14 Luglio 2024

L’architettura dà il tono

BMW-Welt_Helikopter 14576



+++ Il BMW Group crea spazi per la collaborazione +++ Opere iconiche di Karl Schwanzer, Zaha Hadid e del team di architetti viennesi Coop Himmelb(l)au +++ Giornata dell’architettura il 29 e 30 giugno +++
Aziendale·Strutture del Gruppo BMW·Impianti di produzione·Sede e FIZ·Mondo BMW·Risorse umane


+++ Il BMW Group crea spazi per la collaborazione +++ Opere iconiche di Karl Schwanzer, Zaha Hadid e del team di architetti viennesi Coop Himmelb(l)au +++ Giornata dell’architettura il 29 e 30 giugno +++

Monaco. La sede centrale del BMW Group a Monaco, il vicino BMW Welt e lo stabilimento BMW Group di Lipsia hanno una cosa in comune: sono tre monumenti architettonici pluripremiati in cui estetica e funzionalità formano un dialogo riuscito. Stupiscono e deliziano sia dentro che fuori e dimostrano che l’architettura di un’azienda commerciale significa anche responsabilità – per le persone che lavorano negli edifici e per il paesaggio urbano che li modella. A Monaco, la sede centrale del Gruppo, insieme al BMW Welt, è diventata una figura di spicco della capitale dello stato bavarese.

“Nel BMW Group, persone e luoghi vanno di pari passo. Quando progettiamo nuovi edifici, adottiamo sempre una visione olistica. Quale struttura spaziale richiedono le rispettive aree, quale ambiente necessitano i nostri dipendenti per un buon lavoro di squadra e come utilizziamo lo spazio in modo efficiente sono aspetti centrali da considerare. L’architettura crea qualcosa di duraturo. Nel BMW Group, consideriamo parte della nostra responsabilità sociale dare un contributo prezioso ai nostri dipendenti e al nostro ambiente”, afferma Ilka Horstmeier, membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, Direttore del personale, del settore immobiliare e delle relazioni sindacali.

L’Architecture Day del 29 e 30 giugno è un’occasione per il BMW Group per dare uno sguardo ai suoi edifici iconici e mostrare come l’architettura crea spazi per l’innovazione e modi moderni di lavorare.

Nel BMW Group lo sviluppo immobiliare e quello del personale sono strettamente collegati. I dipendenti, le loro rispettive competenze e lo spazio necessario lavorano insieme e determinano le strutture dell’edificio. Una pianificazione sostenibile e ottimale degli spazi, soprattutto alla luce del consumo energetico, è altrettanto importante quanto creare un’atmosfera positiva e piacevole nella stanza in cui i dipendenti si sentano a proprio agio. Un interior design di successo si basa sulle esigenze delle persone che ci lavorano. Promuove l’efficienza, le interazioni e la creatività. È quando un’idea brillante e adeguata viene implementata in modo coerente e fiducioso al comando di ciò che è possibile. Questa cultura aziendale è un filo conduttore ricorrente in tutte le dichiarazioni architettoniche del BMW Group.

Un punto di riferimento modella il linguaggio architettonico del BMW Group

La sede centrale del BMW Group a Monaco, il caratteristico motore a quattro cilindri, ha raggiunto fama mondiale. Il punto di riferimento completato nel 1972, progettato dall’architetto austriaco Professor Karl Schwanzer, era audace e visionario all’epoca. La sola costruzione, dall’alto verso il basso utilizzando una struttura sospesa, era ed è spettacolare. L’edificio è diventato il trampolino di lancio per la filosofia architettonica dell’azienda, che si applica ancora oggi: un linguaggio di design preciso, senza tempo e sicuro di sé rappresenta il Gruppo al mondo esterno e allo stesso tempo forgia una struttura edilizia che crea luoghi di incontro e spazi funzionali per processi di lavoro efficienti all’interno.

BMW Welt: l’architettura migliora l’esperienza

L’approccio secondo cui l’architettura crea luoghi di incontro è stato coerentemente implementato con il BMW Welt, inaugurato nel 2007 presso la sede del gruppo a Monaco. Qui i marchi del BMW Group – BMW, MINI, Rolls-Royce e BMW Motorrad – prendono vita, persone provenienti da tutte le nazioni si incontrano, i temi futuri diventano visibili. Progettato dal team di architetti viennesi Coop Himmelb(l)au, l’edificio futuristico, collegato alla sede centrale e al Museo BMW tramite un ponte ad arco dinamico, attira ogni anno milioni di spettatori. È impossibile immaginare il paesaggio urbano di Monaco senza il BMW Welt, per così dire la vetrina dell’azienda, quotata in borsa. È un edificio che stupisce le persone, sia all’interno che all’esterno, e la cui visita rimarrà a lungo nella memoria.

