Giugno 15, 2021

Programmare il futuro … con una Nissan LEAF

La mia vita con una Nissan LEAF: quando lavori nel settore tecnologico, hai bisogno di un’auto con un po ‘più di gioco

Bastano pochi minuti di chat con Lisy Kane per conoscere il suo profondo amore per i videogiochi e la sua ambizione di essere un “punto di svolta” nel suo settore.

“Ho sempre amato la tecnologia”, afferma Kane, produttore senior di videogiochi a Melbourne, in Australia. “Sono sempre stato il primo a provare, il primo a comprare una PlayStation®. E giocavo sempre, da quando avevo 5 o 6 anni.”

La produzione di videogiochi è il lavoro dei suoi sogni, ma quando ha intrapreso la sua carriera si è presto resa conto che le donne rappresentano solo il 20% circa di coloro che lavorano nel settore.

“Se vogliamo realizzare giochi per convincere tutti a giocarci, abbiamo bisogno di persone diverse per realizzarli”, dice Kane.

Classificata tra le migliori al mondo nel suo campo, Kane non si è mai adattata allo stereotipo del giocatore nerd maschio. Il cliché l’ha infastidita a lungo, quindi ha co-fondato la Girl Geek Academy , dove abili professionisti di giochi femminili tengono vari programmi di codifica o hackathon per coinvolgere le ragazze nei giochi.

“Dovremmo creare giochi per tutti, perché i giochi sono giocati al 50% dalle donne e al 50% dagli uomini”, dice Kane. “Lo stereotipo è che sono tutti uomini, ma non è più così. È diventata davvero questa passione ardente per me assicurarmi che tutti sapessero che potevano fare giochi, ed è così che ho iniziato a stare insieme con le donne dietro Girl Geek Academy “.

Scegliere un’auto “con coraggio”

Kane crede anche che la tecnologia abbia un ruolo importante da svolgere in termini di sostenibilità, e questo è stato un altro grande obiettivo della Girl Geek Academy. Quando è arrivato il momento per Kane di acquistare una nuova auto, desiderava esplorare tecnologie all’avanguardia e presto si è trovata a guardare le auto elettriche, in particolare la Nissan LEAF .

“Cerchiamo sempre modi in cui possiamo influenzare e ispirare altre donne”, dice. Inoltre, nella società in cui lavora, League of Geeks, “siamo tutti di sostenibilità ed energia pulita. Quindi non potevo davvero uscire e comprare un’auto a benzina”.

Kane aggiunge: “Ho cercato di scoprire il più possibile sui veicoli elettrici. Ero un po ‘spaventato. Pensavo che fosse davvero scomodo, perché non avevo un caricabatterie a casa. E poi il mio capo mi ha detto: “Hai una stazione di servizio a casa?” Ed è allora che il penny è caduto, perché non è davvero un grande cambiamento nel tuo stile di vita “.

Kane ha cercato un’auto che avesse stile e design e, cosa più importante, una che fosse divertente. Voleva un’auto con “un po ‘di coraggio” e una che fosse “abbastanza potente, che potesse adattarsi al mio stile di vita”.

“Quello che direi a chiunque stia pensando di acquistare un veicolo elettrico è:” Provane solo uno “!” lei dice. “Non appena ho guidato la Nissan LEAF, sono stato venduto.

“C’è anche il fatto che sembra bello. La maggior parte dei veicoli elettrici sembra un po ‘squadrata, o si sforzano troppo per avere un aspetto futuristico. Ma realisticamente, abbiamo solo bisogno che assomiglino a un’auto. E la LEAF sì.”

Le persone spesso chiedono dove lo carica e con che frequenza.

“Quando dico alle persone che puoi semplicemente collegarlo al muro, come un caricabatterie per iPhone, loro perdono la testa!” Dice Kane. “Se devo fermarmi e ricaricare la macchina, di solito vado a prendere un caffè, o vado a pranzo, o faccio la spesa, qualcosa che normalmente avrei fatto comunque. Quindi è completamente integrato nella mia vita”.

Kane aggiunge: “La via del futuro sono i veicoli elettrici, di sicuro. È qualcosa che moralmente, eticamente, e anche solo da una grande macchina e da una grande prospettiva di guida, ha molto senso per me. E non credo di” Tornerò mai alla benzina. “