20 Ottobre 2021

ALPINE CONQUISTA UNA STORICA POLE POSITION E UN ALTRO PODIO IN PORTOGALLO

  • Alpine Elf Matmut Endurance Team ottiene il suo secondo podio consecutivo nella stagione 2021 del FIA World Endurance Championship. 
  • A quarantaquattro anni e un giorno dall’ultima pole position di un prototipo ufficiale inserito dal marchio, un alpino ufficiale parte davanti al resto del gruppo in una grande gara di durata. 
  • Più veloce in qualifica, l’A480 affidata a Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxiviere ha segnato anche il miglior giro in gara durante la 8 Ore di Portimão. 

Dopo essere arrivato secondo a Spa-Francorchamps, l’Alpine Elf Matmut Endurance Team si è recato all’Autódromo Internacional do Algarve per confermare la sua posizione di leader nel FIA WEC. 

Grazie alle informazioni raccolte in Belgio e al meticoloso lavoro svolto nelle officine di Bourges, il team ha messo a punto la A480 per adattarla al nuovo equilibrio di prestazioni in vigore dall’inizio delle prove libere. Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxiviere hanno subito mostrato la loro capacità di dominare la pista portoghese abbassando progressivamente il tempo di riferimento: 1:33.781 nelle FP1, 1:32.074 nelle FP2 e 1:31.652 nelle FP3. 

La squadra era ottimista per le qualifiche e Mathieu Vaxiviere ha costruito su questo slancio andando avanti con il lavoro nella sessione di dieci minuti. Con un giro di 1:30.364s, il francese ha conquistato la prima pole position assoluta di Alpine nel FIA World Endurance Championship e la prima per un prototipo ufficialmente iscritto dal marchio dalla 24 Ore di Le Mans del 1977. 

Nicolas Lapierre ha iniziato la gara di otto ore sotto un cielo soleggiato domenica. Dopo una partenza perfetta, si è subito allontanato dal gruppo degli inseguitori risultando efficiente e incisivo nel traffico nonostante un problema alla radio. Nicolas Lapierre è stato il primo dei leader a fermarsi ed è tornato in testa alla fine dell’ora uno prima di André Negrão, e Matthieu Vaxiviere ha fatto due stint. 

Al primo posto alla fine di ciascuna delle prime quattro ore, l’A480 ha condotto a metà distanza prima che Nicolas Lapierre tornasse indietro dietro le Toyota. Mentre l’A480 ha dovuto fermarsi più spesso della concorrenza, gli sforzi dei tre piloti – successivamente i più veloci in gara – sono stati ripagati venti minuti dopo con un intervento di safety car che ha raggruppato i tre contendenti per la vittoria. 

Nicolas Lapierre ha iniziato a inseguire le Toyota alla ripartenza e ha rapidamente superato Kazuki Nakajima con un superbo sorpasso alla prima curva. Il francese si è poi ripreso e stava per superare Kamui Kobayashi che alla fine si è fermato per raddoppiare il suo stint. Usando strategie diverse, i tre equipaggi si sono alternati in testa mentre giocavano una vera partita a scacchi. Sfortunatamente, un giallo a tutto campo poco dopo l’ultimo pit stop del team ha dato ai leader il margine necessario per controllare la fine della gara. 

André Negrão era al volante per lo sprint finale e ha sigillato il podio sulla A480, a poco più di un minuto dai vincitori, nonostante due soste in più rispetto al trio vincente e una in più rispetto ai secondi classificati. Tuttavia, questo risultato consolida il secondo posto dell’Alpine Elf Matmut Endurance Team nella classifica generale. 

Il prossimo appuntamento della stagione porterà la A480 ei suoi tre piloti in Italia per il terzo round del FIA World Endurance Championship: la 6 Ore di Monza (16-18 luglio). 

Citazioni

“È stato un grande risultato fare una gara pulita in questo evento di otto ore. Non abbiamo riscontrato problemi né commesso errori su questo tracciato fisicamente e tecnicamente impegnativo, come ha dimostrato il piccolo spavento ai freni. La safety car ci ha permesso di rimetterci in corsa e prendere la testa della corsa prima di attaccare duramente per spingere gli avversari a consumare più carburante. Il giallo a tutto campo potrebbe esserci costato il secondo posto, ed è un po’ frustrante non essere stati in grado di competere regolarmente per la vittoria. L’equilibrio delle prestazioni è stato gestito molto bene dal punto di vista delle prestazioni. Tuttavia, ci sono ancora alcuni dettagli da mettere a punto in questo difficile esercizio che stiamo ancora scoprendo. Dobbiamo analizzare tutti i nostri dati per vedere dove possiamo migliorare, ma anche tutte le leve a disposizione delle autorità sportive. Abbiamo del lavoro da fare prima di Monza!
Philippe Sinault, Team Principal Alpine Elf Matmut Endurance Team

“Il team ha avuto un altro grande weekend con una grande macchina, ma è stato un po’ frustrante finire solo terzo. L’A480 è andato forte, abbiamo fatto un lavoro migliore dei nostri rivali con la gestione delle gomme e abbiamo avuto delle grandi battaglie in pista. Il traffico non è stato facile da gestire con gli angoli ciechi, ma è stato molto divertente essere a Portimão. Monza avrà caratteristiche diverse, molto più vicina a Le Mans, e lavoreremo sodo per finire più in alto nella classifica.”
Nicolas Lapierre

“L’inizio della gara è stato davvero piacevole, ma presto ci siamo resi conto che ci attendeva una battaglia in salita per la vittoria visto il divario tra i nostri stint e i loro. È stato difficile, ma questa è la corsa, e abbiamo fatto del nostro meglio fino a quando il giallo ha tolto le nostre possibilità a 30 minuti dalla fine. Nonostante il risultato, sono contento perché il team ha raccolto dati preziosi e ha svolto un lavoro perfetto questo fine settimana.”
André Negrão

“Possiamo trarre molti aspetti positivi dalla nostra pole position, che è stata una ricompensa per tutto il duro lavoro svolto dal team. Stiamo lavorando molto duramente, quindi questa è una prestazione che ci motiva ancora di più per il futuro. Ma penso che siamo tutti un po’ delusi dal risultato della gara. Abbiamo avuto un’altra corsa pulita e abbiamo dato assolutamente tutto quello che avevamo, ma non è stato sufficiente per ragioni al di fuori del nostro controllo. Continueremo a combattere!”
Matthieu Vaxiviere

CLASSIFICA

8 ore di Portimão

  1. Toyota Gazoo Racing n°8 – 300 giri 
  2. Toyota Gazoo Racing n°7 +1.800s 
  3. Alpine Elf Matmut Endurance Team n°36 +1:08.597s 
  4. JOTA n°38 + 4 giri 
  5. JOTA n°28 + 4 giri 

FIA World Endurance Championship Hypercar

  1. Toyota Gazoo Racing – 64 punti 
  2. Alpine Elf Matmut Endurance Team – 42 punti 
  3. Glickenhaus Racing – 1 punto 

Informazioni su Alpine

Fondato nel 1955 da Jean Rédélé, il marchio si è distinto per la sua vettura sportiva in stile francese. Nel 2018 il marchio ha presentato la nuova A110, un’auto sportiva fedele agli intramontabili principi Alpine di compattezza, leggerezza, agilità e piacere di guida. La business unit Alpine viene creata nel 2021. Diventa così il marchio dedicato alle auto sportive innovative, autentiche ed esclusive del Gruppo Renault, beneficiando del patrimonio e dell’artigianalità del suo storico stabilimento di Dieppe, nonché della maestria ingegneristica dell’Alpine Racing e Squadre Auto Alpine.