14 Agosto, 2020

BMW M Customer Racing teams’ preparations in unusual times: Stephen Cameron Racing.

Monaco. I team BMW M Customer Racing avrebbero dovuto essere in azione in tutto il mondo già da alcune settimane. Tuttavia, la pandemia globale di coronavirus ha significato una pausa invernale più lunga del previsto. In una nuova serie, riportiamo come i team BMW M Customer Racing hanno trascorso questa pausa forzata e come si sono preparati per l’inizio della loro serie di corse in questi tempi insoliti. Oggi diamo uno sguardo a Stephen Cameron Racing di Sonoma (USA).

La squadra è stata fondata nel 1987 ed è guidata dal proprietario del team Stephen ‘Steve’ Cameron. Stephen Cameron Racing si trova a Sonoma Raceway in California (USA) e compete con una BMW M4 GT4 nella GT4 America con Sean Quinlan (USA) a Sprint e con il pilota professionista Greg Liefooghe (USA) come team Pro-Am in SprintX. Henry Schmitt (USA) e Liefooghe corrono con una BMW M6 GT3 nella categoria Pro-Am della GT World Challenge America. Ad agosto, un programma potrebbe iniziare con la BMW M4 GT4 durante l’IMSA Michelin Pilot Challenge. In un’intervista, il proprietario del team Cameron discute le ultime settimane, i preparativi e gli obiettivi di questa stagione.

Signor Cameron, la prima e più importante domanda: come sta lei e la squadra in questi tempi?

Stephen Cameron: “Finora tutti nel nostro team sono stati in buona salute. In realtà come precauzione per questo fine settimana di gara alcuni membri del nostro team alloggiano a Sonoma e lavorano a distanza. Ho anche preso la decisione di rimanere qui solo per essere sicuro. “

Che effetto, a parte il fatto che non si poteva andare a correre, la pandemia della corona e le restrizioni associate hanno avuto sui lavori di preparazione negli ultimi mesi?

Cameron: “Siamo basati nella contea di Sonoma presso la pista Sonoma Raceway. Mi sono fermato, credo, a marzo, quando il Govenor rinchiuse e fece un ordine per la California. Dato che Sonoma rientra in quell’ordine, non siamo stati in grado di usare la traccia qui. Prima di Sonoma sono state aperte due piste: Thunder Hill, che è a nord di noi e Buttonwillow, a sud di noi, ha aperto circa un mese fa per test limitati, quindi siamo stati in grado di avviare un programma di test con la BMW M4 GT4. Avevamo fatto alcuni giorni di test su entrambe le piste con la macchina. “

Hai iniziato nuove attività oltre al solito lavoro di corsa?

Cameron: “Ho iniziato un paio di cose nuove nelle gare. C’era un gruppo a Sonoma Raceway chiamato The Turn 1 Club, un club di guida privato per i membri di Sonoma Raceway. Quel blocco è dovuto principalmente alla pandemia di COVID-19 e c’è stato un cambio di proprietà della scuola e del club di Sonoma Raceway. I membri del club hanno avviato una nuova organizzazione presso la Thunder Hill Raceway e siamo stati fortunati ad assumere il controllo, la manutenzione e l’assistenza di un gruppo numeroso per questi piloti. Ci sono principalmente molte macchine di Formula 3 e i nostri radicali. Questo ci ha permesso di fare qualcosa al di fuori delle corse professionistiche. È stato davvero prezioso per noi perché ha generato un nuovo gruppo di persone con cui lavorare e una nuova fonte di reddito ”.

SRO TC America, Road America, September 2019.

La GT4 America e la GT World Challenge America riprenderanno questo fine settimana al Virginia International Raceway. Quanto non vedi l’ora di andare finalmente a correre?

Cameron: “Siamo ovviamente entusiasti di andare a correre. Sarà interessante con le nuove sfide di come vengono fatte le cose. Per noi, abbiamo vinto il campionato l’anno scorso in SprintX con Sean e Greg. Siamo entusiasti di andare là fuori e provare di nuovo a vincere quel titolo. Ovviamente per noi questo è l’obiettivo principale. “

I vostri gare di casa a Sonoma Raceway sono in programma dal 7 ° al 9 ° agosto. Qual è il tuo programma di preparazione per quelle gare e le settimane fino ad allora?

