20 Giugno 2024

La Citroën C3 Rally2 messa alla prova al Rally di Monte-Carlo

I piloti #C3Rally2Family hanno dato il via al loro anno al sempre impegnativo Rallye Monte-Carlo, poiché l’iconico evento ha ospitato l’alzarsi del sipario della stagione 2022. Nonostante la loro buona dose di cicatrici da corsa, i piloti della Citroën C3 Rally2 hanno comunque mostrato un ritmo impressionante per tutto il fine settimana.

Contestate di notte nelle difficili condizioni tipiche delle Prealpi a gennaio, inclusa una corsa sull’iconico Col de Turini, le prime due tappe del Rallye Monte-Carlo hanno fornito un serio test iniziale per gli equipaggi. Eric Camilli ha spinto fin dall’inizio con la sua C3 Rally2, chiudendo la breve tappa di apertura in testa alla classe WRC2.

Il coraggioso Citroën Stéphane Lefebvre ha firmato ancora una volta per competere nella C3 Rally2 per il suo programma WRC2 in questa stagione. Conosce l’auto sin dalle sue prime uscite competitive, avendo corso nella C3 Rally2 nel WRC nel 2018. Fiducioso con gli aggiornamenti del 2022, ha ottenuto la prima vittoria di tappa WRC2 (SS3) per Andy Malfoy, il suo copilota, conquistando la Allo stesso tempo, è in testa alla classifica generale WRC2. Yohan Rossel, vincitore del WRC3 nel 2021, ha aggiunto il suo nome alla lista dei top performer con due vittorie di tappa, rispetto alle tre in totale di Lefebvre. La C3 Rally2 ha dominato la tanto scoraggiata seconda giornata.

Ottenendo diverse vittorie di tappa WRC2 dall’inizio del Rallye Monte-Carlo, i piloti #C3Rally2Family hanno prodotto prestazioni di altissimo livello. Tuttavia, le condizioni stradali di prova sulle tappe hanno catturato gli equipaggi. Eric Camilli ha gettato la spugna dopo la PS5, prima che Stéphane Lefebvre si ritirasse a causa di una delle sue ruote strappate alla PS9.

Finendo costantemente tra i primi due delle tappe, Yohan Rossel ha impressionato dopo il suo passaggio al WRC2 con la C3 Rally2 quest’anno. In lotta per la leadership assoluta, Rossel è stato un forte concorrente e ha resistito alla dura prova del Rally di Monte-Carlo. Alla fine sesto di classe, il pilota della C3 Rally2 ha comunque concluso il suo rally ottenendo il massimo dei punti nella Power Stage.

Il pilota americano Sean Johnston ha continuato la sua curva di apprendimento nel WRC con la C3 Rally2. Pieno di fiducia per tutto il rally, il suo approccio intelligente e metodico gli ha assicurato il quarto posto nel WRC2, il suo miglior risultato fino ad oggi nella categoria.

Top performer al Rallye Monte-Carlo WRC2 con nove vittorie di tappa, la C3 Rally2 ha più che soddisfatto le aspettative di prestazioni in quello che è ampiamente considerato uno dei rally più duri del calendario WRC. Gli equipaggi hanno beneficiato della consulenza e della competenza degli ingegneri di Citroën Racing, assicurandosi di poter sfruttare il potenziale di C3 Rally2 con le migliori soluzioni tecniche. I piloti del #C3Rally2Family hanno sicuramente dimostrato che quest’anno saranno seri contendenti al titolo WRC2.

