Ottobre 30, 2020

Nissan RE-LEAF: potenza quando serve, dove serve

PARIGI – Nissan ha presentato oggi un concept di veicolo di emergenza al 100% elettrico, progettato per fornire un’alimentazione mobile in seguito a calamità naturali o condizioni meteorologiche estreme.

Il prototipo funzionante RE-LEAF 1 si basa sull’autovettura Nissan LEAF , la prima auto elettrica prodotta in serie al mondo.

Oltre alle modifiche per navigare su strade ricoperte di detriti, RE-LEAF è dotata di prese di corrente resistenti alle intemperie montate direttamente all’esterno del veicolo, che consentono di alimentare dispositivi da 110 a 230 volt dalla batteria agli ioni di litio ad alta capacità dell’auto.

La RE-LEAF può essere portata al centro di una zona disastrata e fornire un’alimentazione completamente mobile per aiutare il processo di recupero. Il sistema integrato di gestione energetica può gestire apparecchiature mediche, di comunicazione, illuminazione, riscaldamento e altre apparecchiature di supporto vitale.

“Siamo costantemente alla ricerca di modi in cui i veicoli elettrici possono arricchire le nostre vite, oltre al semplice trasporto a emissioni zero”, ha affermato Helen Perry, responsabile delle autovetture elettriche e delle infrastrutture per Nissan in Europa. “Concetti come RE-LEAF mostrano la possibile applicazione dei veicoli elettrici nella gestione dei disastri e dimostrano che una tecnologia più intelligente e pulita può aiutare a salvare vite umane e fornire una maggiore resilienza”.https://media.flixel.com/cinemagraph/3lu3b9pll5ztf961gsnk?hd=false


Applicazioni del mondo reale dei veicoli elettrici durante i disastri

I disastri naturali sono la principale causa di interruzioni di corrente. Un rapporto della Banca mondiale del 2019 ha rilevato che shock naturali e cambiamenti climatici hanno causato il 37% delle interruzioni in Europa tra il 2000 e il 2017 e il 44% delle interruzioni negli Stati Uniti nello stesso periodo.

Quando si verifica un disastro, il tempo necessario per il ripristino della fornitura di elettricità è in genere compreso tra 24 e 48 ore, a seconda della gravità del danno. Durante questo periodo, i veicoli elettrici possono fornire energia di emergenza mobile a emissioni zero.

Nissan ha creato RE-LEAF per dimostrare il potenziale dei veicoli elettrici nel ripristino di emergenza. Sebbene sia solo un concetto funzionante, la tecnologia è già utilizzata nel mondo reale. In Giappone, Nissan utilizza LEAF per fornire energia elettrica e trasporto di emergenza a seguito di calamità naturali dal 2011 e l’azienda ha stretto partnership con oltre 60 governi locali per sostenere gli sforzi di soccorso in caso di calamità.

I veicoli elettrici Nissan possono anche fungere da accumulatori mobili per fornire elettricità alle case e alla società in situazioni non di emergenza attraverso Nissan Energy Share , creando un modello di energia distribuibile che può essere utilizzato per aiutare a stabilizzare la domanda e l’offerta. La RE-LEAF utilizza la capacità di ricarica bidirezionale della LEAF, una caratteristica standard del modello sin dalla sua introduzione nel 2010. Ciò significa che la LEAF non solo può “tirare” energia per ricaricare la batteria ad alta capacità, ma anche “spingerla” indietro la rete tramite la tecnologia V2G (Vehicle-to-Grid), o direttamente ai dispositivi elettrici tramite V2X (Vehicle-to-Everything).

Migliorare la resilienza con i veicoli elettrici

Agendo come una centrale elettrica portatile, la Nissan LEAF e + di ultima generazione con una batteria completamente carica da 62 kilowattora può fornire elettricità sufficiente per alimentare una famiglia europea media per sei giorni.

In quanto veicolo per il ripristino di emergenza, RE-LEAF può alimentare più dispositivi contemporaneamente. Di seguito sono riportati alcuni esempi basati sull’uso di corrente a 230 volt:

  • Martello pneumatico elettrico – 24 ore – 36 kWh
  • Ventilatore a pressione – 24 ore – 21,6 kWh
  • Bollitore per zuppa da 10 litri – 24 ore – 9,6 kWh
  • Ventilatore medico per terapia intensiva – 24 ore – 3 kWh
  • Proiettore LED da 100 watt – 24 ore – 2,4 kWh

Una volta ripristinata l’elettricità nell’area, i veicoli elettrici possono essere ricaricati e fornire un trasporto a emissioni zero – fino a 385 chilometri 2 con una singola carica di una batteria LEAF e +.

“I veicoli elettrici stanno emergendo come una delle tecnologie in grado di migliorare la resilienza nel settore energetico”, ha affermato Perry. “Avendo migliaia di veicoli elettrici disponibili in standby, sia come veicoli di supporto in caso di calamità o collegati alla rete tramite Vehicle-to-Grid, sono in grado di creare una centrale elettrica virtuale per mantenere una fornitura di energia”.

