20 Ottobre 2021

Il 4° Slalom di Salice vicino agli 80 iscritti

Si annuncia un emozionante duello al vertice tra Schillace, vincitore dell’ultima edizione e Ingardia. Fra gli altri gli “affezionati” Incammisa e Leo con le vetture Sport, Bonavires e Truscello con le Turismo.

Pubblicato l’elenco ufficiale dei driver che hanno aderito alla 4^ edizione dello Slalom di Salice. La gara, organizzata  da Top Competition e dall’Associazione Ufficiali di Gara “Zancle” e “Peloro 93” in collaborazione con l’Automobile Club Messina, , entrerà nel vivo domani 19 giugno quando alle 14.30 prenderà il via la procedura di accreditamento presso la Canonica S.Stefano Juniore Via P.Umberto Salice( ME).

Domenica 20 alle 9.00 il via alla  prima manche del tracciato di 2,9 Km ricavato sulla SP51 tra Salice e Portella Castanea, lungo il quale sono dislocate ben 13 postazioni di rallentamento.

Tra gli iscritti spicca il nome del messinese Emanuele Schillace, che vinse con la sua Radical SR4 1600, l’ultima edizione, quella del 2019, prima della sospensione causata dalla pandemia. Schillace che al momento è leader del Tricolore  grazie a due strepitosi successi, il primo alla Rocca di Novara e quello di domenica scorsa a all’Agro Ericino, troverà a Salice a fronteggiarlo il mazzarese Girolamo Ingardia con il quale si contende al momento la vetta del Campionato Siciliano. Ingardia, dopo il successo al Quota 1000 con la F.Gloria Cb 08, tornerà a gareggiare a Salice con la sua abituale Formula Ghipard.

Con altre 2 Radical saranno sicuri protagonisti, il veterano trapanese Nicolò Incammisa con un’altra 1600 e il messinese Santi Léo con una 1400. Fra le vetture “col tetto” ci saranno , nell’ affollatissimo gruppo N, il plurititolato Ignazio Bonavires con la Peugeot 106 1600 e Mario Radici con la Renault Clio Williams in classe 2000.

In gruppo A, tra i più accreditati Alessio Truscello con la Peugeot 106 1400.Tre le presenze femminili: Angelica Giamboi con la Fiat X1/9 con la quale ha brillato nel Gruppo S al quota 1000, Rossella Pappalardo con la Fiat 500 sempre di Gruppo e Katia Di Dio con la Fiat 127 di Gruppo P .