CIÒ CHE DICONO…

Didier Clément, Responsabile Customer Racing, Citroën Racing

“Abbiamo visto chiaramente il ritmo della macchina questo fine settimana! Eric Camilli era in testa alla WRC2 quando ha commesso il suo errore minore, ma fatale. Stéphane Lefebvre stava per raggiungere la vetta della classifica WRC2 quando è stato penalizzato per l’errore del suo gravel crew. I piloti della C3 Rally2 si sono sicuramente presentati questo fine settimana. Anche il nostro campione WRC3 2021 è stato uno che ha impressionato e si è adattato rapidamente alla vita nel WRC2 con il C3 Rally2 e i suoi nuovi aggiornamenti. Era anche in lizza per la vittoria di classe, prima di aggiungere il suo nome alla lista dei piloti che sono caduti vittime delle impegnative tappe del Rallye Monte-Carlo. Senza problemi tecnici e scelte di pneumatici sani, i piloti #C3Rally2Family hanno prodotto ottime prestazioni. Purtroppo l’imprevedibilità dell’evento fa sì che il risultato complessivo in termini di punti, nonostante alcune ottime prestazioni, è un po’ al di sotto delle nostre aspettative. Ma non riflette il livello di prestazioni della C3 Rally2 e dei nostri equipaggi. Siamo molto soddisfatti della prestazione solida e costante di Sean Johnston, che è arrivato quarto nella classe WRC2”.

Vincent Ducher, Team Manager SainteLoc Racing Rally

“Il quarto posto per Sean Johnston è un buon risultato per il team SaintéLoc. Il Rally di Monte-Carlo è sempre un evento duro e impegnativo. Non abbiamo avuto alcun problema tecnico sulla C3 Rally2, che mostra la sua affidabilità, oltre al suo livello di prestazioni. Sean ha disputato un’ottima gara e ha confermato i suoi progressi nella C3 Rally2. Eric Camilli stava dominando la WRC2 prima di essere sorpreso da una zona ghiacciata. Avrà l’opportunità di riprendersi nei prossimi round del campionato”.

Thomas Breton, ingegnere di Eric Camilli alla SaintéLoc Racing

“Abbiamo sfruttato le opzioni di assetto possibili con la C3 Rally2 per implementare soluzioni diverse in base alle diverse condizioni stradali che si ottengono al Rally di Monte-Carlo. Con Eric Camilli, inizialmente avevamo pianificato un approccio abbastanza aggressivo prima di passare a un assetto più morbido, che ci consentisse di sfruttare al meglio il livello di prestazioni della C3 Rally2 nelle condizioni di giovedì sera”.

Sean Johnston, SaintéLoc Racing – 4° a Monte-Carlo nel WRC2

“E’ sempre molto gratificante arrivare alla fine di un Rallye Monte-Carlo, vista l’impegnativa gara per gli equipaggi e per le vetture, quindi questo è sicuramente il nostro miglior risultato nel WRC2. Abbiamo lavorato molto durante i test pre-evento e quella preparazione ci ha aiutato a partire bene. Ci siamo sentiti fiduciosi nella C3 Rally2 e nei suoi ultimi aggiornamenti. Siamo riusciti a fare progressi durante i quattro giorni di gara, senza problemi. Abbiamo fatto un vero passo avanti questo fine settimana e ora non vedo l’ora di sfruttare un po’ di più il potenziale della C3 Rally2”.

Yohan Rossel, PH Sport – 6° a Monte-Carlo nel WRC2

“Gli aggiornamenti introdotti sulla C3 Rally2 dagli ingegneri di Citroën Racing mi hanno aiutato ad iniziare il mio programma WRC2 con sicurezza. Mi sento a mio agio in macchina e sono riuscito a lottare per il comando per il 75% del rally. Questo mostra i miei progressi rispetto all’anno scorso e quelli della C3 Rally2. In termini di prestazioni, abbiamo avuto un buon rally. Purtroppo, il risultato non riflette il ritmo che avevamo perché alla fine della terza giornata ho perso tempo bloccato su una sponda e poi ho avuto due forature. È incredibilmente frustrante! Ma siamo qui per imparare e migliorare. Lo abbiamo dimostrato e la squadra ha lavorato molto duramente. Ora ci concentreremo sul prossimo round del WRC2”.