6 Dicembre 2023

Celebrazione dei 50 anni: BMW Group annuncia l’elettrificazione dello stabilimento di Rosslyn, in Sudafrica



+++ Stabilimento sudafricano come modello per la sostenibilità sociale, ambientale ed economica +++ BMW Group investe 4,2 miliardi di rand (oltre 200 milioni di euro) nell’elettrificazione dello stabilimento di Rosslyn +++ Nedeljković: “Dal 2024 la BMW X3 di nuova generazione sarà realizzato in Sud Africa come ibrido plug-in per l’esportazione globale. +++ 1,5 milioni di euro da donare all’UNICEF per sostenere i giovani in Sudafrica +++



Pianta sudafricana come modello per la sostenibilità sociale, ambientale ed economica
BMW Group investe 4,2 miliardi di rand (oltre 200 milioni di euro) nell’elettrificazione dello stabilimento di Rosslyn
Nedeljković: “Dal 2024 la BMW X3 di prossima generazione sarà prodotta in Sud Africa come ibrida plug-in per l’esportazione globale”.
1,5 milioni di euro da donare all’UNICEF per sostenere i giovani in Sudafrica

Rosslyn (Sud Africa). Cinquant’anni fa, lo stabilimento di Rosslyn è stato il primo impianto all’estero del BMW Group. Da allora è diventato un pilastro della rete di produzione globale. In occasione del suo giubileo d’argento, Milan Nedeljković, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG per la produzione, ha ora annunciato l’elettrificazione dello stabilimento di Rosslyn. Parlando in Sud Africa, ha dichiarato: “Dal 2024 produrremo la BMW X3 come ibrida plug-in per l’esportazione globale in Sud Africa. Un investimento di 4,2 miliardi di rand (oltre 200 milioni di euro) preparerà lo stabilimento di Rosslyn per l’elettromobilità”. L’investimento sarà accompagnato da una formazione specialistica per gli oltre 300 dipendenti dello stabilimento.

Collabora con il Sudafrica da 50 anni

L’investimento annunciato oggi elettrificherà un altro sito nella rete di produzione del BMW Group, in linea con il piano generale globale BMW iFACTORY per la produzione del futuro. Segna un ulteriore passo avanti nello sviluppo di una produzione efficiente, digitalizzata e rispettosa delle risorse.

Lo stabilimento di Rosslyn ha prodotto fino ad oggi oltre 1,6 milioni di veicoli e li ha esportati in più di 40 paesi in tutto il mondo, comprese 14 nazioni in Africa. Il suo portafoglio di produzione ha incluso la BMW 1800 SA e la BMW 2000 SA, nonché la BMW Serie 5 e la Serie 7. Per decenni è stata una pietra miliare della produzione della BMW Serie 3 e dal 2018 produce la BMW X3, la BMW più venduta. La sua costituzione segnò l’inizio della globalizzazione di BMW. Oggi, il BMW Group vende veicoli in più di 140 paesi in tutto il mondo e gestisce impianti di produzione in 15.

Progetto per la responsabilità sociale

Nedeljković, che è anche presidente del consiglio di amministrazione di BMW South Africa, ha sottolineato che il BMW Group non si limita a produrre auto nel paese: “In Sud Africa non abbiamo solo creato uno stabilimento che offre lavoro e contribuisce allo sviluppo l’industrializzazione del paese; negli ultimi 50 anni abbiamo dimostrato anche il significato di responsabilità sociale”.

Il BMW Group si considera un cittadino aziendale responsabile e ha anche annunciato oggi che avrebbe donato più di 1,5 milioni di euro per sostenere un programma gestito dall’UNICEF* (Fondo internazionale di emergenza per l’infanzia delle Nazioni Unite). Insieme, il BMW Group e l’UNICEF utilizzeranno il programma per insegnare scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica (STEAM) a migliaia di bambini e giovani sudafricani.

Altrettanto importante per il BMW Group è la questione della conservazione delle risorse. Dal 2015 Plant Rosslyn ricava parte della sua energia da un vicino impianto di biogas (Bio2Watt), riducendo costantemente la sua impronta di CO 2 . Inoltre collabora con varie organizzazioni in modo che i rifiuti che produce vengano riutilizzati invece di essere smaltiti. Insieme a Envirolite, ad esempio, assicura che il polistirene di scarto venga rielaborato per essere utilizzato come materiale da costruzione. Ciò ha consentito la costruzione di oltre 650 case a basso costo da quando il progetto è stato avviato, ben due anni fa.

Il Sudafrica come mercato pilota per le innovazioni

Ma non è solo lo stabilimento del BMW Group a svolgere un ruolo importante in Sud Africa: l’anno scorso l’azienda ha aperto anche lì altri uffici, per il suo hub IT globale. Ora ospitano circa 2.000 dipendenti che forniscono servizi IT globali per il BMW Group. Per le sue dimensioni e le sue caratteristiche specifiche come mercato, il Sudafrica è anche il luogo perfetto per pilotare le innovazioni. Nel 2020, ad esempio, il BMW Group ha sperimentato le vendite dirette con partner commerciali in Sud Africa. È stata in grado di acquisire una vasta esperienza dal progetto e si impegna costantemente per fornire la migliore esperienza premium ai clienti del settore.

  • L’UNICEF non sostiene alcuna azienda, marchio, prodotto o servizio.