29 Gennaio 2023

Sheldon van der Linde vince la gara di sabato al Nürburgring per tornare in testa alla classifica piloti.

Al quinto weekend di gara della stagione DTM, Sheldon van der Linde (RSA) ha annunciato il suo ritorno dalla pausa estiva con un risultato perfetto al Nürburgring (GER). Sabato, il pilota della Schubert Motorsport con la BMW M4 GT3 n. 31 ha festeggiato la sua terza vittoria stagionale tornando in testa alla classifica piloti.

Nürburgring. Al quinto weekend di gara della stagione DTM, Sheldon van der Linde (RSA) ha annunciato il suo ritorno dalla pausa estiva con un risultato perfetto al Nürburgring (GER). Sabato, il pilota della Schubert Motorsport con la BMW M4 GT3 n. 31 ha festeggiato la sua terza vittoria stagionale tornando in testa alla classifica piloti. Domenica ha conquistato la pole position ma è sceso al nono posto in gara dopo un periodo di safety car. Con 110 punti, van der Linde ha ora 21 punti di vantaggio sul suo sfidante più vicino. Philipp Eng (AUT) è arrivato sesto sabato, segnando punti per sé e per la sua squadra. Schubert Motorsport rimane in testa alla classifica a squadre con 149 punti.

Dopo che una fitta nebbia ha causato l’annullamento della sessione di qualifiche, Sheldon van der Linde ha iniziato la gara di sabato dal secondo posto, corrispondente alla sua posizione in campionato. I piloti hanno dovuto aspettare che la visibilità migliorasse prima di iniziare la gara nel tardo pomeriggio e van der Linde ha beneficiato di una collisione tra le due vetture di testa sulla strada per la vittoria. Ha tagliato il traguardo davanti al fratello Kelvin van der Linde (RSA, Audi) per registrare un altro primo; due fratelli non avevano mai conquistato i primi due posti su un podio del DTM.

Domenica hanno ripreso da dove si erano interrotti. Sheldon van der Linde si è assicurato la pole position davanti a suo fratello per segnare altri tre punti. All’inizio della gara era in testa con il compagno di squadra Philipp Eng alle sue spalle, risalito dal quinto al secondo grazie a un’ottima partenza. Tuttavia, un periodo di safety car ha poi gettato il campo nel caos poiché tutti i piloti hanno effettuato i pit stop obbligatori. Entrambi i piloti della Schubert Motorsport sono caduti in qualche modo e Eng si è poi ritirato dopo una collisione. Van der Linde è arrivato nono, segnando due punti.

Walkenhorst Motorsport ha sopportato un weekend difficile. Marco Wittmann (GER) è arrivato ottavo sabato ottenendo alcuni punti. Domenica, una trasferta sull’erba non programmata durante la ripartenza dopo il periodo di safety car lo ha fatto cadere molto indietro e non è riuscito a migliorare il decimo posto, segnando un punto. Esteban Muth (BEL) ha chiuso al 13° e 16° posto. Il diciassettenne Theo Oeverhaus (GER) ha fatto un’apparizione come ospite in una terza BMW M4 GT3 Walkenhorst Motorsport, diventando il più giovane pilota DTM di tutti i tempi. Ha tagliato il traguardo in 19a posizione in entrambe le gare.

Reazioni al weekend del DTM al Nürburgring.

Andreas Roos (Responsabile BMW M Motorsport):  “Congratulazioni a Sheldon van der Linde per la sua vittoria e per aver riconquistato la leadership nel campionato piloti. Congratulazioni anche per Schubert Motorsport, che ha difeso la vetta della classifica a squadre grazie ai punti realizzati da Sheldon van der Linde e Philipp Eng. Dopo la grande gara di sabato, purtroppo domenica non siamo riusciti a registrare i migliori risultati. È iniziato bene, con la pole position di Sheldon e poi lui e Philipp nelle prime due posizioni ma poi non abbiamo avuto alcuna possibilità dopo il periodo di safety car. È stato anche un peccato che Marco Wittmann non sia riuscito a convertire il suo buon passo in risultati adeguati. Mille grazie a tutti i piloti e ai team per i loro sforzi!” 

Sheldon van der Linde (#31 BMW M4 GT3, Schubert Motorsport): “Sono molto contento di questo fine settimana! Non mi aspettavo di poter segnare così tanti punti al Nürburgring. Molte grazie al team Schubert per aver svolto un lavoro così eccezionale. Sono rimasto assolutamente senza parole dopo quella doppietta di sabato per me e mio fratello Kelvin. Avevamo sempre puntato a salire sul podio insieme un giorno. Questo sogno si è avverato sabato. Ora mi avvicino con fiducia ai prossimi weekend di gara, al primo posto nella classifica piloti”.

Philipp Eng (#25 BMW M4 GT3, Schubert Motorsport): “La macchina è stata molto buona per tutto il weekend. Sabato dovevo partire dal 14° senza alcuna sessione di qualifiche, ma il bilanciamento della vettura era perfetto e sono riuscito a risalire fino al sesto posto. Ciò non accade naturalmente in un campo così forte ed è stato molto divertente, con alcuni duelli duri ma leali. Le qualifiche di domenica sono andate bene e io ero quindi al secondo posto in gara, proprio dietro a Sheldon. Sfortunatamente, non sono riuscito a superarlo ed ero nel periodo della safety car per il secondo posto ai box, quando solo una macchina per squadra può entrare. Questo mi ha messo in enorme svantaggio e mi è costato molto di posizioni. Questa volta la fortuna non è stata dalla nostra parte”.

Marco Wittmann (BMW M4 GT3 n. 11, Walkenhorst Motorsport): “È stato un weekend difficile per noi e semplicemente non avevamo il ritmo necessario per arrivare tra i primi. Tutti i ritardi dovuti alla nebbia hanno reso il sabato una giornata caotica. Almeno siamo stati in grado di eguagliare la nostra posizione in griglia finendo ottavi. Le cose sono sembrate molto buone per breve tempo domenica, quando ero al quarto posto, ma poi sono stato spinto fuori da un’altra macchina e sono caduto molto indietro. Sono stato in grado di risalire fino al decimo posto, ma non è ancora lontanamente quello che ci aspettavamo. Congratulazioni a Sheldon per la vittoria, la pole position e il primo posto nel campionato piloti”.

Esteban Muth (BMW M4 GT3 n. 10, Walkenhorst Motorsport): “Il nostro passo era buono nella gara di sabato, ma dovevamo partire molto indietro una volta che le qualifiche sono state annullate e le posizioni in griglia sono state determinate dalla classifica del campionato. Le qualifiche di domenica sono state deludenti per qualche motivo, avevamo programmato di fare meglio. E poi non avevamo il ritmo richiesto in gara. La velocità era presente in alcune situazioni, ma in altri momenti è diminuita in modo massiccio. Dobbiamo dare un’occhiata al motivo per cui è successo”.

Theo Oeverhaus (#34 BMW M4 GT3, Walkenhorst Motorsport): “Sono molto contento della mia prima nel DTM e del fatto di aver raggiunto tutti i miei obiettivi personali. Mille grazie a Walkenhorst Motorsport e BMW M Motorsport per questa fantastica opportunità di fare un’apparizione come ospite nel DTM. È stata un’esperienza brillante e un onore poter guidare la BMW M4 GT3 ai massimi livelli dopo un anno e mezzo nella Coppa BMW M2 e con la BMW M4 GT4 nel Trofeo DTM”.