25 Aprile 2024

L’Economia Circolare di Stellantis ha registrato una forte crescita nel 2023 e proietta la stessa tendenza nel 2024

Le vendite della business unit di Economia Circolare sono cresciute del 18% nel 2023.
La strategia delle 4R si è tradotta in una forte crescita a livello globale, trainata da un +14% delle vendite provenienti dall’attività di rigenerazione e da un +63% da quella del riutilizzo.
Nel 2024, la business unit mira a dare un ulteriore slancio alla crescita, ampliando la gamma di prodotti rigenerati, lanciando in Nord America l’offerta B-Parts per i ricambi usati e finalizzando la joint venture con Orano per il riciclo delle batterie.
La business unit Economia Circolare contribuisce in modo determinante al piano Dare Forward 2030 di Stellantis.

Amsterdam– Nel 2023, l’unità organizzativa di Economia Circolare, una delle sette business unit in crescita annunciate nel piano strategico Dare Forward 2030 di Stellantis ha dato ancora una volta prova di eccezionale dinamismo, aprendo la strada a nuove opportunità e dimostrando il proprio ruolo centrale all’interno del Gruppo, soprattutto per quanto riguarda il raggiungimento dell’obiettivo delle zero emissioni nette di CO2 entro il 2038*.

Nel 2023 l’attività della business unit di Economia Circolare, che si basa sulla strategia delle 4R, Reman, Repair, Reuse, Recycle (Rigenerazione, Riparazione, Riutilizzo, Riciclo), ha visto aumentare del 18% il proprio fatturato globale rispetto al 2022. In tutte le 4R, la gamma completa di ricambi sostenibili è aumentata in maniera importante e ora copre il 15,2% del fabbisogno post-vendita dei clienti.

L’attività sta crescendo in tutto il mondo. A novembre dello scorso anno, Stellantis ha inaugurato il primo Hub di Economia Circolare SUSTAINera nel comprensorio di Mirafiori, che si occupa della rigenerazione di motori, cambi e batterie ad alta tensione per veicoli elettrici, nonché del ricondizionamento e dello smontaggio dei veicoli, creando un centro di eccellenza che mira a industrializzare le attività di recupero e riutilizzo sostenibile di componenti e materiali.

In Europa, nel 2023, Stellantis ha creato SUSTAINera VALORAUTO SAS, una joint venture con Galloo, per offrire a privati e professionisti una soluzione completa per il ritiro e il riciclo dei veicoli a fine vita e ha lanciato a inizio gennaio 2024 il servizio online (www.valorauto.com). Stellantis ha inoltre firmato un memorandum d’intesa con Orano, per una futura joint venture per il riciclo delle batterie dei veicoli elettrici a fine vita in Europa e Nord America.

In Brasile, SUSTAINera si è aggiudicato l’Automotive Business Award 2023 nella categoria ESG, un riconoscimento che premia le aziende particolarmente innovative e lungimiranti, capaci di esercitare un impatto positivo sul settore automotive e sulla mobilità.

La rigenerazione al centro del successo della business unit di Economia Circolare
L’attività di rigenerazione è il pilastro fondamentale della strategia 4R dell’Economia Circolare. Con un aumento delle vendite del 14% nel 2023, l’dentità SUSTAINera ha dimostrato ancora una volta la propria capacità di soddisfare una domanda sempre più elevata di componenti automobilistici sostenibili e disponibili a prezzi economicamente accessibili.

Nel 2023, SUSTAINera ha ampliato la propria gamma di componenti rigenerati a 38 linee di prodotto, grazie all’introduzione della prima videocamera rigenerata per parabrezza, sviluppata in collaborazione con Valeo, apripista nella linea di prodotti ADAS rigenerati. SUSTAINera ha inoltre esteso la propria offerta di serbatoi SCR (Selective Catalytic Reduction) rigenerati in Europa con 17 nuovi codici prodotto, per numerosi modelli dei brand del Gruppo conformi agli standard Euro 6.1/6.2.

In Nord America, SUSTAINera ha ampliato la propria gamma di cambi rigenerati, ha esteso l’offerta al Model Year 21 e ai motori HEMI, coprendo i Model Year dal 2017 al 2020 e, parallelamente, ha potenziato la propria capacità di soddisfare la domanda dei clienti sviluppando migliori opportunità di approvvigionamento dei tolti d’opera.

La restituzione dei tolti d’opera (componenti usati) è fondamentale per l’attività di rigenerazione. Per gestirla al meglio, ottimizzando il flusso logistico della nostra rete di concessionari, nel 2023 Stellantis ha lanciato “Back in the Box”, il nuovo sistema informatico integrato e standardizzato per l’Enlarged Europe, che nei prossimi mesi verrà esteso a livello mondiale.

Riparazione, riutilizzo, riciclo: un circolo virtuoso dinamico
I successi nel 2023 non sono derivati solo dall’attività strategica della rigenerazione. Le vendite di ricambi originali usati multimarca, gestite tramite l’esclusiva piattaforma B-Parts utilizzata dai clienti privati e dalla rete Stellantis attraverso il portale di e-commerce (www.b-parts.com), sono aumentate del 63% rispetto al 2022, e il servizio ha una copertura su 160 Paesi in tutto il mondo. B-Parts dispone ora di uno stock di 7 milioni di ricambi usati provenienti da centri di rottamazione certificati, un vero record europeo, pari a un incremento del 31% rispetto al 2022. L’attività di riparazione è stata ulteriormente ampliata grazie all’estensione della gamma di componenti elettronici riparabili. Per quanto riguarda le batterie ad alta tensione, ora ci sono 24 centri E-Repair in Enlarged Europe, Israele, Giappone e Corea del Sud.

Attività di riciclo: nel 2023 Stellantis ha destinato per il riciclo 2 milioni di componenti auto, e un incremento dell’84% del recupero da riciclo. In Enlarged Europe e in Nord America, Stellantis ha iniziato a riciclare l’alluminio dei cerchi in lega.

2024: ulteriore slancio alla crescita
Nel 2024, la business unit Economia Circolare mira a confermare il trend di crescita registrato nel 2023. Tale crescita è sostenuta dall’ampliamento dell’offerta di componenti sostenibili (provenienti dalle attività di rigenerazione, riparazione, riutilizzo e riciclo), per rispondere alle esigenze di una gamma ancora più ampia di clienti. Per migliorare l’offerta di prodotti e dare ulteriore visibilità alle iniziative di SUSTAINera è stato lanciato un sito web dedicato(www.sustainera.com).
Nell’ottica di un approccio a 360°, Stellantis incrementerà anche il ricorso agli imballaggi ecologici (riciclati, riciclabili e riutilizzabili) già introdotti nel 2023, rendendoli obbligatori per tutti i propri fornitori nell’area Enlarged Europe, in anticipo rispetto al termine del 2030 previsto dalle normative europee. La stessa politica sarà estesa anche ad altre Region in tutto il mondo.

Nel 2024, l’attività di rigenerazione rimarrà un pilastro fondamentale della business unit. In Enlarged Europe e in Nord America verranno introdotti nel portfolio nuovi prodotti rigenerati, tra cui un’offerta multimarca che consentirà di offrire soluzioni economicamente accessibili a una clientela ancora più ampia.

Dopo aver consolidato la propria posizione nel mercato europeo, B-Parts continuerà a crescere in ambito internazionale iniziando a operare negli Stati Uniti entro la fine di marzo, con l’obiettivo di diventare un importante player a livello mondiale e di potenziare il business di SUSTAINera nell’attività di riutilizzo.

Nel 2024 è prevista la finalizzazione della joint venture con Orano, che rafforzerà la posizione di Stellantis nella catena del valore delle batterie per veicoli elettrici; con questa mossa Stellantis si assicurerà un ulteriore approvvigionamento a cobalto, nichel e litio necessari per l’elettrificazione e la transizione energetica.

I piani di crescita e di espansione della business unit di Economia Circolare sono in linea con l’obiettivo di raggiungere oltre2 miliardi di euro di ricavi entro il 2030, come previsto dal piano strategico Dare Forward 2030, e giocano un ruolo chiave per azzerare le emissioni nette di CO2 entro il 2038*.

*Con modeste compensazioni (a una cifra percentuale) delle emissioni restanti.