Settembre 26, 2020

Architettura sostenibile: l’Audi Brand Experience Center

Costruire un futuro sostenibile, per Audi, vuol dire agire su tutti i fronti. E, dal momento che anche l’architettura moderna è ormai attenta alla sostenibilità ambientale tanto quanto lo è al design, l’Audi Brand Experience Center all’aeroporto di Monaco è un esempio perfetto di come la strategia della Casa dei quattro anelli abbracci diversi aspetti: un cubo di 30 x 30 metri, il primo dei tre moduli previsti, che “galleggia” liberamente in aria, supportato solo da quattro colonne interne e diviso in più piani da una serie di lastre di cemento armato.

L’obiettivo era creare una location ecocompatibile dedicata agli eventi, che potesse ospitare fino a 2.000 persone. Per questo è stato sviluppato il concetto di “scatola flessibile”, che rende la struttura incredibilmente versatile e multifunzionale” racconta l’architetto Peter Zauner, che ha progettato il Centro.

Ogni piano, infatti, offre 530 metri quadrati di superficie, che se necessario possono essere divisi internamente con pareti bianche removibili.

Climatizzazione

L’Audi Brand Experience Center ha due facciate composte interamente da vetrate, che offrono una vista senza limiti sia verso est, sia verso ovest, con ingressi su entrambi i lati. Il sistema di climatizzazione dell’edificio sfrutta l’energia geotermica e i tubi – utilizzati sia per riscaldare che per raffreddare – sono installati nelle pareti e negli spazi tra i piani: una soluzione ecosostenibile ed economica.

Pannelli solari

Ma ciò che rende il Centro davvero unico sono le 1.650 celle solari integrate nelle facciate di vetro, per una superficie totale combinata di 450 metri quadrati. I pannelli solari così disposti producono 42.000 kWh di elettricità all’anno, cioè più o meno il consumo annuo di energia di dieci famiglie di quattro persone e molto più del fabbisogno energetico dell’edificio. L’eccedenza viene immagazzinata in due unità di stoccaggio realizzate da Audi con batterie riciclate, che hanno una capacità di 320 kWh.

L’Audi Brand Experience Center è stato costruito in contemporanea con il lancio della Audi e-tron, e integra il primo sistema di ricarica completamente green per la nostra flotta elettrica” spiega Sophie Scholl, Responsabile degli eventi dell’Audi Campus all’aeroporto di Monaco.

Stazioni di ricarica

L’elettricità prodotta in eccesso dai pannelli solari è infatti utilizzata per alimentare sei punti di ricarica pubblici di fronte all’edificio, di cui due per la ricarica rapida a 150 kW di potenza. Con condizioni climatiche ideali, le colonnine vengono alimentate esclusivamente con energia solare, ma esiste anche un sistema di backup in caso di maltempo.

Questi sei punti di ricarica si vanno ad aggiungere agli altri 78 dell’aeroporto di Monaco, installati sempre nell’ambito di una partnership con Audi, che di fatto è uno dei più grandi parchi di ricarica contigui in tutta Europa.

Audi Campus

L’Audi Campus all’aeroporto di Monaco è stato ampliato costantemente negli ultimi 20 anni; il Brand Experience Center è l’ultima aggiunta, che si somma al myAudi Sphere, all’Audi Conference Center e ad altri tre centri di formazione.

La definizione di training center internazionale per i collaboratori, per l’Audi Brand Experience Center, è riduttiva: “È stato progettato per essere una location centrale per gli eventi Audi, e quindi deve incarnare la trasformazione dell’azienda da costruttore automobilistico a provider di mobilità sostenibile” aggiunge Horst Hanschur, che come Vicepresidente per lo Sviluppo del Commercio al dettaglio e dell’Assistenza Clienti è anche responsabile del Centro.

Carbon neutral

Entro il 2025 Audi intende rendere neutre le emissioni di anidride carbonica di tutte le sue sedi produttive nel mondo, per arrivare a essere completamente carbon neutral entro il 2050. L’Audi Brand Experience Center è espressione e ispirazione di questa ambizione.