20 Ottobre 2021

SEAT Leon e-HYBRID

La tecnologia ibrida plug-in rende ancor più interessante la nuova SEAT Leon, sia
nella versione hatchback, sia Sportstourer
SEAT Leon coniuga doti dinamiche ed efficienza, caratteristica fondamentale nello
sviluppo della compattaSEAT Leon e-HYBRID unisce un propulsore 1.4 TSI, un motore elettrico e una
batteria agli ioni di litio per offrire una potenza combinata di 204 CV (150 kW) e
una coppia di 350 Nm
Con una batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh, SEAT Leon è in grado di viaggiare fino
a 64 km (72 km nel ciclo NEDC) in modalità completamente elettrica

La tecnologia ibrida plug-in permette a SEAT Leon di ridurre le emissioni di CO2


che, sulla base del ciclo WLTP, si attestano tra 25 e 30 g/km
L’app SEAT Connect consente al conducente di controllare più facilmente la sua
SEAT Leon e-HYBRID, incluse le funzioni di gestione della batteria, regaland
un’esperienza di connettività senza pari
Verona, 22/12/ 2020. SEAT Leon è da sempre un pilastro della gamma della Casa di
Barcellona. Ora, la bestseller sta aiutando il marchio a prendere una nuova direzione,
compatibile con un mondo che si sta adeguando per dare vita a un futuro elettrificato e
sostenibile.


La nuova SEAT Leon prosegue sulla strada delineata dalle generazioni precedenti e, oltre ad
aver fatto enormi passi in avanti in termini di connettività, dinamismo e sicurezza, ha aperto un
nuovo capitolo dal punto di vista dell’efficienza. L’ultima generazione della vettura integra un
sistema ibrido plug-in, rendendo SEAT Leon e-HYBRID il primo modello ibrido plug-in del marchio
e ricoprendo così un ruolo importante nell’offensiva elettrica di SEAT, sia nella versione
hatchback, sia Sportstourer.
“Con il suo incredibile design ispirato alla luce di Barcellona, la nuova SEAT Leon vanta
tecnologie innovative. È il primo modello completamente connesso del marchio e il più


sicuro mai creato, rendendola la Leon migliore di sempre”, ha dichiarato Wayne Griffiths,
Presidente SEAT. “Ora la bestseller SEAT debutterà sul mercato con una versione
elettrificata, il nostro primo modello ibrido plug-in. Disponibile in versione hatchback e
Sportstourer, rappresenta un passo importante nella strategia di SEAT volta a
integrare l’elettrificazione nella sua gamma di modelli, destinata ad arricchirsi
ulteriormente con il lancio di cinque nuovi modelli elettrici entro la fine del 2021”.
Progettata, sviluppata e prodotta a Barcellona, nello stabilimento SEAT di Martorell, SEAT Leon
sottolinea la determinazione del marchio nell’offrire tecnologie all’avanguardia e muoversi
verso un futuro in linea con i nuovi valori ambientali.

Messaggi chiave: la tecnologia dei propulsori per un nuovo mondo
IL PROPULSORE PIÙ EFFICIENTE E ALL’AVANGUARDIA
La quarta generazione di Leon aumenta l’efficienza con un sistema ibrido plug-in (eHYBRID) composto da un propulsore benzina TSI 1.4 da 150 CV (110 kW) e un motore elettrico
da 115 CV (85 kW) in grado di erogare complessivamente una potenza di 204 CV (150 kW) e
una coppia di 350 Nm (combinata). La dinamica che ci si aspetta da un modello SEAT si
combina con l’efficienza richiesta da una società in evoluzione. La nuova SEAT Leon e-HYBRID
diventa così il modello più potente ed efficiente del marchio.
Grazie alla batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh, la SEAT Leon è in grado di viaggiare fino a
64 km (72 km nel ciclo NEDC) in modalità completamente elettrica. Combinando il motore
elettrico e quello a benzina, SEAT Leon e-HYBRID può percorrere 800 km.


FORTE EVOLUZIONE DEL DESIGN
SEAT Leon vanta un design particolarmente evoluto: il rinnovato linguaggio stilistico
degli esterni e degli interni le conferisce una personalità ancor più decisa grazie alle
proporzioni complessive migliorate, al frontale più grintoso e alle linee più filanti. La
nuova Leon illumina la strada nel segmento con una gamma di tecnologie innovative che
comprendono illuminazione ambiente wraparound per gli interni, luci posteriori coastto-coast, indicatori di direzione dinamici, fari full LED e luci di benvenuto.


100% CONNESSA E CON IL PIENO CONTROLLO


Leon è la prima auto completamente connessa della Casa di Barcellona. La connettività incar (Full Link che include Android Auto e CarPlay Wireless; funzioni e servizi online) consente
di rimanere connessi con il mondo esterno. La combinazione di SEAT CONNECT e del sistema eHYBRID assicura un controllo ancora maggiore sulla vettura, con una gamma più amplia di
funzioni che possono essere monitorate tramite app (tra cui quelle di gestione della batteria), sia
all’interno, sia all’esterno dell’auto.


