29 Gennaio 2023

Nissan e.dams combatte duramente in un impegnativo E-Prix di Marrakech

Nissan e.dams ha combattuto duramente in un E-Prix di Marrakech altamente competitivo, facendo tutto il possibile per trovare un buon ritmo durante l’evento e avvicinandosi ai duelli di qualificazione.

Con la Formula E che utilizza un orario modificato per evitare di correre nel caldo di mezzogiorno, Sébastien Buemi e Maximilian Günther sono scesi in pista venerdì sera, ottenendo il loro primo assaggio del Circuit International Automobile Moulay El Hassan in oltre due anni.

Buemi ha fatto segnare il sesto miglior tempo nelle FP2 sabato mattina, prima che entrambi i piloti uscissero nel Gruppo A per le qualifiche. In una sessione estremamente serrata, in cui poco più di mezzo secondo si è diviso tra primo e ultimo, la coppia ha mancato di poco il passaggio ai Duelli.

Buemi è partito con una posizione di vantaggio su Günther dalla nona fila della griglia, con il tedesco che ha fatto progressi nei primi giri. Gli sforzi di Buemi lo hanno visto risalire al 14° posto, prima che il pilota svizzero si ritirasse per finire 16°. Günther stava facendo ulteriori incursioni, superando i rivali ma il contatto con un altro pilota durante un sorpasso ha danneggiato la sua vettura, costringendolo infine al ritiro dalla gara.

“Nel complesso, il nostro ritmo qui non è stato il migliore che abbiamo visto in questa stagione, ma ce lo aspettavamo”, ha affermato Tommaso Volpe, direttore generale, Nissan Formula E e amministratore delegato, Nissan e.dams Formula E Team. “Le qualifiche sono state davvero serrate – abbiamo mancato di poco i Duelli ma poi anche Séb ha subito una penalità di tre posizioni. Partire così indietro non è mai facile, ma entrambi i piloti erano contenti dell’equilibrio della vettura e siamo riusciti a mantenere l’abbassamento della temperatura della batteria, che era difficile in queste condizioni.Sapevamo che sarebbe stata dura a causa della natura del tracciato e delle caratteristiche della nostra vettura.Purtroppo non c’erano periodi di Full Course Yellow o Safety Car per provare ad approfittare di, limitando il nostro potenziale.”

Le Nissan e.dams torneranno in azione tra due settimane mentre la Formula E si recherà a New York per un double-header dal 16 al 17 luglio.

Nissan gareggia in questo campionato mondiale completamente elettrico per portare l’eccitazione e il divertimento dei veicoli elettrici a emissioni zero a un pubblico globale. Come parte del suo obiettivo di raggiungere la neutralità del carbonio in tutte le sue operazioni e nel ciclo di vita dei suoi prodotti entro il 2050, Nissan intende elettrificare ogni nuova offerta di veicoli entro l’inizio degli anni ’30 nei mercati chiave. La casa automobilistica giapponese mira a portare la sua esperienza nel trasferimento di conoscenze e tecnologia tra la pista e la strada per veicoli elettrici migliori per i clienti.

Citazioni dell’autista

Sébastien Buemi
“Sapevamo che questo sarebbe stato un circuito difficile per noi, ma sono contento della mia prestazione. Le qualifiche sono state davvero serrate tra tutte le squadre, ci mancava solo un decimo per passare ai Duelli, il che avrebbe è stato fantastico. Ovviamente non era il risultato finale che stavamo cercando, ma abbiamo imparato molto sulla nostra macchina e la porteremo avanti a New York. Siamo stati forti lì la scorsa stagione, quindi cercheremo di ripeterlo alla fine di questo mese .”

Maximilian Günther
“C’è stata molta azione all’inizio della gara. Ho guadagnato una posizione e da lì siamo riusciti ad andare abbastanza bene, effettuando alcuni sorpassi e utilizzando le modalità di attacco in anticipo. Abbiamo fatto una buona gara, ma poi la mia macchina si è danneggiato in un incidente e l’ala anteriore alla fine è caduta completamente. È stato un peccato, ma ci sono aspetti positivi, dato che il ritmo era buono su una pista che non è proprio la nostra migliore. Non è il nostro giorno, le cose non sono andate insieme ma noi andrà avanti e avrà un’altra possibilità a New York”.