13 Luglio 2024

CITROËN TORNA NELLE SCUOLE CON GENERATION AMI PER CONTRASTARE IL BULLISMO E IL CYBER BULLISMO


Citroën si riconferma vicina alle nuove generazioni per l’Anno Scolastico 2023 – 2024, coinvolgendo con il suo nuovo progetto formativo “GënerationAMI – a scuola di anti bullismo” 700 classi e più di 17.000 studenti.
“GënerationAMI – a scuola di electric mobility” in questi due anni ha già raggiunto circa 25.000 studenti, sensibilizzandoli sui temi della mobilità sostenibile, e oltre 3.000 di questi hanno anche testato la guida 100% elettrica grazie ad AMI.
Citroën AMI, già protagonista in questi due anni di RispettAMI, iniziativa volta a sensibilizzare i giovani e i loro genitori sulla problematica del bullismo e cyber bullismo, estende ora il perimetro di questa iniziativa per raggiungere ancora più studenti in tutta Italia.
Studenti e docenti avranno inoltre l’opportunità di approfondire le tematiche legate alla mobilità sostenibile, scoprendo da vicino Citroën Ami, il quadriciclo 100% elettrico: versatile, moderno e accessibile a tutti grazie anche alla ricarica facile con una normale presa domestica. È l’anticonformista soluzione di mobilità adatta ai più giovani. Si può infatti guidare a partire dai 14 anni, con la patente AM.
Citroën Ami – 100% ëlectric ha riscosso grande successo commerciale con oltre 13.000 ordini dal lancio ad oggi e una quota di mercato pari al 60% nel settore dei quadricicli elettrici.

Dopo il debutto nelle Scuole Secondarie di II grado con il progetto “GënerationAMI – a scuola di electric mobility”, Citroën si riconferma vicina alle nuove generazioni per l’Anno Scolastico 2023 – 2024, coinvolgendo con il suo nuovo progetto formativo “GënerationAMI – a scuola di anti bullismo”, 700 classi, più di 17.000 studenti per sostenere la lotta contro il bullismo. Anche in questa occasione, la nuova campagna educational, realizzata in collaborazione con il Centro Nazionale Contro il Bullismo – Bulli Stop, e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è gestita e sviluppata da Neways (www.neways.it), società di comunicazione e progetti educativi.

Il focus della nuova iniziativa è la lotta al bullismo e al cyberbullismo: una piaga sociale purtroppo molto diffusa nelle nostre scuole, già a partire dalle primarie. Secondo la VI rilevazione 2022 del Sistema di Sorveglianza HBSC Italia, il 15% degli adolescenti italiani (1 su 6) dichiara di essere stato vittima di atti di bullismo e di cyberbullismo almeno una volta nella vita. Ma perché Citroën Ami parla ancora una volta di bullismo? Al suo lancio sul mercato è stata “vittima” di cyberbullismo sui social: il pubblico l’aveva giudicata per il suo “aspetto esteriore”, risultato di un design innovativo ed audace, senza comprenderne i suoi reali pregi e le sue potenzialità in termini di mobilità sostenibile. Ora si è riscattata ed ha raggiunto un grande successo commerciale con oltre 13.000 ordini dal lancio ad oggi e una quota di mercato pari al 60% nel settore dei quadricicli elettrici! Il messaggio che AMI vuole promuovere e perseguire è infatti il seguente: “sono proprio le peculiarità che rendono unici e “speciali”.

Il progetto si sviluppa in due fasi: la prima prevede l’invio a tutte le classi aderenti di un kit didattico digitale sulla lotta al bullismo e al cyberbullismo, in linea con l’articolo 4 della legge n° 71 del 2017, con l’obiettivo di divulgare all’interno delle scuole, agli studenti, insegnanti e genitori, tutte le informazioni per conoscere questo fenomeno e fornire degli strumenti per combatterlo. Non solo, studenti e docenti avranno inoltre l’opportunità di approfondire le tematiche legate alla mobilità sostenibile, scoprendo da vicino Citroën Ami, il quadriciclo elettrico, con zero emissioni di CO2, con un’autonomia fino a 75 km grazie ad una batteria da 5,5 kWh agli ioni di Litio, che si ricarica in meno di 4 ore con una presa elettrica domestica da 220V mediante il cavo previsto a bordo.

All’interno del kit è presente anche un questionario finale, grazie al quale i ragazzi potranno testare di aver appreso i contenuti del progetto e ricevere alla fine della compilazione un attestato di partecipazione che consente loro di ricevere i crediti formativi, in accordo con l’istituto scolastico. La compilazione del questionario permette, inoltre, agli studenti di partecipare al Concorso a Premi GënerationAMI che mette in palio per 1 vincitore estratto tra tutti i partecipanti, che avranno risposto correttamente alle domande, un comodato d’uso gratuito di 6 mesi di Citroën AMI e un voucher di 500€ per l’acquisto di premi tecnologici per la scuola del vincitore.

La seconda fase del progetto prevede un tour di 20 incontri formativi in 20 differenti Scuole aderenti all’iniziativa, per approfondire in Aula Magna le tematiche del progetto con gli esperti di Bulli Stop, che interagiranno a tu per tu con i ragazzi, e per conoscere i segreti della guida elettrica, con la possibilità di effettuare Test Drive a bordo della Citroën Ami – guidabile solo con patentino AM a partire dai 14 anni – accompagnati da driver professionisti direttamente nel cortile dell’istituto. Le Citroën Ami sono rese disponibili dai concessionari di zona di ciascuna tappa del tour educational.

Il sito web www.generationami.it, nella sua sezione dedicata “a scuola di anti bullismo”, costituisce un ulteriore supporto didattico e informativo per conoscere il progetto, accedere all’area di compilazione del Questionario Finale e consultare il regolamento di partecipazione al Concorso a Premi. Il progetto è inoltre presente sul sito Citroen.it in una sezione dedicata che costituisce un vero e proprio hub informativo (link Rispettami (citroen.it)).