2 Ottobre 2022

Dinamica di guida all’avanguardia: la BMW M GmbH inizia i test concettuali per i modelli completamente elettrici ad alte prestazioni.

Monaco di Baviera . BMW M GmbH apre il prossimo capitolo della sua trasformazione verso la mobilità elettrica. Con i primi test drive di un cosiddetto veicolo di prova per innovativi sistemi di controllo della trazione e del telaio, un team multidisciplinare di sviluppatori sta ora testando le soluzioni hardware e software progettate per le future auto completamente elettriche ad alte prestazioni. Il test del concept si concentra su un sistema di trazione integrale composto da quattro motori elettrici e un sistema di controllo della dinamica di guida integrato, che insieme forniscono un livello di prestazioni ed esperienza senza precedenti.

Con il concetto di guida completamente nuovo, la BMW M GmbH sottolinea la sua esperienza di sviluppo e, quindi, anche la sua capacità di trasferire l’essenza della lettera M nel mondo della mobilità locale a emissioni zero. Il sistema di trazione puramente elettrico è combinato con sistemi di controllo innovativi per ridefinire la combinazione di dinamica, agilità e precisione che è caratteristica delle automobili BMW M in un’auto sportiva ad alte prestazioni.

50 anni di BMW M GmbH: il futuro inizia nell’anno dell’anniversario.
A 50 anni esatti dalla sua fondazione, la BMW M GmbH è nel mezzo di un processo di trasformazione verso la mobilità elettrica, che non solo preserva le inconfondibili caratteristiche prestazionali dei suoi modelli, ma allo stesso tempo le arricchisce di nuove sfaccettature. L’anno dell’anniversario ha già visto il lancio sul mercato della vettura ad alte prestazioni BMW i4 M50 completamente elettrica (consumo elettrico combinato: 22,5 – 18,0 kWh/100 km secondo WLTP; emissioni di CO2: 0 g/km; dati secondo NEDC: –) e la BMW iX M60 (consumo elettrico combinato: 24,5 – 21,9 kWh/100 km secondo WLTP; emissioni di CO2: 0 g/km; dati secondo NEDC: –). E la BMW i7 M70, la prima automobile BMW M basata su una berlina di lusso completamente elettrica, seguirà già il prossimo anno.

“Per il nostro anniversario, non guardiamo solo indietro, ma soprattutto guardiamo avanti”, afferma Franciscus van Meel, presidente del consiglio di amministrazione di BMW M GmbH. “Entro la fine dell’anno, inizierà la produzione della BMW XM, la nostra prima vettura ad alte prestazioni dotata di trazione ibrida V8 M. Insieme ai nostri fan di tutto il mondo, non vediamo l’ora di entrare nella categoria LMDh della serie di gare di durata IMSA nordamericane, in cui gareggeremo anche con un motore turbo ibrido a otto cilindri a Daytona e in altri eventi nel 2023, così come nella serie di gare del WEC a Le Mans un anno dopo”.

Tecnologia specifica di guida e sospensione nelle vesti di una BMW i4 M50.
Per portare ora su strada la tecnologia di trazione e telaio progettata per le future auto ad alte prestazioni puramente elettriche per test e tuning drive, gli ingegneri della BMW M GmbH hanno sviluppato un veicolo di prova che porta i geni appropriati, sia in termini di dinamiche tipiche M e nel campo della mobilità elettrica. Basato sulla BMW i4 M50, è stata creata una coupé puramente elettrica con una carrozzeria modificata nel tipico stile BMW M GmbH, i cui ampi passaruota consentono l’integrazione di design degli assali anteriori e posteriori ad alte prestazioni appositamente realizzati.

La parte anteriore del veicolo presenta un concetto di puntone della carrozzeria adattato ripreso dalla serie BMW M3/M4 per una rigidità torsionale particolarmente elevata in situazioni di guida estremamente dinamiche. Anche la disposizione delle unità radiatore si basa sulla configurazione sviluppata per le attuali vetture sportive ad alte prestazioni.

