8 Agosto 2022

L’ALPINE A110 E LA GENDARMERIA FRANCESE – ALLORA E ADESSO

Quando la Gendarmeria deve rispondere rapidamente a un incidente su una delle autostrade francesi, le ruote ad alte prestazioni sono un must. Di conseguenza, ha ordinato 26 Alpine A110 da sostituire alle Renault Mégane RS attualmente in servizio. Il capo squadrone Richard Filmotte – curatore del museo nazionale della forza – spiega come il contratto riaccenda l’associazione dei gendarmi con l’iconica berlinette che risale a più di 50 anni fa.

Per una generazione di automobilisti francesi, avvistare un furgone Renault 4 o Estafette blu nello specchietto retrovisore o sul ciglio della strada ha suscitato la domanda immediata: “Ho fatto qualcosa di sbagliato?”. Per decenni, questi modelli Renault hanno incarnato la sorveglianza delle strade della nazione da parte della Gendarmeria . Con l’espansione della rete autostradale negli anni ’60, tuttavia, l’organizzazione ha sentito un bisogno crescente di poter contare su auto in grado di viaggiare oltre i 200 km/h.

Quando svolgono missioni a velocità fino a 230 km/h, è essenziale che i nostri autisti di intervento rapido si sentano tutt’uno con il loro veicolo
Richard Filmotte, Squadron Leader, Gendarmerie Nationale

 

 

 

 

Un’auto speciale per una missione specifica

“Quando la Gendarmeria è stata incaricata di pattugliare le autostrade francesi, l’importanza delle operazioni di intervento rapido è diventata presto evidente”, afferma Richard Filmotte. “Allo stesso tempo, la creazione di una squadra su misura dotata di veicoli veloci ha fornito alla nostra organizzazione un’immagine più moderna e high-tech che è stata rafforzata quando abbiamo iniziato a utilizzare le Alpine A110 nel 1967”.

Il cinema e la leggenda popolare hanno forgiato la percezione comune che il lavoro in autostrada della Gendarmeria comporti principalmente inseguimenti veloci, ma questi ultimi sono piuttosto rari, in realtà. “Abbiamo altri modi per intercettare gli automobilisti in corsa”, osserva Richard Filmotte. “La missione principale del nostro team di intervento rapido è proteggere gli utenti della strada attraverso la nostra capacità di rispondere prontamente in caso di incidente e ciò richiede veicoli potenti in grado di raggiungere la scena il più rapidamente possibile”.

Lezioni di guida specifiche

Gli equipaggi di queste vetture sono sottoposti a un meticoloso processo di reclutamento . “Sono sottoposti a un’accurata visita medica e le loro capacità di guida vengono valutate su un circuito”, spiega Richard Filmotte. I selezionati ricevono una formazione specialistica presso l’autodromo di Le Mans-Bugatti, con l’obiettivo di farli sentire tutt’uno con il loro veicolo in modo da potersi concentrare esclusivamente sulla loro missione. “L’anticipazione è essenziale e l’auto che usano deve essere uno strumento che consenta loro di fare proprio questo”.


L’Alpine A310 è succeduto all’A110 in Gendarmeria negli anni ’70, prima di essere sostituito dai modelli Renault.

Dopo la famosa berlinette , l’organizzazione passò a un altro modello alpino, l’A310 , che prestò servizio dal 1973 al 1987. La squadra in seguito ebbe accesso alla GTA, ma non fu mai commissionata per lavori di pattugliamento autostradale. I veicoli del Gruppo Renault che da allora hanno servito la Gendarmeria si estendono dalla Renault 18 Turbo (1984 fino al 1987), Renault 21 Turbo da 2 litri (1992-1995) e Renault Mégane IDE (2001-2006) alla più recente Renault Mégane RS (2011) -2021). Il museo di Richard Filmotte a Melun , a sud di Parigi, è l’orgoglioso proprietario di una di queste auto.

Una nuova missione per l’A110

Oggi è l’ultimo Alpine A110 che è pronto a seguire le impronte dei pneumatici dei suoi illustri predecessori dopo l’annuncio dello scorso ottobre che il Gruppo Renault aveva vinto la gara indetta quattro mesi prima.

Il modello si è distinto per le prestazioni e la precisione di guida del telaio e del motore da 252 cavalli. Tuttavia, al posto del familiare blu metallizzato del marchio, le nuove auto di pattuglia presenteranno una livrea Abysse Blue più scura . “Sono passati alcuni anni dall’ultima volta che abbiamo richiesto che i nostri veicoli fossero verniciati nel colore tradizionale della Gendarmeria”, osserva Richard Filmotte. “Per motivi di costo, utilizziamo la tonalità disponibile più vicina nel catalogo del produttore.”

Dopo il loro montaggio a Dieppe , in Normandia, i 26 Alpine A110 saranno consegnati all’azienda specializzata Durisotti presso lo stabilimento di Sallaumines vicino a Lille dove, oltre al primo equipaggiamento, saranno dotati di accessori come lampeggianti, sirene e luci dinamici bacheche, nonché le decalcomanie appropriate e le marcature riflettenti, ecc.

E negli anni a venire, una delle auto sarà senza dubbio messa da parte per essere esposta accanto ai suoi antenati a Melun, dove Richard Filmotte potrà custodirla con la stessa cura e attenzione che riserva all’A310 che ha avuto il privilegio di guidare lui stesso all’inizio della sua carriera.

Adozione della piattaforma di certificazione Blockchain di Wiztopic

Al fine di salvaguardare la propria comunicazione, il Gruppo Renault ne certifica i contenuti presso Wiztrust dal 20 febbraio 2020. È possibile verificare l’autenticità delle nostre informazioni sul sito web www.wiztrust.com.