionisti. Questo è stato abbastanza buono per vederli qualificarsi direttamente per il “Grand Final”, che ha caratterizzato i migliori piloti professionisti e piloti di sim. Günther tornato a casa il 10 ° in finale. Eng è stato anche sulla buona strada per una top-10 per gran parte della gara, ma è tornato al 13 ° dopo aver ricevuto un rigore.

NLS: Sette BMW Z4 GT3 all’apriporta virtuale.

La prima gara di “Super Sim Saturday” è stata anche la fase di apertura virtuale della Nürburgring Endurance Series. La gara di quattro ore sul Nordschleife ha caratterizzato un campo di oltre 50 auto, tra cui sette BMW Z4 GT3. Tra quelli in azione c’erano i piloti delle opere BMW Martin Tomczyk e Jens Klingmann (entrambi GER), nonché i membri del BMW Junior Team Dan Harper (GBR) e Neil Verhagen (USA). Stavano tutti facendo il loro debutto su un’auto GT3 in una grande gara di sim e si sono comportati bene contro una forte schiera di piloti di sim. Tomczyk e Klingmann hanno chiuso al 12 ° posto , mentre Harper e Verhagen sono tornati a casa il 17 ° . Le due BMW Z4 GT3 sfoggiavano un design speciale, con l’hashtag #STAYHOME.

Reazioni a “Super Sim Saturday”:

Bruno Spengler (BMW Team Red, # 25 MOTUL BMW M8 GTE, 1 ° posto): “Ho avuto la pelle d’oca mentre attraversavo il traguardo. Sono contento della vittoria, poiché è stata una gara davvero dura. Nicky è stato molto veloce e mi ha messo sotto pressione per tutto il tempo. In generale, devo dire che il sim racing è davvero impegnativo. Ho il massimo rispetto per i professionisti. Grazie mille all’IMSA per aver organizzato un evento così grande in tempi così difficili. ”

Nick Catsburg (BMW Team Red, # 26 MOTUL BMW M8 GTE, 2 ° posto): “La gara è stata davvero molto intensa. Mi sentivo come se fossi in una vera gara IMSA. Forse ero anche un po ‘più nervoso prima delle qualifiche. Nonostante ciò, mi è davvero piaciuto. Sfortunatamente, ho fatto un piccolo errore che ha permesso a Bruno di superarmi. Tuttavia, è stato estremamente veloce e meritava pienamente di vincere. “

Jesse Krohn (BMW Team Black, # 24 MOTUL BMW M8 GTE, 3 ° posto): “Sono contento dei forti display dei piloti BMW e per i fan: almeno siamo stati in grado di organizzare un bello spettacolo virtuale per loro a Sebring. Grazie a iRacing e IMSA per questo evento. ”

Maximilian Günther, 10 ° posto: “È stata una serata molto buona per me. Sono molto contento della mia prestazione e dei risultati in un campo di così alto livello. Sono ancora un principiante quando si tratta di sim racing. Tuttavia, le gare mi hanno fatto venire fame di più. In questi tempi, offrono l’occasione perfetta per rimanere in modalità gara. “

Philipp Eng, 13 ° posto: “La gara è stata molto divertente. Ho avuto un buon ritmo in finale, ma sfortunatamente sono uscito dalla top ten a causa di un rigore. La distrazione che deriva dalla possibilità di correre da casa è estremamente preziosa. “

Jens Klingmann (# 112 BMW Z4 GT3, 12 ° posto): “Sono molto contento del mio debutto in sim racing. Praticamente tutto era nuovo per me e lo standard è estremamente alto nelle corse di sim. Alla luce di tutto ciò, penso che il 12 ° posto sia un buon risultato. Martin Tomczyk è stato un ottimo compagno di squadra, con il quale sarò felice di guidare a fianco più spesso da ora in poi. La corsa al sim è davvero la migliore alternativa possibile per noi piloti nella situazione attuale – e per i fan, che vorrei ringraziare per l’interesse dimostrato per la nostra gara virtuale “.

Martin Tomczyk (# 112 BMW Z4 GT3, 12 ° posto): “È fantastico andare di nuovo a correre! Anche se è stato un evento virtuale, ha davvero imposto il mio polso da pilota. Lo standard della competizione è incredibilmente alto e le corse sono sorprendentemente vicine alla realtà. Tenendo presente che questa è stata la nostra prima gara insieme, ha funzionato bene con Jens Klingmann e me. Abbiamo avuto alcuni piccoli problemi di dentizione, anche con la quantità di carburante, che alla fine ci è costata un risultato tra i primi dieci. Tutto sommato, comunque, è stato molto divertente. ”

Neil Verhagen (# 113 BMW Z4 GT3, 17 ° posto): “È stata un’esperienza davvero emozionante con una curva di apprendimento estremamente ripida. Sfortunatamente, lo strano errore qui o là ci ha costato tempo, cosa che alla fine è stata mostrata nel risultato. Tuttavia, Dan ed io abbiamo acquisito molta esperienza, che ci aiuterà nella prossima gara di simulazione e, si spera, nella prima vera gara sul Nordschleife. ”

Dan Harper (# 113 BMW Z4 GT3, 17 ° posto): “È stato un duro lavoro, ma anche molto divertente. Abbiamo avuto alcuni incidenti minori in pista e abbiamo anche perso un bel po ‘di terreno nella pit lane a causa di penalità di tempo. Tuttavia, il nostro ritmo è stato piuttosto buono. Penso che potremmo puntare ad un risultato tra i primi 10, se fossimo in grado di ricominciare la gara ed evitare alcuni dei nostri errori di guida. In quanto tale, non vedo davvero l’ora della prossima gara. Penso che, con l’esperienza che abbiamo acquisito, faremo molto meglio “.