Estremamente preciso, estremamente variabile: il sistema di trazione integrale M xDrive con quattro motori elettrici.
Il cuore del rivoluzionario sistema di trazione ad alte prestazioni che ora fa il suo debutto su strada nel veicolo di prova è un sistema di trazione integrale elettrico M xDrive con quattro motori elettrici. Il fatto che tutte e quattro le ruote siano azionate ciascuna da un motore elettrico apre possibilità completamente nuove per una distribuzione della coppia motrice infinitamente variabile, estremamente precisa e allo stesso tempo molto veloce. In pochi millisecondi, la potenza e la coppia dei motori elettrici a reazione spontanea possono essere dosate in modo così preciso che la richiesta di carico segnalata tramite il pedale dell’acceleratore può essere realizzata a un livello di dinamica irraggiungibile con i sistemi di azionamento convenzionali.

Ciò significa che il conducente è in grado di sperimentare caratteristiche prestazionali completamente nuove anche in condizioni estremamente impegnative, come in situazioni altamente dinamiche o in condizioni stradali avverse. “L’elettrificazione ci offre gradi di libertà completamente nuovi per creare dinamiche tipiche della M”, afferma Dirk Häcker, responsabile dello sviluppo presso BMW M GmbH. “E possiamo già vedere che possiamo sfruttare questo potenziale al massimo, in modo che le nostre auto sportive ad alte prestazioni continueranno a offrire la tipica combinazione M e incomparabile di dinamica, agilità e precisione in un futuro senza emissioni locali”. Unità di controllo altamente integrata per la dinamica del veicolo e il controllo della trazione.


La precisione nel trasferimento della coppia motrice, in particolare, beneficia notevolmente del sistema di trazione integrale elettrico M xDrive. I quattro motori sono collegati a un’unità di controllo centrale altamente integrata che monitora costantemente le condizioni di guida e i desideri del conducente. La trasmissione di potenza ideale alla strada viene calcolata in millisecondi dai valori di posizione del pedale dell’acceleratore, angolo di sterzata, accelerazione longitudinale e laterale, velocità delle ruote e altri parametri. I segnali per questo vengono trasmessi altrettanto rapidamente e direttamente tramite una frizione multidisco e differenziali ai quattro motori, che sono in grado di implementarli immediatamente e con precisione.

Questa forma di dinamica del veicolo e controllo di guida è stata portata a maturità pratica in intense fasi di sviluppo e test, inizialmente su modelli virtuali e poi su banchi di prova. Per un’applicazione completamente realistica dell’hardware e del software sviluppati per questo scopo, il veicolo di prova concettuale viene ora messo su strada. L’interno della coupé a quattro porte è dotato di un’ampia tecnologia di misurazione che può essere utilizzata per analizzare in dettaglio ogni situazione di guida completata. In questo modo, i risultati teorici per la perfetta distribuzione della coppia motrice possono essere confrontati nel laboratorio di prova del rotolamento con la realtà su strada e presi in considerazione per un’ulteriore programmazione.

Questo lavoro dettagliato è fondamentale per garantire che i futuri modelli ad alte prestazioni siano caratterizzati anche da ciò che ha reso le automobili BMW M inconfondibili negli ultimi 50 anni: un accumulo lineare di potenza motrice e dinamica laterale che consente una manovrabilità controllabile fino a i limiti. Il fatto che questa gamma limite sia ulteriormente spostata dal principio di guida pionieristico era già evidente durante i primi chilometri di prova del prototipo di veicolo di prova su strade chiuse. Grazie al dosaggio particolarmente sensibile della coppia motrice e alla conversione senza latenza percepibile, è possibile ottenere velocità in curva notevolmente più elevate, ad esempio su strade bagnate dalla pioggia o innevate. In questo caso il veicolo sterza senza fatica e senza tendenza al sottosterzo,

Il carattere performante del nuovo sistema di trazione è evidente anche nel recupero dell’energia frenante. Fino ai limiti della dinamica di guida, i quattro motori possono assumere la funzione di generatore in caso di frenata, ad esempio, prima di una curva, e reimmettere corrente nella batteria ad alto voltaggio.