29 Gennaio 2023

BMW i Ventures investe nel combinatore Y Alum HeyCharge per amplificare l’implementazione della ricarica dei veicoli elettrici nelle località residenziali

Monaco di Baviera/ Mountain View, California BMW i Ventures ha annunciato oggi un investimento principale in HeyCharge, la start-up tedesca che democratizza l’accesso alle stazioni di ricarica per veicoli elettrici (EV) in complessi di appartamenti, edifici per uffici e altri luoghi infrastrutturali. HeyCharge era nel
gruppo di start-up dell’estate 2021 di Y Combinator.

“La rapida crescita del mercato dei veicoli elettrici nei prossimi anni richiederà una maggiore creazione di infrastrutture per soluzioni di ricarica in tutto il mondo”, ha affermato Kasper Sage, Managing Partner, BMW i Ventures. “HeyCharge è la prima azienda ad abilitare la ricarica di veicoli elettrici senza connessione a Internet, che è un fattore chiave per coprire i punti bianchi non sfruttati. Con la tecnologia di HeyCharge, diventa interessante installare i caricatori in luoghi che prima non sarebbero stati commercialmente fattibili”.

Tradizionalmente, i caricabatterie per veicoli elettrici richiedono un’app o una scheda RFID e una connessione Internet adeguata per iniziare l’attivazione. Tuttavia, la maggior parte dei garage sotterranei attualmente non dispone di un punto di accesso a Internet o della possibilità di installare tali scatole. Chris Cardé, fondatore e CEO di HeyCharge, ha riconosciuto il problema con questo sistema tradizionale e l’opportunità di risolverlo dopo aver portato la sua prima casa di veicoli elettrici in un condominio di Monaco. Con l’aumento della quantità di veicoli elettrici in circolazione – entro il 2040, praticamente ogni nuova auto venduta a livello globale sarà elettrica – ci sarà una grande necessità di un’opzione di ricarica scalabile che si adatti alla vita quotidiana dei consumatori.

Con il 56% della Germania e il 46% dell’Europa che vive in condomini e il 37% degli affittuari negli Stati Uniti, questo è un ovvio passo successivo per l’espansione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici, ma l’attuale dipendenza dalla connettività Internet sta frenando la scalabilità. Ecco perché HeyCharge ha deciso di aiutare a ottenere una soluzione economica, commerciale e scalabile per questa fascia di popolazione.  

La tecnologia in attesa di brevetto di HeyCharge, SecureCharge, elimina la necessità di una connessione Internet in loco, consentendo all’app e ai caricabatterie di comunicare direttamente tramite Bluetooth con l’app HeyCharge o l’SDK. Ciò massimizza la disponibilità del sistema riducendo al minimo la latenza tra il telefono e il caricabatterie. Se combinato con Access Point, il componente hardware semplice ed efficace di HeyCharge, i costi totali possono essere ridotti fino all’80% negli edifici.

“Oltre alla nostra wallbox completa, l’Access Point HeyCharge è una wallbox personalizzata dispositivo che pone il minimo indispensabile per il controllo degli accessi e la fatturazione dei consumi lato edificio, consentendo un’installazione facile e veloce che può essere effettuata da qualsiasi elettricista in pochi minuti”, ha affermato Chris Cardé, fondatore e CEO di HeyCharge. “Siamo entusiasti di utilizzare questo investimento per scalare il nostro prodotto a livello globale e offrire opzioni di ricarica a basso costo ai consumatori”. La soluzione di HeyCharge rende la ricarica dei veicoli elettrici non solo scalabile, ma anche più conveniente e accessibile in modo che la ricarica dei veicoli elettrici sia resa possibile ovunque tu viva o lavori, ha affermato Chris Cardé, fondatore e CEO di HeyCharge. “Siamo entusiasti di lavorare con BMW i Ventures in questo round e non vediamo l’ora di utilizzare questo investimento per scalare il nostro prodotto a livello globale e offrire opzioni di ricarica a basso costo ai consumatori”.