Settembre 23, 2020

FIA Motorsport Games è un’altra importante pietra miliare per Women in Motorsport

• Quasi un quinto delle voci nelle sei discipline è di sesso femminile

Il presidente della Commissione FIA ​​Women in Motorsport Michèle Mouton ha salutato i nuovi Giochi FIA Motorsport come un’altra pietra miliare nell’obiettivo della federazione di rendere le corse automobilistiche più accessibili alle donne.

L’edizione inaugurale dei FIA Motorsport Games si terrà dal 1-3 novembre a Roma e sul vicino circuito di Vallelunga. Basato sul concetto nazione contro nazione, l’evento comprenderà sei diverse discipline, di cui quattro presentano un numero promettente di concorrenti femminili.

Nella GT Cup, Christina Nielsen e Flick Haigh rappresenteranno rispettivamente la Danimarca e il Regno Unito, mentre la spagnola Belen Garcia gareggerà nella Formula 4 Cup e Jessica Bäckman batterà la bandiera della Svezia nella Touring Car Cup.

Inoltre, 29 ragazze di età compresa tra 14 e 16 anni formeranno abbinamenti di piloti di genere misti nella Karting Slalom Cup. Questa competizione di base di base, creata per offrire ai giovani la loro prima incursione nello sport automobilistico, ha alcuni giovani talenti molto promettenti nella sua lista di ingresso.

Nina Pothof dei Paesi Bassi, Matilde Fidalgo del Portogallo, la slovena Barbora Bauerová, la polacca Sara Sandra Kałuzińska e Anna Glaerum dalla Svezia sono tutte diplomate del programma FIA Girls on Track.

In rappresentanza della Francia, la 15enne Doriane Pin è la vincitrice del prestigioso premio Volant Winfield e ha già goduto della sua prima esperienza su monoposto, testando un’auto di Formula 4 come parte del suo premio. Il corridore tailandese Sitarvee Limnantharak è un concorrente del FIA Karting Academy Trophy.

“Sono entusiasta di vedere così tante donne che partecipano all’edizione inaugurale dei FIA Motorsport Games”, ha commentato Mouton. 

“Una promettente corridore monoposto femminile gareggerà nella Coppa di Formula 4, mentre altre due donne affronteranno i numerosi attivisti esperti che partecipano alla Coppa GT. Nonostante la sua giovane età, Jessica Bäckman che partecipa alla Touring Car Cup si è già affermata come una ragazza normale. Questa è la prova evidente che le donne possono partecipare con successo a ogni forma di competizione automobilistica.

“Gli abbinamenti di genere misti nella Karting Slalom Cup offriranno a 29 ragazze l’opportunità di competere per le medaglie che rappresentano i rispettivi paesi. Per molti, questa sarà anche la loro prima esperienza di competizione internazionale, che è un passo incredibile nella loro progressione. ” 

Giovedì, in vista della cerimonia ufficiale di apertura, le attività FIA Girls on Track si terranno sul circuito di Vallelunga.

Al servizio di uno scopo sia educativo che divertente, circa 120 ragazze delle scuole locali prenderanno parte agli e-kart utilizzati nella Karting Slalom Cup. Proveranno anche simulatori e prenderanno parte a una serie di sfide informative che affrontano argomenti come la sicurezza stradale, il pronto soccorso e la consapevolezza ambientale.

“Il programma Girls on Track promuove le corse automobilistiche tra le giovani donne, dando loro un’idea di cosa sia lo sport, ma allo stesso tempo ha un importante scopo educativo”, ha dichiarato l’ex vincitore dell’evento World Rally Championship Mouton.

“Al momento, le donne rappresentano solo il 5% delle concorrenti che prendono parte a varie forme di sport motoristici in tutto il mondo. Ai FIA Motorsport Games, quasi un quinto delle voci sono donne, che è una pietra miliare importante e soddisfacente per tutti coloro che sono coinvolti in Women in Motorsport e testimoniano i progressi che abbiamo fatto con la creazione di maggiori opportunità per lo sport motoristico di genere misto ”.