Ottobre 29, 2020

Video home story con Maximilian Günther: “Ricarico le batterie a casa in montagna”.

Per celebrare la pubblicazione della sua storia familiare, in un’intervista Maximilian Günther parla della Formula E virtuale, delle corse sim in generale, della sua stagione fino ad oggi e di come sta affrontando la situazione attuale.

Monaco. Maximilian Günther (GER) sta contendendo la sua prima stagione per la BMW i Andretti Motorsport nel campionato ABB FIA Formula E. Il 22enne, nato e cresciuto nella regione bavarese dell’Algovia, dove vive ancora oggi, è partito alla grande con una vittoria e un secondo posto nelle prime cinque gare. Günther è il più giovane vincitore di Formula E di sempre. Questo fine settimana lui e il suo compagno di squadra Alexander Sims (GBR) gareggeranno nella Formula E digitale, offrendo l’occasione perfetta per introdurlo in una storia di video home.

Video: vedi il seguente link per l’home story con Maximilian Günther, che è stato girato alcuni mesi fa.

Proprio come tutti gli altri piloti da corsa, Günther può anche solo aspettare e vedere come si sviluppa l’attuale situazione difficile e quando gli sarà concesso di rimettersi al volante della sua BMW iFE.20. Almeno ha l’opportunità di avere un assaggio della Formula E virtualmente di nuovo questo fine settimana, quando la versione digitale della prima serie di gare globali per auto Formula completamente elettriche lancia la sua stagione con un giro di prova.

Per celebrare la pubblicazione della sua storia familiare, in un’intervista qui Günther parla della Formula E virtuale, delle corse sim in generale, della sua stagione fino ad oggi e di come sta affrontando la situazione attuale.

Maximilian, nella tua storia di casa ti vediamo in montagna, sul campo da golf, allenandoti, nel tuo appartamento e in pista. Quanto puoi ancora fare al momento?

Maximilian Günther:“Ovviamente sono un po ‘limitato nelle mie opzioni di allenamento. Ma rispetto a ciò che sta accadendo nel mondo in questo momento, questa è ovviamente una limitazione minore. Penso che dove vivo significhi che sono in grado di affrontare la situazione molto bene rispetto a molte altre persone. Sono a casa con i miei genitori a Rettenberg in Algovia. In linea con le norme attualmente in vigore in Baviera, mi è permesso andare all’aperto per fare esercizio fisico e fare passeggiate con la mia famiglia. Questo è estremamente importante per me. Ricarico le batterie a casa in montagna. Posso anche lavorare molto meglio in casa a casa dei miei genitori che nel mio appartamento a Kempten, quindi sono relativamente fortunato in questo senso, di cui sono davvero grato. Oltre ad allenarti, come molte altre persone utilizzo anche la comunicazione moderna per rimanere in stretto contatto con il team. Trascorriamo molto tempo a parlarci perché anche se non siamo in pista, ciò non significa che lo sviluppo sia fermo. “

Santiago de Chile (CHL), 16th-18th January 2020. ABB FIA Formula E Championship, Season 6, BMW i Andretti Motorsport, Winner Maximilian Günther (GER), BMW iFE.20 No28.

Questo sabato rappresenterai la BMW i Andretti Motorsport nel round di test della Formula E. virtuale Come ti senti riguardo alla Formula E che si unisce alle corse virtuali?

Günther: “Non vedo davvero l’ora della prima gara virtuale di Formula E. È l’unico modo in cui possiamo effettivamente correre al momento. Le corse di simulazioni erano per me un territorio inesplorato poiché gli unici simulatori che conoscevo erano simulatori di gara professionali come quello di BMW Motorsport. Qualche settimana fa ho deciso spontaneamente di correre nella mia prima gara di simulazione e ci sono entrato davvero. È molto divertente e mi tiene davvero in modalità corsa. Ora darò il massimo per mettere su un grande spettacolo nella BMW iFE.20 virtuale per i fan a casa. “

Come pensi che la stagione della Formula E sia andata così lontano guardando indietro durante l’attuale pausa obbligatoria?

Günther: “Mi sento davvero a casa nel team BMW i Andretti Motorsport. Abbiamo avuto un fantastico inizio di stagione. La velocità è stata davvero eccezionale sin dai test drive e con la vittoria a Santiago e il secondo posto proprio prima della pausa a Marrakech abbiamo portato anche a casa grandi risultati. Ovviamente, mi piacerebbe tornare in pista il più rapidamente possibile per basarmi su queste esibizioni, ma questo è fuori dalle nostre mani. Al momento ci sono cose che sono molto più importanti delle corse. L’unica cosa che possiamo fare è assicurarci di essere il più preparati possibile per il riavvio della stagione. “

Nota per i redattori:
siamo a conoscenza dell’attuale situazione difficile. Ciononostante, abbiamo deciso di fornirvi regolarmente informazioni sui media nelle prossime settimane e mesi. Riferiremo ai conducenti dei nostri lavori BMW sulla scena delle corse sim e ti forniremo interviste e storie di fondo, in particolare affrontando argomenti tecnologici all’interno del BMW Group Motorsport.