Trasparenza nello stabilimento del BMW Group a Lipsia

Anche lo stabilimento del BMW Group a Lipsia si unisce alla schiera delle icone architettoniche. L’edificio, progettato dallo studio Zaha Hadid Architects di Londra e inaugurato nel 2005, è un altro esempio di come l’architettura supporti la comunicazione e l’incontro. L’edificio, insignito del Premio tedesco per l’architettura, funziona con la massima trasparenza: le auto prodotte fluttuano su una linea trasportatrice aperta lunga 600 metri attraverso l’edificio, visibile a tutti, anche dalla mensa. Il lavoro nell’edificio è caratterizzato da brevi distanze tra le aree di produzione, processi di lavoro trasparenti ed efficienti e un elevato livello di comunicazione e cooperazione tra i settori specialistici.

L’architettura crea spazi per nuovi modi di lavorare

Gli ambienti di lavoro stanno cambiando, i requisiti del lavoro sono cambiati. Nel BMW Group, i dipendenti lavorano insieme in team interdisciplinari e interfunzionali; vengono incoraggiati gli incontri e la condivisione delle conoscenze. L’architettura crea gli spazi per questo lavoro orientato al futuro: i luoghi di lavoro sono utilizzati in modo flessibile, ci sono aree di incontro che consentono incontri spontanei e a bassa soglia e, inoltre, spazi di ritiro consentono un lavoro concentrato. Il design va oltre i requisiti puramente funzionali: l’architettura ha il potenziale per progettare luoghi in cui i dipendenti si sentano a proprio agio e promuovano il pensiero innovativo e lo scambio creativo. Il BMW Group sta perseguendo questo approccio con ConnectedWorkplace e lo sta implementando in tutte le sedi esistenti e nuove in tutto il mondo.

Talent Campus come luogo di incontro

Il moderno Talent Campus, attualmente in costruzione presso la sede del Gruppo a Monaco e che sta diventando il nuovo polo di formazione e aggiornamento del BMW Group, è un buon esempio di come l’architettura crei spazi per la collaborazione e allo stesso tempo di come un edificio arricchisca il suo ambiente. Nella moderna struttura, progettata in modo trasparente con grandi finestre e in cui gli oltre 40.000 dipendenti di Monaco riceveranno formazione e aggiornamento in futuro, gli spazi sono aperti e possono essere utilizzati in modi variabili. La disposizione degli spazi può essere modificata o riadattata in qualsiasi momento, rendendo la costruzione particolarmente sostenibile. Gli spazi verdi riprogettati diventano un punto di incontro tra la produzione e il quartiere e un bar pubblico invita i visitatori a scambiarsi idee. Anche la costruzione si muove al passo con i tempi: mentre nella facciata a quattro cilindri gli elementi realizzati con processi di fusione di alluminio erano l’attrazione principale, il Talent Campus è una struttura in legno. La materia prima rinnovabile crea un effetto naturale e un’atmosfera calda che invita all’apprendimento.

Stabilimento madre a Monaco: gli ambienti di lavoro consentono il networking

Anche i dipendenti si stanno confrontando con nuovi argomenti in termini di contenuto. La digitalizzazione e la mobilità elettrica richiedono un nuovo ambiente di lavoro. La ristrutturazione dello stabilimento principale del BMW Group a Monaco, non lontano dalla sede centrale del Gruppo, mostra quanto sia profondo questo cambiamento. Lo stabilimento principale viene riprogettato come il più grande progetto di investimento nella storia dell’azienda per produrre in futuro la Neue Klasse completamente elettrica. È qui che la trasformazione dei contenuti e lo sviluppo architettonico vanno di pari passo. Ancora una volta, il pensiero visionario sta per rompere il ghiaccio: come parte del concorso di architettura, i due studi di architettura OMA di Rotterdam e 3XN di Copenaghen hanno creato visioni che consentono la messa in rete di tecnologie e dipendenti. A lungo termine, l’obiettivo è creare una connessione tra il sito dello stabilimento e il quartiere e la città. Ciò è di particolare importanza qui, poiché lo stabilimento principale si trova in un ambiente urbano.