31 Gennaio 2023

BMW Motorrad presenta la BMW M 1000 RR come modello dell’anniversario dei 50 anni.

Monaco. Per celebrare il 50° anniversario della BMW M GmbH, fondata nel 1972 come BMW Motorsport GmbH, BMW Motorrad presenta il modello dell’anniversario M 1000 RR 50 anni M in finitura giallo San Paolo e con lo storico emblema 50 anni BMW M. Con i suoi sorprendenti colori M, questo modello dell’anniversario è all’altezza della filosofia M e dello spirito racing di quasi 100 anni di costruzione di motociclette di BMW Motorrad e 50 anni di veicoli BMW M. La M RR 50 Years M è quindi dotata di serie del pacchetto M Competition. Oltre all’ampio pacchetto di parti fresate M e all’esclusivo pacchetto M in carbonio, fanno parte sia un forcellone più leggero in alluminio anodizzato argento, il codice di sblocco per il laptrigger M GPS, nonché la catena M Endurance, il pacchetto sellino e il rivestimento della sella del passeggero la dotazione standard.


M – la lettera più potente del mondo.

Alla fine del 2018, BMW Motorrad ha già introdotto la strategia di successo della gamma di automobili BMW M per motociclette e da allora offre equipaggiamenti speciali M e M Performance

Parti. La BMW M 1000 RR, nota come M RR in breve, ha finalmente celebrato la sua anteprima mondiale a settembre 2020 come primo modello M di BMW Motorrad basato sulla S 1000 RR.

Oggi, come in passato, BMW Motorrad segue la filosofia della lettera più potente del mondo: M è sinonimo in tutto il mondo di successo nelle corse e del fascino dei modelli BMW ad alte prestazioni ed è rivolto a clienti con esigenze di prestazioni particolarmente elevate , esclusività e individualità. Infine, ma non meno importante, dal 2021 la BMW M RR è anche la moto base del BMW Motorrad World SBK Team, così come di molti altri team di corse in tutto il mondo.

BMW Motorsport GmbH e BMW M GmbH (dal 1993).

La BMW Motorsport GmbH è stata fondata nel 1972 con l’idea di unire tutte le attività BMW Motorsport sotto lo stesso tetto e costruire veicoli da corsa ad alte prestazioni e motori da corsa per le corse automobilistiche. La BMW 3.0 CSL (CSL = Coupe Sport Light Construction) fece il suo debutto come prima vettura da corsa della BMW Motorsport GmbH nel 1973 e in occasione della fondazione della BMW Motorsport GmbH, Robert A. Lutz, membro del Consiglio di Amministrazione di La BMW AG for Sales nel 1972 dichiarò all’epoca: “Un’azienda è come un essere umano. Se fa sport, rimane in forma, entusiasta, più efficace e potente”.

La BMW 3.0 CSL fece il suo debutto nell’European Touring Car Championship nella stagione 1973, e con essa l’uniforme di una scuderia nei tre colori BMW Motorsport blu, viola e rosso su uno sfondo bianco come la neve che ancora caratterizza questa giorno. Questa combinazione di colori nella versione aggiornata Blue – Dark Blue – Red determina l’aspetto del logo BMW M e dei veicoli BMW M fino ad oggi.

La leggendaria combinazione di colori si trova già sui primi veicoli BMW M sviluppati per la strada nella seconda metà degli anni ’70 e caratterizza anche i veicoli da corsa a venire e i loro successi nel motorsport. Ad esempio, nel 1978 la supersportiva M1 e dal 1980 in poi le auto da corsa di Formula 1 con le quali Nelson Piquet vinse il Campionato del Mondo di Formula 1 nel 1983.

Dall’Isola di Man a Dakar – BMW Motorrad e motorsport.

Ma non è solo dal 1972, e non solo nelle automobili BMW, che il marchio BMW è stato spinto a vincere. Eccezionali successi e innovazioni nelle corse derivano anche dal motorsport. Già nei primi decenni della storia dell’azienda, BMW e il motorsport erano legati a nomi indimenticabili come Ernst Jakob Henne e Georg “Schorsch” Meier. La leggendaria vittoria di “Schorsch” Meier con la sua BMW sovralimentata nel Senior Tourist Trophy del 1939 sull’Isola di Man è indimenticabile.

E nel 1976, esattamente 37 anni dopo, Helmut Dähne e Hans Otto Butenuth festeggiano il quinto posto nel Production TT. In questa classe fino a 1000 cc hanno fatto segnare il miglior tempo con la loro BMW R 90 S, ma a causa di una regola di handicap che vige lì, sono stati elencati al quinto posto in classifica dietro a due 250 cc e due 500 cc. Tuttavia, dato il miglior tempo, questo quinto posto è stato celebrato come una vittoria.

75 anni dopo il successo di “Schorsch” Meier nel Senior TT, Michael Dunlop riesce di nuovo nel 2014 sulla BMW S 1000 RR. E negli anni a seguire, la RR ha lasciato il segno inconfondibile nel Tourist Trophy con ulteriori vittorie.

Ma i colori BMW M sono rappresentati anche sulle moto BMW fuori dai sentieri battuti. Ad esempio, sulle moto ufficiali della BMW GS con le quali Hubert Auriol e Gaston Rahier hanno dominato il Rally Parigi-Dakar all’inizio degli anni ’80.

Come nessun’altra motocicletta BMW fino ad oggi, il modello M RR 50 Years M porta al suo interno questo DNA storico del motorsport. Questa eccezionale motocicletta può essere ordinata solo tra il 21 maggio e il 30 novembre 2022.

Troverai materiale per la stampa sulle motociclette BMW e sull’equipaggiamento dei motociclisti BMW Motorrad nel BMW Group PressClub all’indirizzo www.press.bmwgroup.com .



Il BMW Group

Con i suoi quattro marchi BMW, MINI, Rolls-Royce e BMW Motorrad, il BMW Group è il principale produttore mondiale di automobili e motocicli premium e fornisce anche servizi finanziari e di mobilità premium. La rete di produzione del BMW Group comprende 31 stabilimenti di produzione e assemblaggio in 15 paesi; l’azienda ha una rete di vendita globale in più di 140 paesi.

Nel 2021, il BMW Group ha venduto oltre 2,5 milioni di autovetture e oltre 194.000 motocicli in tutto il mondo. L’utile prima delle imposte nell’esercizio 2020 è stato di 5.222 miliardi di euro su ricavi pari a 98.990 miliardi di euro. Al 31 dicembre 2020, il BMW Group aveva una forza lavoro di 120.726 dipendenti.

Il successo del BMW Group si è sempre basato su un pensiero a lungo termine e un’azione responsabile. L’azienda ha impostato la rotta per il futuro in una fase iniziale e ha costantemente posto la sostenibilità e la gestione efficiente delle risorse al centro della sua direzione strategica, dalla catena di approvvigionamento attraverso la produzione fino alla fase di fine utilizzo di tutti i prodotti.