19 Maggio 2022

P8 combattuto per Nissan e.dams nell’intenso E-Prix di Monaco

MONTE CARLO, Monaco – Il pilota di Formula E di Nissan e.dams Sébastien Buemi ha lottato duramente per assicurarsi l’8° posto e quattro punti all’E-Prix di Monaco di oggi, nonostante fosse partito dal 22° posto. Anche il compagno di squadra Maximilian Günther ha guidato con grinta e determinazione, salendo al settimo posto dall’11° in griglia prima di dover rallentare nell’ultimo giro e finire in P17.

Il sesto round del Campionato mondiale ABB FIA Formula E 2021/22 si è svolto davanti a tribune affollate e in perfette condizioni di sole sull’iconico circuito di Monaco. Le vetture di Formula E hanno corso sul famoso circuito completo e i fan si sono goduti un’azione senza fine.

Entrambi i piloti hanno mostrato un buon passo nelle due sessioni di prove libere ottenendo un quinto posto ciascuno, ma non sono riusciti a superare la fase a gironi in qualifica. Tuttavia, le auto Nissan e.dams si sono animate nella seconda metà della gara mentre i piloti si sono spostati in avanti attraverso il gruppo vivace.

Buemi ha messo a frutto la sua vasta esperienza in Formula E e ha guadagnato ben 14 posizioni. Günther ha mantenuto un settimo posto che è stato quasi suo fino alla fine, ma che non è riuscito ad assicurarsi nell’ultimo giro dopo aver esaurito le energie.

“Per noi un E-Prix di Monaco agrodolce”, ha affermato Tommaso Volpe, general manager, Nissan Formula E, e amministratore delegato, Nissan e.dams Formula E Team. “Abbiamo ancora alcuni miglioramenti da apportare alle nostre prestazioni in qualifica e Max ha perso i duelli con un margine molto piccolo. Tuttavia, la nostra strategia di gara era forte e il nostro ritmo era buono.

“Entrambi i piloti hanno recuperato molte posizioni. Séb ha disputato un’ottima gara partendo dalla P22 e finendo in P8. Max era in P7, ma nell’ultimo giro ha dovuto rallentare perché era a corto di energie. Nel complesso, ci stiamo muovendo a destra direzione in termini di prestazioni e parto dal Monaco con alcuni aspetti positivi e qualche punto”.

Lontano dalle gare di Formula E, Nissan ha entusiasmato i fan con un’altra delle sue auto completamente elettriche ad alte prestazioni: la LEAF NISMO RC. Basato sull’auto da strada Nissan LEAF, questo prototipo da pista, con carrozzeria in fibra di carbonio, bimotore, ha portato una manciata di ospiti a fare giri caldi, dimostrando le sue emozionanti prestazioni di scatto da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi.  

Nissan gareggia in Formula E per portare l’entusiasmo e il divertimento dei veicoli elettrici a emissioni zero a un pubblico globale. Come parte del suo obiettivo di raggiungere la neutralità del carbonio in tutte le sue operazioni e nel ciclo di vita dei suoi prodotti entro il 2050, Nissan intende elettrificare ogni nuova offerta di veicoli entro l’inizio degli anni ’30 nei mercati chiave. La casa automobilistica giapponese mira a portare la sua esperienza nel trasferimento di conoscenze e tecnologia tra la pista e la strada per veicoli elettrici migliori per i clienti.

|Driver: Maximilian Guenther|Team: Nissan e.dams|Number: 22|Car: Nissan IM03|Car: Spark SRT05e||Photographer: Shiv Gohil|Event: Monaco ePrix|Circuit: Circuit de Monaco|Location: Monte Carlo|Series: FIA Formula E|Season: 2021-2022|Country: Monaco|Keyword: season 8|Keyword: season eight|Keyword: S8|Keyword: motorsport|Keyword: electric racing|Keyword: single seater|Keyword: open wheel|Keyword: 2022|Keyword: April|Keyword: round 6|Keyword: round six|Keyword: principality||Session: race|

CITAZIONI DEL CONDUCENTE

Sébastien Buemi
“Emozioni contrastanti oggi. Nel complesso, abbiamo fatto un’ottima gara dall’ultimo in griglia all’8° posto, e penso che abbiamo meritato i nostri punti. Le qualifiche sono state deludenti dopo essere stato 5° nelle FP1, e faccio fatica a capire cosa sia successo. Io so che abbiamo ritmo; è solo una questione di essere sicuro di poter mettere tutto insieme. Ma le modifiche che abbiamo apportato alla macchina e il risultato che abbiamo ottenuto mi danno fiducia che possiamo andare a Berlino con la massima concentrazione per fare un lavoro migliore in qualificazione”.

Maximilian Günther “Oggi sono partito dalla P11, quindi abbiamo lottato fin dall’inizio. La nostra efficienza non era così buona come le macchine intorno a me, quindi eravamo un po’ a corto di energie per tutto il tempo. Nel complesso, abbiamo fatto una buona gara ; Ho guadagnato alcune posizioni con alcune mosse opportunistiche e sono corso al settimo posto per la maggior parte del tempo fino all’ultimo giro. Abbiamo fatto tutto il possibile e non abbiamo lasciato nulla sul tavolo. Nessun rimpianto per la prestazione della nostra squadra – nessun punto per me, ma aspetti positivi da portare via. Sono molto motivato per Berlino”.