1) “RE” si riferisce a tre elementi di preparazione ai disastri: risposta, ripristino e resilienza
2) standard WLPT

APPENDICE A

Nissan RE-LEAF in dettaglio

Nissan RE-LEAF supporta le tre “RE” della preparazione alle catastrofi, fornendo una risposta alle emergenze , aiutando la ripresa umanitaria e migliorando la resilienza della comunità per il futuro.

La combinazione di colori ambra di RE-LEAF è un cenno alla parola greca antica per ambra – elettrone – l’origine della parola elettricità . Questo si abbina allo schema di colori blu della nostra visione Nissan Intelligent Mobility per fare riferimento alle capacità connesse del concept. Una barra luminosa a LED montata sul tetto mostra anche lampeggi color ambra per avvisare gli altri utenti della strada dell’approccio del veicolo.

Per aiutare l’auto a navigare su strade con ostacoli o detriti caduti, l’altezza da terra della RE-LEAF è stata aumentata da 70 millimetri a 225 mm con un “paracoppa” personalizzato per proteggere il pavimento dell’auto. Carreggiate più larghe (+90 mm anteriore / + 130 mm posteriore), passaruota personalizzati, paraspruzzi e pneumatici fuoristrada su ruote da 17 pollici per sport motoristici si aggiungono alla capacità.

La grande capacità e l’elevata affidabilità della batteria agli ioni di litio di LEAF garantisce un’alimentazione stabile per supportare più dispositivi alimentati in linea. Il sistema integrato di gestione dell’energia è in grado di erogare la potenza della batteria RE-LEAF fino a 230 volt. Sono presenti tre prese: due connettori esterni a forma di C resistenti alle intemperie per un facile accesso e una presa domestica interna montata nel bagagliaio.

I sedili posteriori sono stati rimossi e il pavimento livellato per fornire spazio per l’attrezzatura essenziale. Una gabbia per paratie personalizzata separa anche i sedili anteriori dal vano di carico.

Una volta che RE-LEAF arriva in una zona disastrata, una scrivania estraibile su misura si estende dal bagagliaio con uno schermo LED da 32 pollici e un alimentatore dedicato creando un hub operativo da cui eseguire le comunicazioni e gestire il processo di ripristino.

Una volta ripristinata l’alimentazione, la LEAF può essere ricaricata utilizzando tre profili di ricarica, anche utilizzando prese domestiche se non sono disponibili infrastrutture EV nelle immediate vicinanze.

Tipo di caricatoreCapacità della batteria di 40 kWhCapacità della batteria di 62 kWh
Presa domestica da 3,7 kW11,5 ore (0-100%)18 ore (0-100%)
7 kW tipo 27,5 ore (0-100%)11,5 ore (0-100%)
CHAdeMO da 50 kW60 minuti (20-80%) *90 minuti (20-80%) *

* Tempo di ricarica indicato basato su una carica iniziale del 20% e sull’uso di un caricatore rapido CHAdeMO (50KW). Il tempo può variare a seconda delle condizioni di carica, incluso il tipo e le condizioni del caricabatterie, la temperatura della batteria e la temperatura ambiente nel punto di utilizzo.

Specifiche tecniche RE-LEAF

Modello baseNissan LEAF Tekna
PneumaticiPneumatici per tutti i terreni BF Goodrich Baja 225/65/17
RuoteCompomotive MO5 8 “x 17”
ArchiArchi compositi in vetroresina su misura larghi 40 mm
Altezza libera dal suolo225 mm
Tracce (anteriore / posteriore)1830 mm / 1890 mm (aumentato da 1740 mm / 1760 mm)

Le modifiche al veicolo sono state eseguite da RJN, una società di ingegneria e sport motoristici con sede nel Regno Unito, con la gestione del progetto di GTA Global Ltd.

APPENDICE B

Ripristino di emergenza naturale

Un rapporto del 2016 della US National Association of State Energy Officials ha evidenziato il potenziale dei veicoli elettrici a seguito di disastri naturali, affermando: “La capacità di portare l’energia dove è necessaria, anche su scala locale, può essere una risorsa inestimabile durante le emergenze”.

Nel 2019, le Nazioni Unite hanno riferito che i disastri della crisi climatica si stanno verificando al ritmo di uno alla settimana e che negli ultimi due decenni si è assistito a un aumento del 151% delle perdite economiche dirette dovute a disastri legati al clima.

Per saperne di più su come Nissan ha utilizzato i veicoli elettrici per supportare il ripristino di emergenza in Giappone, fare clic qui: https://global.nissannews.com/en/releases/release-b8a1567ee6066d582c91ef8f1d0b47ad-190920-00-e

Riferimenti: