14 Luglio 2024

Citroën a giugno raggiunge il 5% di quota in Italia, con una crescita dell’1,6% rispetto allo scorso anno


A giugno Citroën raggiunge in Italia l’importante quota di mercato del 5%: cresce di 1,6 punti percentuali rispetto allo stesso mese dello scorso anno, con un impressionante +70% in volumi rispetto al 2023.
Questo risultato proietta Citroën al sesto posto del ranking per Marche.
Considerando il canale privati, +138% di ordini rispetto al 2023.
Sempre a giugno, l’attuale C3 è la terza vettura più venduta in Italia con una quota del 2,75%, ed è la seconda più venduta nel segmento B con una market share del 14% che cresce di 4,6 punti percentuali rispetto al 2023.
Ampliando l’analisi al primo semestre del 2024, Citroën sfiora il 4,6% di quota, crescendo di quasi un punto percentuale rispetto ai primi sei mesi del 2023, e totalizzando un +32% in termini di volumi.
Anche in questo lasso di tempo, C3 conferma il podio nazionale con una quota del 2,7%, e il secondo posto nel segmento con una market share del 14%, in crescita di 4,75 punti percentuali rispetto al 2023.
Citroën C4 è leader nel suo segmento, il C, tra le berline, con una market share del 10,8%.
Intanto continua il successo della Nuova Ë-C3, appena arrivata nelle concessionarie italiane, con oltre 2.000 ordini raccolti nei primi sei mesi di quest’anno. Sono altrettanti per la versione a benzina.
Eccellente la performance elettrica semestrale nel segmento C, con una crescita di 3 punti rispetto al 2023 e una segment share dell’11,3%.
Citroën AMI si conferma la regina tra le minicar elettriche nel 2024, con il 46% di segment share, ed estendendo l’analisi a tutti le alimentazioni mantiene la leadership nel primo semestre con una quota del 30% YTD.

Copyright William Crozes @ Continental Productions

Torino, 2 luglio 2024 – L’elaborazione dei dati di mercato da parte di Dataforce sancisce il successo sul mercato italiano di Citroën, proprio nell’anno in cui la Marca festeggia i suoi 100 anni nel Bel Paese: a giugno la quota di mercato raggiunge il 5%, con una crescita di 1,16 punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2023.

Una crescita costante
Da sottolineare due dati: +70% di volumi e +138% di ordini nel canale privati rispetto al giugno scorso.
Considerando sempre il primo semestre, Citroën sfiora il 4,6% di quota, crescendo di quasi un punto percentuale rispetto ai primi sei mesi del 2023.

Un successo duraturo
L’attuale generazione di Citroën C3, la terza, conferma il suo successo commerciale e l’apprezzamento del pubblico: a giugno è il terzo veicolo più venduto in Italia ed è secondo nel proprio segmento con una market share del 14% che cresce di 4,6 punti percentuali rispetto al 2023. Risultati coerenti con il successo consolidato nel primo semestre, con il podio nazionale con una quota del 2,7%, e il secondo posto nel segmento con una market share del 14%, in crescita di 4,75 punti percentuali rispetto al 2023.

Copyright William Crozes @ Continental Productions

La rivoluzione della mobilità elettrica
Giugno è anche il mese dell’arrivo in concessionaria della Nuova C3, che nella sua variante elettrica ha già raccolto oltre 2.000 ordini. Un ottimo auspicio per un modello audace che nasce con l’obiettivo di stabilire nuovi primati e nuovi parametri: è la prima vettura 100% europea e accessibile che rivoluziona il mercato dell’elettrico grazie a un listino contenuto, inferiore ai 24.000 Euro, ma con un incredibile rapporto qualità-prezzo. Ë-C3 è infatti incredibilmente completa, offre un comfort da prima della classe, con soluzioni da segmento superiore, stabilisce la nuova cifra del design Citroën e garantisce un’autonomia urbana sino a 440 km. Con nuova C3, dunque, Citroën è pronta a rivoluzionare la mobilità urbana con la sua formula audace e super accessibile da 49 € al mese. La dinamica favorevole sull’elettrico prosegue con e-C4 ed e-C4 X prime a giugno nel proprio segmento tra i privati, con una segment share del 11,3%.

Mobilità elettrica per tutti
Citroën AMI si conferma la regina tra le minicar elettriche nel 2024, con il 46% di segment share, ed estendendo l’analisi a tutti le alimentazioni mantiene la leadership nel primo semestre con una quota del 30% YTD.

Copyright William Crozes @ Continental Productions