29 Gennaio 2023

Ciocco: la destinazione sportiva al top. Un weekend dedicato ai giovani bikers

Sabato 17 e domenica 18 settembre il Ciocco apre le porte ai giovani della mtb
Campionati Italiani Team Relay e di Società Giovanili in Garfagnana (LU)
Andrea Barbuti spiega l’offerta turistica-sportiva della Tenuta del Ciocco
La società Jam’s Bike Team Buja incrementa il vantaggio nella classifica provvisoria

La passione per la mtb non tramonta mai alla Tenuta del Ciocco nel ricco territorio della Garfagnana, in Toscana. Il 17-18 settembre la storica struttura si ripopolerà di giovani bikers pronti a darsi battaglia al Campionato Italiano Team Relay Giovanile e al Campionato Italiano Giovanile di Società XCO.
I lavori procedono spediti, come afferma l’amministratore delegato della struttura del Ciocco, Andrea Barbuti: “In realtà, veniamo da anni di preparazione e quindi siamo pronti ad accogliere i tanti ragazzi che praticano appassionatamente la mtb, in questa circostanza dal punto di vista agonistico. Negli ultimi anni, incluso il 2020, non ci siamo mai fermati nell’organizzazione di questa tipologia di eventi sportivi. Anzi, credo di poter dire che Il Ciocco è tornato ad essere una destinazione turistica e sportiva riconosciuta dal mondo Bike in genere. Con il Mondiale del 2021 abbiamo chiuso la prima fase del nostro piano strategico, che aveva come obiettivi primari sia quello di restituire al Ciocco l’immagine che si conquistò con il primo Mondiale di mtb in Europa nell’ormai lontano 1991, sia quello di sviluppare in chiave turistica il nostro territorio a vocazione naturale Bike. Con il 2022 si apre la ‘fase 2’ in cui puntiamo ad intercettare le famiglie, i piccoli gruppi di appassionati, coloro che vogliono vivere esperienze di turismo lento, nel nostro caso attraverso gli itinerari cicloturistici che caratterizzano la Valle del Serchio e la Garfagnana. Non vogliamo rinunciare all’adrenalina scatenata dai nostri eventi agonistici, ma ad essi affiancare un approccio più ludico e di benessere. Noi crediamo che il trend turistico dei prossimi anni vedrà protagoniste molte destinazioni in cui trova realizzazione il binomio sport-natura. La nostra struttura è nata e continuerà a svilupparsi su questo binomio. Uno dei vantaggi competitivi che riteniamo ci caratterizzi è che la Tenuta de Il Ciocco si sviluppa su circa 600 ettari di proprietà, con strade asfaltate, bianche e sentieri ad uso esclusivo. In altre parole, i nostri clienti sono lontani dal pericolo incombente del traffico di auto. A proposito di sentieri o percorsi bike, possiamo soddisfare i più tecnici così come gli amatori. All’interno della tenuta abbiamo un mix di percorsi XCO, mtb e downhill. All’esterno possiamo offrire percorsi da 55 a 125 km alla scoperta del nostro territorio, anche dal punto di vista artistico-culturale, delle tradizioni, dell’enogastronomia, dell’artigianato. Voglio infine aggiungere che siamo sempre aperti, perché ogni stagione da noi merita di essere vissuta e conosciuta”.
Fra una quindicina di giorni nella ‘Living Mountain’ del Ciocco ragazzi e famiglie potranno ritagliarsi un po’ di tempo libero tra una gara e l’altra per andare alla scoperta delle ‘chicche’ e degli angoli nascosti di questo incredibile territorio.
Intanto la società friulana Jam’s Bike Team Buja, dopo la penultima tappa di Telve (TN) dello scorso weekend, incrementa il vantaggio in classifica generale sulla società Ciclistica Rostese (635 pt) mantenendo così ben salda la sua leadership con ben 851 punti. Poco più staccata si posiziona al terzo posto la società Polisportiva Oltrefersina con 562 punti.
Il weekend del 17-18 settembre sarà un tripudio di colori, di sorrisi e ci sarà tanto divertimento per appassionati, genitori e ragazzini che sognano di diventare le stelle della mtb del futuro.

www.cioccobike.it