29 Gennaio 2023

SUZUKI GSX-R750 PODIO AL VIRGINIA MOTOAMERICA

Jake Lewis: GSX-R1000R – 5°
Sam Lochoff: GSX-R750 – 12°
Tyler Scott: GSX-R750 – 2°
Liam Grant: GSX-R750 – 10°
Richie Escalante: GSX-R1000R – DNF

Team Vision La ruota M4 ECSTAR Suzuki ha avuto un ruolo da protagonista in una giornata drammatica quando il MotoAmerica AMA/FIM North American Road Racing Championship 2022 è ripreso sabato al Virginia International Raceway.

Il prodigio sedicenne Tyler Scott è stato l’headliner della squadra, guadagnandosi il podio della sua prima carriera in MotoAmerica Supersport solo nella sua terza gara e la sua prima sulla Suzuki GSX-R750.

Scott si è unito in una vivace battaglia multi-pilota per la vittoria dal suo compagno di squadra Vision Wheel M4 ECSTAR Suzuki, Sam Lochoff. I due hanno aperto la gara dalla prima fila a bordo delle loro Suzuki GSX-R750 e hanno subito spinto per la posizione in una lotta a cinque per il comando.

ASBK-3-Jake Lewis-1

Nonostante si stesse riprendendo da una gamba rotta di recente, Lochoff ha preso il comando al quinto giro ma è stato spinto via dall’erba da un altro pilota pochi istanti dopo, recuperando in quinta posizione. Scott ha raccolto la lotta e il rookie si è ritrovato stretto tra due ex campioni della classe regina mentre era secondo a un certo punto.

Scott è balzato in testa a tre giri dalla fine, ma ha perso un paio di posizioni quando è stato costretto a fare un miracolo su un quasi highside solo per rimanere in piedi a poco più di due giri dalla fine.

Lochoff, che ha lottato per tornare in lizza, a quel punto ha accettato la sfida al secondo posto, solo per cadere fuori posizione nell’ultimo giro della gara. Ciò ha restituito il secondo posto a Scott per assicurarsi il suo primo podio nella classe.

“E’ stata una gara incredibile”, ha detto Scott. “Faceva davvero caldo e le gomme scivolavano dappertutto. Sono davvero felice di aver ottenuto dei punti decenti dopo un’apertura difficile, ed è davvero bello essere sul podio.

ASBK-3-Sam Lochoff-3

“Sono super entusiasta di essere sulla GSX-R750: la moto è fantastica. Nel complesso, è stata una grande gara e non avrei potuto farcela senza l’intero team Vision Wheel M4 ECSTAR Suzuki”.

Lochoff è riuscito a rientrare nella mischia per finire al 12° posto. Ha detto: “Faceva molto caldo, ma mi sono sentito benissimo in gara. È deludente che io e la squadra abbiamo lavorato così tanto ma non abbiamo ottenuto un buon risultato. Ci sono stati molti aspetti positivi sulla gara. Ci siamo qualificati bene e sono stato in grado di lavorare in testa. Un altro pilota poi mi ha mandato nell’erba. È preoccupante il modo in cui qualcuno ha guidato in modo così irresponsabile perché questo sport è abbastanza pericoloso senza quel tipo di guida. Se cado o scappo, è colpa mia e mi assumo sempre la piena responsabilità dei miei errori ma, secondo me, non è quello che è successo all’inizio della gara. Non vediamo l’ora di vedere quanto bene possiamo fare domani”.

Anche con la sfortuna di Lochoff, le GSX-R750 di nuova generazione costruite dal Team Hammer hanno rappresentato due posizioni tra i primi cinque e tre tra i primi dieci con Jaret Nassaney di Altus Motorsports Suzuki che è arrivato quinto e Liam Grant di ECSTAR Suzuki di Vision Wheel M4 ECSTAR che ha preso il decimo.

ASBK-3-Richie Escalante-1

La gara di MotoAmerica Superbike di sabato è stata un affare altrettanto misto. Il debuttante di classe Premier Richie Escalante ha combattuto tra i primi cinque a bordo della sua Vision Wheel M4 ECSTAR Suzuki GSX-R1000R prima che un incidente anticipato lo mettesse fuori gara.

Il compagno di squadra Jake Lewis ha registrato una corsa misurata in condizioni afose, guadagnando infine un solitario quinto. Il risultato è stato il quarto posto del Kentuckian sesto o migliore all’inizio del suo ritorno in Superbike mentre continua a tornare al top della forma.

Il Team Hammer tornerà in azione domenica al Virginia International Raceway con l’obiettivo di realizzare il suo potenziale vincente.