Cameron: “Ovviamente c’è ancora una preoccupazione nella contea che qualcosa non cambi e andremo in blocco. So che Sonoma è molto nervoso. Per noi, ad essere onesti, la cosa più difficile è cercare di pianificare e assicurarci di poter fare dei test e fare queste gare. Ma sfortunatamente non si tratta necessariamente di ciò che stiamo facendo. Si tratta più di sperare che le cose migliorino e che la pista sia in grado di mantenere le operazioni. “

Corri con la BMW M4 GT4 e la BMW M6 GT3: quali sono i punti di forza di queste auto BMW M Customer Racing?

Cameron: “La BMW M4 GT4 è un’auto molto adatta al guidatore. Greg è un professionista e Sean è la Am nella nostra gamma di piloti, e la BMW M4 GT4 è ancora facile per i conducenti ottenere fiducia nell’auto. Non ha molte caratteristiche per renderlo nervoso; ed è ottimamente bilanciato. Ci sono alcune tracce in cui è particolarmente forte e in cui il BoP lo favorisce. Adora le piste più grandi e veloci ed è molto forte a Watkins Glen e Road America. VIR è davvero una buona traccia per questo. La BMW ha fatto un buon lavoro nella fornitura di componenti per l’auto. È buono il modo in cui il sistema funziona. Esistono regolari concessionari BMW o rivenditori di sport motoristici che acquistano parti e dispongono di parti disponibili. La BMW M6 GT3 – di nuovo penso che sia un’auto relativamente comoda da guidare. Henry Schmitt ha guidato molte auto da corsa BMW.

E parliamo della tua formazione di piloti: quali sono i punti di forza dei tuoi piloti?

Cameron: “Molto dipende dal modo in cui lavorano. Greg è un Pro molto veloce e fa un ottimo lavoro, ma è anche un ottimo allenatore. È molto abile nel lavorare con i suoi copiloti. Lavoriamo molto con i dati. Tutti i conducenti sono molto bravi a passare il tempo ad analizzare il modo in cui guidano. Usano molto i dati per cercare di assicurarsi di ottimizzare ciò che stanno facendo in macchina. Uno dei motivi del loro livello di prestazioni è che sono abbastanza buoni per la loro esperienza. Stanno facendo un grande sforzo nei dettagli di come guidano e di come ciò influisce sul modo in cui l’auto gestisce. “

Cosa rende la GT4 America e la GT World Challenge America speciali, attraenti campionati in cui competere?

Cameron: “Alla serie GT4 America i posti sono molto buoni e una delle cose che attira i piloti. C’è un buon livello di competizione e un numero piuttosto elevato di auto nella serie. Questo è attraente. Durante i fine settimana di gara una delle cose che attrae i nostri piloti è che c’è molto tempo a sedere. Soprattutto nella BMW M4 GT4 Sean può effettivamente eseguire GT4 Sprint e GT4 SprintX nello stesso fine settimana. In un fine settimana medio questo gli dà quattro gare. Ora, con alcuni eventi di recupero, può forse fare sei gare al VIR. È piuttosto interessante perché realisticamente non aggiunge molto al tuo budget ma ti consente molte corse e molta esperienza in un breve periodo di tempo. Penso che nella serie GT3 sia la stessa cosa con un sacco di tempo in pista per i piloti. ”

Quindi quali sono i tuoi obiettivi per la stagione?

Cameron: “Nella GT4 vogliamo sicuramente vincere il titolo. Penso che l’anno scorso, con un campionato difficile, abbiamo fatto delle pause favorevoli per noi. L’anno scorso la serie è stata sostanzialmente vinta nell’ultimo giro dell’ultima gara. È stato un campionato emozionante. Penso che quest’anno Sean sia più esperto ora, ma c’è molta pressione su di lui. Nel suo secondo anno in GT4 gestirà la pressione e lo stress di provare a vincere il campionato molto meglio. Sono fiducioso dopo aver avuto un po ‘di alti e bassi la scorsa stagione che avremo più coerenza nei nostri risultati quest’anno e buone possibilità di ottenere il titolo “.