31 Gennaio 2023

BMW è partner ufficiale della quinta Biennale di Kochi-Muziris. BMW Art Talk “Arte in India: dal collezionismo all’azione collettiva”

Fin dalla sua primissima edizione nel 2012, BMW è stata partner ufficiale della Kochi-Muziris Biennale (KMB). La quinta biennale si apre il 12 dicembre 2022 con oltre 200 progetti distribuiti tra proprietà del patrimonio e magazzini, gallerie e spazi pubblici a Fort Kochi, Mattancherry ed Ernakulam, sulla costa sud-occidentale dell’India.

Fin dalla sua primissima edizione nel 2012, BMW è stata partner ufficiale della Kochi-Muziris Biennale (KMB). La quinta biennale si apre il 12 dicembre 2022 con oltre 200 progetti distribuiti tra proprietà del patrimonio e magazzini, gallerie e spazi pubblici a Fort Kochi, Mattancherry ed Ernakulam, sulla costa sud-occidentale dell’India. La mostra centrale “In Our Veins Flow Ink and Fire” curata dall’artista di Singapore Shubigi Rao sarà aperta fino al 10 aprile 2023 con 90 artisti e oltre 40 nuove commissioni nella storica Aspinwall House, Pepper House e Anand Warehouse a Fort Kochi.

“Mentre vi aspettiamo a Fort Kochi, per la quinta edizione della Biennale Kochi-Muziris, riconosciamo il cambiamento – una ricalibrazione delle nostre vite dopo la pandemia così come alla fondazione e alla Biennale mentre ci prepariamo per un altro decennio, avendo appena compiuto dieci quest’anno. Siamo ottimisti, imparando dalla visione di Shubigi Rao per ‘In Our Veins Flow Ink and Fire’ – di come gli artisti navigano nella realtà delle loro condizioni e mantengono la speranza con la loro intelligenza creativa e il loro umorismo”, osserva Bose Krishnamachari , Presidente della Kochi Biennale Foundation.

BMW Art Talk: “Arte in India: dal collezionismo all’azione collettiva”
Per celebrare la quinta edizione della Biennale di Kochi-Muziris come partner ufficiale, BMW invita al BMW Art Talk la mattina del 13 dicembre alle 11:30, seguito da un pranzo presso Cantiere Navale Brunton. Shubigi Rao (Curatore del KMB 2022-23), Aarti Lohia (Patron and Trustee KBF) e Sangita Jindal (Patron KBF) converseranno con il dottor Thomas Girst (Head of BMW Group Cultural Engagement) sul tema “Art in India : Dal collezionismo all’azione collettiva”.

Programmi e mostre – Kochi-Muziris Biennale 2022-23
Fondata nel 2010, la Kochi Biennale Foundation (KBF) è stata avviata da artisti per artisti, con l’intenzione di portare arte e idee contemporanee da tutto il mondo nell’Asia meridionale. Situato a Fort Kochi, un’isola non lontana da Muziris, l’antico porto sulla via della seta marittima, il sito era un cenno sia alla storia del commercio e della contaminazione culturale, sia un luogo per l’arte contemporanea globale e all’avanguardia. Quest’anno la Biennale di Kochi-Muziris compie dieci anni. Mentre è un momento per festeggiare, è stato anche un momento di profonda riflessione.

Per ulteriori informazioni sui programmi e le mostre guidate dal direttore dei programmi, Mario D’Souza, fare riferimento a: https://www.kochimuzirisbiennale.org/programmes-events/programmes

Shubigi Rao , curatore di KMB 2022-23, dichiarazione:
“Tornando dopo un intervallo di quattro anni, la quinta edizione della Biennale di Kochi-Muziris esamina come sopravviviamo, attraverso il canto, la materialità, la gioia, l’umorismo e attraverso il linguaggio, scritto, verbale e orale. Dopo gli stati di paura, trauma e limbo incerto degli anni della pandemia, può sembrare strano invocare la gioia. Dov’è questo ottimismo? Forse possiamo percepirlo in modo più tangibile nel lavoro artistico e collettivo, soprattutto in contesti e forme regionali o particolari, degli artisti qui riuniti, in questa Biennale. Questi artisti trovano le loro controparti in tutto il mondo, con lavori che includono domande come il potere forse redentore e rivoluzionario della pratica al di là del mercato. Lo vediamo riflesso nei crescenti metodi investigativi nel lavoro culturale che scavano direttamente e implicano la monetizzazione di tutto: ambiente, attivismo, crisi, produzione e accesso alla conoscenza, flussi di capitale globale e disuguaglianze. I nostri futuri virtuali mescolati non sono semplici risultati dell’isolamento sociale degli ultimi due anni. Siamo inestricabili dalla trasmissione di conoscenza, idee e capitale, e quindi siamo anche soggetti all’infiltrazione e al controllo neoliberisti. Implicito ora è il concetto di nazione e di inviolabilità dei confini, un mito pernicioso che nega la diffusione dei linguaggi e delle idee, della narrazione e della condivisione. Il dolore, la rabbia, la resistenza e la storia sono tutti presenti qui. Possiamo essere disordinati nei nostri tentativi di rifare o rimodellare il nostro mondo nelle nostre lotte per l’equità, ma piuttosto che rudimentali, sono composizioni anticonformiste, canzoni di nuova realizzazione. Di fronte alla capricciosità e alla volatilità, contro ogni previsione, questa Biennale vibra con il potere della narrazione come strategia, della potenza trasgressiva dell’inchiostro e del fuoco trasformativo della satira e della canzone.

Impegno culturale del BMW Group India.
Sin dal suo inizio, BMW India ha partecipato a importanti eventi culturali in tutto il paese. Nel 2007, due BMW Art Car create dagli artisti di fama mondiale Andy Warhol e Roy Lichtenstein sono state presentate alla Jehangir Art Gallery di Mumbai. Le BMW Art Cars di Andy Warhol, Jeff Koons, Sandro Chia e Cesar Manrique sono state esposte in esclusiva in varie edizioni dell’India Art Fair. “The Future is Born of Art” è un’iniziativa unica di BMW India e India Art Fair che mira a promuovere gli artisti indiani emergenti e promuovere l’impegno del BMW Group per promuovere l’arte, la sostenibilità e l’innovazione. Dal 2012, BMW collabora con Kochi-Muziris Biennale, la mostra d’arte contemporanea, che porta artisti internazionali in India e crea una piattaforma globale per artisti indiani. Nel 2012-13, l’innovativo BMW Guggenheim Lab è arrivato in India. Con sede presso il Museo Dr. Bhau Daji Lad e condotto in sei diversi siti a Mumbai, il laboratorio ha organizzato sei settimane di programma gratuito con un pubblico e comunità diverse affrontando le sfide e le condizioni della città urbana.