LA SEAT PIÙ SICURA DI SEMPRE
SEAT Leon conferma sempre di più la propria posizione come auto più sicura mai prodotta dal
marchio. Grazie al Cruise Control adattivo predittivo, all’Emergency Assist, al Travel
Assist e al Side and Exit Assist, SEAT Leon è equipaggiata con alcuni dei sistemi di assistenza
alla guida più avanzati per garantire una protezione ottimale in qualsiasi condizione di guida.
LA CHIAVE DELLA VERSATILITÀ


La bestseller SEAT diventa ancor più versatile nella sua variante ibrida plug-in. Le
dimensioni incrementate di hatchback e Sportstourer assicurano maggiore spazio per i
passeggeri dei sedili posteriori. Nella versione e-HYBRID, SEAT Leon hatchback e
Sportstourer vantano un bagagliaio rispettivamente di 270l e 470l.


LA PRIMA IBRIDA PLUG-IN CREATA A BARCELLONA
SEAT Leon e-HYBRID è la prima vettura ibrida plug-in del marchio, progettata, sviluppata e
prodotta a Barcellona (Martorell).


Introduzione: tecnologie all’avanguardia per rispondere a richieste in costante
cambiamento
SEAT Leon è da sempre un pilastro del marchio, con una storia costellata di successi che vanta
oltre 2,3 milioni di esemplari venduti dal suo debutto nel 1999. La quarta generazione di SEAT
Leon porta la casa di Barcellona al livello successivo, per rispondere alle esigenze di un mercato
in continua evoluzione. Il nuovo modello non solo offre un nuovo livello di dinamismo, efficienza,
sicurezza e appeal, ma raggiunge anche un’efficienza incredibile grazie all’avanzato propulsore
ibrido plug-in, in un momento in cui i modelli elettrici stanno prendendo sempre più piede sul
mercato.
La nuova SEAT Leon vanta un design particolarmente evoluto, con un linguaggio stilistico di
esterni e interni che le conferisce una personalità ancor più decisa grazie, tra l’altro, alle
dimensioni riviste, alle proporzioni complessive, al frontale più grintoso e all’approccio fresco
alla tecnologia di illuminazione, sia all’interno sia all’esterno. Ma è sotto il cofano che il sistema
e-HYBRID porta un’evoluzione ancor più importante.
La SEAT Leon e-HYBRID integra un propulsore a combustione, un motore elettrico e la batteria
per massimizzare efficienza e praticità, senza scendere a compromessi in termini di dinamismo. Il
motore 1.4 TSI, il motore elettrico e la batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh sviluppano una
potenza combinata assicurando la dinamica richiesta a ogni SEAT, oltre a minori emissioni,
soprattutto nella modalità completamente elettrica.
E in un mondo in cui la digitalizzazione è un aspetto ormai imprescindibile, il sistema e-HYBRID
rende SEAT Leon ancor più connessa e offre ai clienti maggiori opportunità di portare con sé le
proprie vite digitali non solo a bordo della vettura, ma anche al di fuori della stessa.
Il sistema Full Link di SEAT Leon e-HYBRID consente di sfruttare di serie Android Auto e Apple
CarPlay in modalità wireless, mentre l’infotainment online offrirà presto app in-car che
arricchiranno e miglioreranno l’esperienza di guida del cliente. Il propulsore elettrico assicura
inoltre un maggiore controllo una volta scesi dall’auto. Gli utenti dell’app SEAT Connect possono
infatti accedere da remoto ai dati della vettura, gestire il processo di ricarica e controllare la
climatizzazione da lontano.
Alla base di SEAT Leon c’è sempre la volontà di offrire una delle vetture più sicure sul mercato.
Grazie all’integrazione di alcuni dei sistemi di assistenza alla guida più avanzati a disposizione
(tra cui il Cruise Control adattivo predittivo, l’Emergency Assist e il Travel Assist), SEAT Leon
diventa così il modello più sicuro mai offerto dal marchio.
I progressi compiuti su SEAT Leon sono frutto, in parte, dell’adozione dell’architettura MQB Evo
del Gruppo Volkswagen, che mette a disposizione l’insieme di strumenti necessari per sviluppare
una vettura in grado di soddisfare le esigenze delle differenti tipologie di clienti SEAT e di
affrontare la sfida dell’integrazione di propulsori elettrici in modelli affermati.

SEAT Leon incarna i valori chiave del marchio e il suo obiettivo di offrire le migliori vetture
possibili. Con il lancio della nuova SEAT Leon, ora con tecnologia ibrida plug-in, il segmento di
mercato delle compatte sarà testimone di una forte trasformazione.


Propulsori: combustione ed elettricità insieme per massimizzare il dinamismo
Il mondo sta cambiando e un approccio più olistico al trasporto personale è necessario per
ridurre il proprio impatto sull’ambiente. L’elettrificazione è la chiave per rispondere alle esigenze
del futuro, e SEAT Leon e-HYBRID è stata sviluppata tenendo in considerazione tutto questo, sia
nella versione hatchback, sia nella variante Sportstourer.
Gli elementi costitutivi della SEAT Leon e-HYBRID derivano dall’architettura MQB Evo, che sta
alla base dell’auto e ha reso possibile la creazione di una compatta in grado di avvicinarsi
quanto più possibile alle esigenze della vita moderna.
SEAT ha potuto contare sulle più avanzate tecnologie di propulsione a disposizione, integrando il
sistema ibrido plug-in per assicurare prestazioni incredibili e la massima guidabilità,
perfettamente in equilibrio con l’esigenza di ridurre le emissioni e l’impatto sull’ambiente. La
combinazione di sistemi di combustione affermati e ottimizzati nel corso di decenni di ricerca e
sviluppo con la semplicità dei componenti elettrici dà vita a un’esperienza di guida
all’avanguardia mai sperimentata prima a bordo di SEAT Leon.
“Unendo la tecnologia a combustione con quella elettrica, si garantisce il connubio
perfetto di dinamismo ed efficienza, aiutando il marchio a muoversi verso un futuro più
attento all’ambiente”, ha dichiarato Werner Tietz, Vicepresidente Ricerca e Sviluppo di SEAT.
“Combinando le tecnologie più avanzate a livello di motore e batteria, SEAT Leon è in
grado di viaggiare più a lungo in modalità esclusivamente elettrica, massimizzando i
vantaggi offerti da questo tipo di trazione e ricorrendo alla propulsione tradizionale
solo quando necessario”.
Questa ibrida plug-in all’avanguardia unisce un motore benzina 1.4 TSI da 150 CV (110 kW), un
motore elettrico da 115 CV (85 CV) e una batteria agli ioni di litio da 12,8 kWh producendo
complessivamente una potenza di 204 CV (150 kW) e una coppia di 350 Nm.
Il propulsore 1.4 TSI sfrutta il turbocompressore e l’iniezione diretta per massimizzare le
prestazioni e l’efficienza, mentre l’alesaggio e la corsa, pari rispettivamente a 74,5 e 80,0, e il
rapporto di compressione di 10,0 contribuiscono a garantire un funzionamento uniforme. Il
motore a combustione è stato configurato appositamente per funzionare in accordo perfetto
con il setup del sistema ibrido plug-in.
Unito al motore elettrico a corrente continua, il sistema è in grado di passare istantaneamente
da una modalità di guida all’altra, a prescindere dal fatto che Leon sia alimentata soltanto dal
motore a combustione, dall’elettricità o da una combinazione dei due propulsori.
La potenza viene erogata in modo uniforme indipendentemente dalla modalità in cui si sta
viaggiando. Inoltre, nella modalità esclusivamente elettrica, la potenza viene sviluppata
istantaneamente, assicurando doti dinamiche mai sperimentate prima in una SEAT Leon. Questo
è sicuramente uno dei principali vantaggi della propulsione elettrica.

In modalità completamente elettrica, la versione ibrida plug-in vanta un’autonomia fino a 64 km
nel ciclo WLTP (72 km nel ciclo NEDC) e sfrutta l’energia accumulata nella batteria. È la
soluzione perfetta per aumentare l’efficienza o percorrere strade urbane in cui le norme sulla
qualità dell’aria sono più stringenti. Si può viaggiare fino a 140 km/h di velocità, una
caratteristica che sottolinea l’incredibile versatilità della vettura. E se è necessario percorrere
tratti più lunghi, SEAT Leon e-HYBRID offre la possibilità di utilizzare sia il motore elettrico, sia
quello alimentato a benzina, potendo percorrere circa 800 km senza bisogno di rifornimento.
Il conducente mantiene un grande controllo sul sistema e può scegliere di conservare il livello di
carica della batteria, utilizzandolo poi in situazioni in cui è necessario viaggiare a zero emissioni. E
quando la batteria sta per esaurirsi, il propulsore ritorna alla modalità ibrida. In questo caso,
quando si raggiunge una fonte di energia, la batteria può essere collegata alla rete e ricaricata
in appena 3 ore e 40 minuti utilizzando un caricatore da 3,6 kW (Wallbox) o in poco meno di 6
ore con un caricatore da 2,3 kW.
Ritornando a bordo, la ibrida plug-in utilizza il cambio automatico DSG per massimizzare
l’efficienza. Il sistema a sei rapporti di SEAT Leon sfrutta ora la tecnologia shift-by-wire,
progettata in modo che il selettore delle marce non sia collegato meccanicamente al cambio,
ma utilizzi segnali elettronici per il passaggio da un rapporto all’altro.
La tecnologia shift-by-wire offre la possibilità di selezionare il rapporto senza usare una leva del
cambio fisica. Questa caratteristica è utile per i nuovi sistemi automatici di assistenza al
parcheggio, dove il blocco meccanico è stato sostituito da uno elettronico. Nel complesso, la
nuova tecnologia shift-by-wire consente non solo di raggiungere un livello di efficienza più
elevato, ma anche di accrescere il piacere di guida.
E grazie alla combinazione di propulsore elettrico e propulsore a combustione, le emissioni sono
comprese tra 25 e 30 g/km, con un consumo di carburante che si attesta tra 1,1 e 1,3 litri per 100
km secondo il ciclo ufficiale di test WLTP.
L’efficienza è un elemento importante della SEAT Leon e-HYBRID, così come la dinamica, le
prestazioni e il puro piacere di guida continuano a rivestire un ruolo fondamentale. Per questo, la
vettura regala ancora emozioni forti.
Il sistema e-HYBRID richiede più spazio rispetto a un tradizionale motore a combustione, ma è
stato progettato per massimizzare la dinamica (il telaio non è forzato a compensare), con un
peso bilanciato tra la parte anteriore e quella posteriore. Sotto il cofano si nascondono i motori e
la PCU (unità di controllo motore), mentre al posteriore troviamo la batteria agli ioni di litio e il
serbatoio. La SEAT Leon e-HYBRID pesa 1.614 kg nella versione hatchback e 1.658 kg nella
variante Sportstourer.
Grazie alla configurazione del telaio della vettura, con sospensioni MacPherson all’anteriore,
Multilink al posteriore e sterzo diretto, SEAT Leon e-HYBRID è in grado di assicurare una guida
più coinvolgente quando ci si allontana dalle strade principali e si percorrono tratti più
compromettenti.

Ciò è reso possibile dalle modalità preimpostate Eco, Normal, Sport, nonché dalla possibilità dei
conducenti di utilizzare un elemento scorrevole (cursore DCC) per adattare SEAT Leon alle
proprie esigenze. Con la modalità Individual, si apre così un’infinità di possibilità.
Grazie alla regolazione adattiva dell’assetto DCC di cui è dotata SEAT Leon, è possibile inoltre
modificare l’assetto e la maneggevolezza della vettura in base alle condizioni di marcia e alle
esigenze del conducente, aumentando così il comfort di guida.
La tecnologia relativa all’assetto adattivo rileva costantemente le condizioni del fondo stradale,
tenendo anche conto degli input provenienti da sterzo, freni e acceleratore, per adattare di
conseguenza le sospensioni e ottimizzare così lo smorzamento su ciascuna ruota al fine di
assicurare un comfort e doti dinamiche senza pari. Questa possibilità di personalizzazione rende
SEAT Leon e-HYBRID in grado di assicurare le esatte caratteristiche di guida nel momento giusto,
indipendentemente dalle condizioni di guida.
SEAT Leon e-HYBRID si avvia sempre in modalità completamente elettrica (a patto che la
batteria sia sufficientemente carica). Il propulsore passa alla modalità Hybrid se l’energia della
batteria scende al di sotto di un determinato livello o se la velocità supera i 140 km/h. Nella
modalità Hybrid, il conducente ha la possibilità di conservare lo stato di carica, aumentandolo o
riducendolo fino a un livello predefinito. In questo modo è possibile raggiungere la propria
destinazione in un’area urbana sfruttando l’energia elettrica e senza produrre emissioni.
SEAT Leon e-HYBRID sradica l’idea tradizionale secondo cui le ibride sono sì efficienti, ma poco
interessanti da guidare, a favore di un piacere di guida senza limiti indipendentemente dalla
propulsione utilizzata.
Wallbox SEAT
Ricaricare la SEAT Leon e-HYBRID sarà incredibilmente semplice. Attraverso Elli, consociata del
Gruppo Volkswagen, SEAT farà il suo debutto nel mondo delle tecnologie per la ricarica fuori
casa. La tecnologia Wallbox, che consente agli utenti di ricaricare la vettura con una potenza
fino a 3,6 kW, è disponibile in tre varianti, ognuna delle quali assicura diversi livelli di connettività.
Si parte con l’opzione SEAT Charger, una soluzione semplice per i proprietari di modelli elettrici
che consente di ricaricare la vettura velocemente e all’insegna del comfort.
SEAT Charger Connect aggiunge la possibilità di controllare il processo di ricarica tramite l’app
Charging e la compatibilità WLAN/LAN. L’ultima opzione a disposizione è SEAT Charger Pro, che
offre la comunicazione 4G e informazioni aggiuntive sulle sessioni di ricarica e sui consumi.
PRENSA ∙ PREMSA ∙ PRESSE ∙ NEWS ∙ STAMPA
Pagina 9 di 16
Design: interni ed esterni audaci senza scendere a compromessi
Esterni
Con un design esterno che trasmette carattere, eleganza e sportività, SEAT Leon e-HYBRID
beneficia di proporzioni perfette, con alcuni discreti accenni al concentrato di tecnologie
innovative che muovono la vettura (la scritta e-HYBRID sul lato destro del portellone e lo
sportellino del vano di ricarica in tinta con la carrozzeria sul lato anteriore sinistro della vettura).
Alla base dell’estetica complessiva della vettura troviamo la moderna piattaforma MQB Evo,
che ha fornito le dimensioni, la flessibilità e l’adattabilità richieste dal team dei designer, mentre
le dimensioni incrementate di SEAT Leon (sia per la hatchback, sia per la Sportstourer) hanno
migliorato le proporzioni del design della vettura di nuova generazione.
La versione hatchback di SEAT Leon e-HYBRID misura 4.368 mm in lunghezza, 1.799 mm in
larghezza e 1.460 mm in altezza, mentre la versione Sportstourer è lunga 4.642 mm, larga 1.799
mm e alta 1.456 mm. L’interasse misura 2.682 mm sia per hatchback, sia per Sportstourer.
Tenendo conto che la batteria si trova sotto il fondo del bagagliaio, la capacità di carico della
variante hatchback e-HYBRID è pari a 270l, che arrivano a 470l per la Sportstourer.
SEAT Leon vanta una forte personalità, sottolineata dalle linee fluide e dal connubio perfetto di
angoli e curve nei posti giusti. Il look esterno, oltre a catturare l’attenzione, contribuisce anche a
migliorare l’efficienza complessiva della vettura grazie a qualità aerodinamiche perfezionate. Il
coefficiente di resistenza aerodinamica della Leon è migliorato di circa l’8% rispetto alla
precedente generazione, una riduzione utile a massimizzarne ulteriormente l’efficienza della
versione e-HYBRID.
Il design del frontale conferisce a SEAT Leon una personalità più decisa, presentando un
collegamento tridimensionale più incisivo tra la calandra e l’illuminazione del frontale. I fari a
LED sono in posizione più arretrata, con un effetto “sopracciglio”: consentono una messa a fuoco
con maggiore profondità e rendono la vettura immediatamente riconoscibile.
Gli specchietti retrovisori esterni comprendono gli indicatori di direzione a LED integrati e, sui
modelli con l’opzione full LED, includono anche le luci di benvenuto che salutano il conducente e i
passeggeri proiettando al suolo la scritta “Hola!” quando vengono sbloccate le porte.
Emozioni forti e creatività continuano al posteriore, con l’illuminazione a LED coast-to-coast e un
bagagliaio realizzato in modo da conservare l’indole dinamica della vettura. Il sistema
d’illuminazione e lo spoiler creano un insieme di linee che genera un effetto di velocità anche a
vettura ferma.
La nuova Leon è anche dotata di indicatori di direzione dinamici, che rendono più evidente la
direzione di marcia della vettura, aumentandone, di conseguenza, la sicurezza.
Infine, i cerchi Aero da 18” sono stati progettati specificatamente per la SEAT Leon e-HYBRID
(disponibili anche con il resto delle motorizzazioni offerte).


Interni
Il design dell’abitacolo è a sua volta evoluto, mettendo il conducente e gli altri passeggeri al
centro della strategia. Anche qui si notano richiami discreti all’avanguardistica tecnologia di
propulsione della vettura.
Gli interni sono concepiti all’insegna di funzionalità, minimalismo ed eleganza, e ciò è visibile fin
dal primo istante in cui si sale a bordo e ci si siede al volante, interfaccia di collegamento
principale tra conducente e auto.
La plancia dalla superficie liscia, sottile eppure ampia, trasmette una sensazione di leggerezza e
sembra fluttuare nell’aria. L’effetto è creato con l’ausilio di modanature decorative che
circondano la plancia e continuano lungo le porte anteriori.
Tutto nell’abitacolo è progettato per essere preciso dal punto di vista ergonomico e aumentare
il comfort dei passeggeri. Non importa se ci si siede al posto di guida o ci si accomoda sui sedili
passeggeri, anteriore o posteriori: l’abitacolo è stato ideato per adattarsi a chi siede a bordo
come un guanto, regalando una sensazione di sicurezza.
I protagonisti indiscussi dell’abitacolo sono lo schermo centrale da 10” del sistema di
infotainment e il Digital Cockpit da 10,25”, di serie nella versione e-HYBRID di Leon. Lo schermo
del sistema di infotainment comprende il riconoscimento gestuale, che assicura un’interazione
precisa con i passeggeri e riduce il numero dei pulsanti fisici necessari. Il design grafico
“diagonale” dello schermo si ispira alla più rinomata via di Barcellona, la Diagonal.
Le luci interne sono un dettaglio importante della nuova Leon e includono l’illuminazione
wraparound della plancia, che ne copre l’intera larghezza e continua sulle porte. L’illuminazione
si diffonde intorno alla zona anteriore dell’abitacolo, dalle porte anteriori e attraverso la parte
superiore della plancia, creando un arco luminoso che anima i distintivi interni di Leon. Il sistema
varia il colore e la tonalità dell’illuminazione a seconda delle esigenze. Quindi, se avete appena
messo in moto la vettura e vi state godendo la scenografia di benvenuto o se, per esempio,
modificate il profilo di guida passando dalla modalità Eco alla modalità Sport, il sistema
d’illuminazione introduce una nuova dinamica nell’interazione vettura-conducente.
Questo sistema di illuminazione non funge soltanto da elemento decorativo, ma rende possibili
anche diverse funzioni di sicurezza come il rilevamento del punto cieco o l’assistenza all’uscita.
L’attenzione si è concentrata sul raggiungimento di un equilibrio perfetto tra plastiche morbide e
raffinate e i tessuti e la pelle per la copertura di sedili, pannelli delle porte e plancia. SEAT Leon
e-HYBRID coniuga design accattivante e versatilità grazie all’introduzione della sua tecnologia
all’avanguardia per i propulsori.


Connettività: maggiore controllo per un mondo interconnesso
Viviamo in un mondo sempre più digitalizzato e connesso, e l’esigenza di portare l’esperienza
digitale con noi a bordo dell’auto sta crescendo: per questa ragione, la nuova SEAT Leon è la
prima vettura completamente connessa del marchio. Le caratteristiche controllabili e connesse
della vettura sono ulteriormente ottimizzate dall’integrazione di specifiche funzioni online per la
versione e-HYBRID. Si ha così a disposizione una gamma di funzioni più ampia, che incrementa il
rapporto tra vettura e utente.
Un nuovo mondo si sta aprendo grazie all’app SEAT Connect, che può essere scaricata sui propri
dispositivi offrendo la possibilità di controllare da remoto molteplici funzioni che contribuiranno a
ottimizzare il piacere di guida del conducente, migliorando al tempo stesso la sicurezza a bordo
dell’auto.
Al di fuori della vettura, l’app SEAT Connect consente agli utenti di accedere da remoto ai dati
dell’auto (dati di guida, posizione di parcheggio, stato della vettura comprese porte e luci), così
come impostare notifiche sulla velocità, in modo da essere avvertiti se qualcuno che utilizza la
vettura sta viaggiando ad andatura troppo elevata, notifiche antifurto e, in base a una
determinata area, consente anche l’apertura e chiusura delle porte con il servizio di bloccaggio
e sbloccaggio da remoto o, ancora, attivare da remoto l’avvisatore acustico e gli indicatori di
direzione per trovare più facilmente l’auto. Ma non è tutto.
Con l’introduzione della variante e-HYBRID, sono state aggiunte ulteriori funzioni utili per il
cliente. Il conducente della vettura ibrida plug-in può gestire da remoto il processo di ricarica
tramite il sistema e-Manager, controllare il climatizzatore (l’auto può essere preriscaldata per un
periodo fino a 30 minuti e il sistema funziona da 15C a 22C) e gestire gli orari di partenza
dall’app sullo smartphone.
All’interno dell’abitacolo, il cuore del sistema è rappresentato dal SEAT Digital Cockpit (offerto
sempre di serie) che comprende un quadro strumenti da 10,25” ad alta risoluzione impostabile
dall’utente e il sistema di infotainment. Il sistema multimediale da 10” offre navigazione 3D,
display capacitivo e comandi vocali naturali (tramite il comando “Hola Hola”), nonché
riconoscimento gestuale per semplificare l’interazione da parte dell’utente.
Il SEAT Digital Cockpit apre una finestra sul mondo dei comandi, della configurazione e dello
stato della SEAT Leon e-HYBRID, oltre a fornire informazioni sulla modalità attiva al momento,
sul livello di ricarica della batteria e su altri importanti aspetti.
Il riconoscimento vocale è forse uno dei modi più semplici e naturali per interagire con i
dispositivi, soprattutto perché ci stiamo abituando sempre più agli assistenti domestici
appartenenti al mondo dell’elettronica di consumo. Il riconoscimento vocale presente a bordo
della nuova SEAT e-HYBRID consente una comprensione naturale del linguaggio al fine di
permettere all’utente di interagire con il sistema di infotainment utilizzando comandi spontanei,
apportando correzioni e facendo riferimento ai comandi precedenti. Pertanto, se si ha bisogno di
trovare informazioni relative alla navigazione o si sta cercando brani musicali, l’utilizzo risulta più
rapido e semplice.


Il sistema Full Link, inoltre, consente ai clienti di accedere alla propria vita digitale a prescindere
dal dispositivo utilizzato (Apple CarPlay o Android Auto) usando un collegamento wireless
mediante Bluetooth o WLAN e di portare il loro ecosistema digitale nella vettura. Quindi, sia che
si voglia importare nella vettura la lista di contatti, la musica che fa da sottofondo al viaggio o i
sistemi di mappatura, tutto ciò è disponibile e accessibile in modo controllato, intuitivo e sicuro,
senza che il conducente debba distogliere l’attenzione dalla strada, grazie all’utilizzo del
sistema di infotainment o dei controlli integrati nel volante.
Con la Connectivity Box con ricarica induttiva che rispetta i protocolli standard Qi (disponibile su
richiesta), inoltre, gli utenti non devono più preoccuparsi del rischio esaurire la carica nei
momenti cruciali.
Grazie all’Online Connectivity Unit con SIM integrata, SEAT Leon e-HYBRID sarà connessa al
mondo digitale. In futuro, il sistema consentirà agli utenti di accedere alle ultime app di
infotainment, che potranno essere aggiornate in qualsiasi momento. SEAT Leon e-HYBRID sarà
quindi in grado di offrire nuovi prodotti e servizi digitali durante il suo intero ciclo di vita. L’eSIM
integrata fa anche sì che SEAT Leon e-HYBRID possa usufruire del servizio eCall, che contatta
direttamente i servizi di emergenza in caso di incidente, aumentando ulteriormente il grado di
sicurezza della vettura. Oltre alla possibilità di effettuare una chiamata di emergenza (in
modalità manuale o automatica), ai servizi di emergenza verranno trasmessi i dati più rilevanti
della vettura, come posizione dell’auto, tipo di motore, colore della carrozzeria o numero dei
passeggeri a bordo, agevolando così le operazioni di soccorso.
La connettività online tramite l’eSIM integrata consente, inoltre, ad alcune funzioni di
infotainment di utilizzare le informazioni in tempo reale dal cloud, aggiungendo un’inedita
dimensione al sistema di navigazione tradizionale: per esempio, informazioni sul traffico online,
posizione dei parcheggi e delle stazioni di servizio, nonché orari di apertura e prezzi aggiornati. E
per coloro che non vogliono avere limiti per quanto riguarda la radio da ascoltare, anche la
versione e-HYBRID di SEAT Leon introduce a bordo la radio online, permettendo al cliente di
ascoltare qualsiasi stazione radio online di sua preferenza, anche in caso di trasmissione da un
Paese diverso.
Il numero di servizi online e in-car aumenterà durante l’intero ciclo di vita della vettura man mano
che l’ecosistema digitale si espanderà, migliorando l’esperienza da parte dell’utente.


Sicurezza: maggiore chiarezza grazie ai sistemi ADAS
SEAT Leon non è solo una delle vetture più all’avanguardia in termini di propulsori, ma anche
una delle più sicure mai sviluppate dal marchio. È stata progettata per tenere sotto controllo al
meglio l’ambiente circostante e reagire agli ostacoli presenti sulla strada o ai movimenti
improvvisi di altri conducenti grazie all’integrazione di una serie di sistemi di assistenza alla guida
(ADAS) di ultima generazione completamente inediti.
Le diverse tecnologie presenti a bordo consentono all’auto di rilevare l’ambiente che la circonda
per offrire una protezione ottimale, indipendentemente dallo scenario che si presenta quando si
è al volante, innalzando così la sicurezza a un livello superiore.
SEAT Leon riunisce una gamma di nuovi sistemi ADAS tra cui spiccano Cruise Control adattivo
predittivo (ACC predittivo), Emergency Assist, Travel Assist e Side and Exit Assist: l’insieme di
questi sistemi è in grado di proteggere auto e passeggeri sia durante la guida, sia a vettura
ferma.
Il Cruise Control adattivo predittivo può localizzare la SEAT Leon in base al percorso e ai dati
GPS forniti dal sistema di navigazione, consentendo inoltre di correggere la propria velocità in
base alla configurazione della strada da percorrere: curve, rotatorie, incroci, limiti di velocità e
aree densamente edificate. Avvalendosi degli input della telecamera anteriore e del
riconoscimento della segnaletica stradale, può anche regolare la velocità della vettura
adattandola al cambio dei limiti.
Le funzionalità di guida autonoma proseguono con l’introduzione della tecnologia Travel Assist.
Il sistema sfrutta le informazioni fornite da ACC e Lane Assist per mantenere attivamente la
vettura al centro della propria corsia e regolarne la velocità in base al flusso del traffico,
garantendo così una guida assistita fino ai 210 km/h.
Il conducente deve mantenere costantemente sotto controllo sia il sistema, sia l’ambiente
circostante tenendo almeno una mano sul volante, al fine di garantire la sicurezza e rispettare i
requisiti di legge. Se i sensori della vettura rilevano che questo non accade (il volante
comprende sensori capacitivi in presenza del sistema ACC predittivo) e il conducente allontana
le mani dal volante per qualche secondo, vengono attivati avvertimenti acustici e ottici, nonché
un’eventuale vibrazione tramite i freni. Se il conducente continua a non reagire, l’Emergency
Assist può frenare Leon fino a portarla a un completo arresto.
La gamma di sistemi di sicurezza della nuova Leon si arricchisce di un’altra novità: l’Exit Warning.
Quando si è fermi o ci si appresta ad aprire una porta, la vettura emette un avvertimento
acustico e visivo (tramite l’illuminazione ambiente Smart Wraparound) nel caso in cui stiano
sopraggiungendo altri utenti della strada: può trattarsi di altri veicoli sul lato della strada,
oppure di ciclisti o pedoni sul lato del marciapiede.


Allestimenti: per venire incontro alle esigenze in fatto di stile e sostanza
SEAT Leon e-HYBRID è disponibile in abbinamento ai due allestimenti top di gamma Xcellence
ed FR, e coniuga una ricca gamma di tecnologie di serie e optional offrendo tutto ciò di cui il
conducente ha bisogno con una personalizzazione ai massimi livelli.
Xcellence
Nella versione Xcellence, SEAT Leon e-HYBRID offre il Kessy Advanced (sistema di accesso e di
avviamento senza chiave), due porte USB-C aggiuntive posteriori, in modo che i passeggeri
possano sempre ricaricare i propri dispositivi, e introduce Climatronic tri-zona con sistema
Aircare e bracciolo anteriore e posteriori. Il conducente può usufruire del SEAT Virtual Cockpit di
serie, che rende tutte le informazioni necessarie facilmente accessibili e consente di
personalizzare quanto viene visualizzato, e dello schermo del sistema di infotainment da 10”.
Gli interni vantano anche il sistema Full link (wireless con Apple CarPlay®), sedili in colori e con
finiture specifici Xcellence e volante decorato con il logo Xcellence; si aggiungono inoltre il
pacchetto illuminazione interna a LED Smart Wraparound, il Convenience Pack (con funzione
automatica coming & leaving home, specchietto interno antiabbagliamento e sensore luci e
pioggia), il pacchetto design degli interni e i sensori di parcheggio posteriori.
L’allestimento Xcellence include cerchi in lega Dynamic da 17”, gruppi ottici posteriori full LED
con illuminazione posteriore coast-to-coast, fendinebbia anteriori a LED e luci di direzione
dinamiche. Al look degli esterni si aggiunge la griglia diamantata stampata a caldo, i finestrini
laterali con cornice cromata (i finestrini posteriori sono anche oscurati), i mancorrenti al tetto
cromate, i sensori di parcheggio posteriori e gli specchietti esterni ripiegabili elettricamente.
L’allestimento Xcellence comprende inoltre supporto lombare per il passeggero, battitacco in
alluminio illuminati nelle porte anteriori, illuminazione dei pannelli delle porte e filtro Aircare.
FR
L’allestimento top di gamma FR offre, in aggiunta alla dotazione di serie offerta dall’allestimento
Xcellence, i cerchi in lega “Performance Machined” da 18”, i paraurti, le sospensioni e i terminali
di scarico simulati specifici, il logo FR posteriore con scritta e-HYBRID, il SEAT Drive Profile e il
cielo dell’abitacolo nero. L’allestimento FR vanta inoltre sedili sportivi anteriori con finitura in
tessuto sportivo e volante specifico FR con logo, che aggiungono un tocco di sportività alla
nuova Leon. A differenza dell’allestimento Xcellence, la SEAT Leon FR prevede di serie il sistema
Kessy Go (avviamento senza chiave), mentre il Kessy Advanced è disponibile su richiesta.


Dati tecnici
Motore 1.4 TSI
Cilindri/valvole 4 cil. – 16 v
Cilindrata 1.395 cm³
Alesaggio x corsa 74,5 x 80,0
Rapporto di compressione 10:1
Potenza motore elettrico 115 CV (85 kW)
Capacità della batteria 12,8 kWh
Tempi di ricarica 3 h 42 min. -> 3,6 kW/h
5 h 48 min. -> 2,3 kW/h
Potenza totale max. 204 CV (150 kW)
Coppia totale max. 350 Nm
Velocità massima 220 km/h
Autonomia in modalità
esclusivamente elettrica
WLTP: 58-64 km
Emissioni di CO2 WLTP: 25-30 g/km
Consumi WLTP: 1,1 – 1,3 litri/100 km
SEAT è l’unica azienda che disegn