Ottobre 1, 2020

Hyundai e Kia portano al debutto il Virtual Reality (VR) Design Evaluation System

·         Il nuovo sistema di analisi delle vetture in Realtà Virtuale sviluppato da Hyundai e Kia permette a 20 persone di partecipare simultaneamente allo sviluppo del design
·         Le nuove tecnologie VR migliorano l’efficienza e la qualità dei processi: si prevede una riduzione dei tempi di sviluppo dei veicoli del 20% e dei costi annuali di sviluppo del 15%. Un’efficienza che genera un ciclo di reinvestimenti in ricerca e sviluppo, accelerando i tempi e aumentando la redditività
·         Tecnologie sempre più sofisticate che posizionano il Gruppo in una posizione sempre più forte nello sviluppo della mobilità del futuro 

Hyundai Motor Company e Kia Motors Corporation hanno portato al debutto il nuovo VR design evaluation system presso la sede globale del centro di design. Il nuovo sistema, presentato al Centro di Ricerca e Sviluppo di Namyang, in Corea del Sud, ha mostrato un significativo miglioramento dei processi di sviluppo dei veicoli attraverso l’implementazione della tecnologia di Virtual Reality.

Hyundai e Kia hanno spiegato come la nuova tecnologia VR, utile in diverse applicazioni nell’ambito dello sviluppo delle vetture, verrà utilizzata in futuro da entrambi i brand permettendo ai team di designer e ingegneri di analizzare la qualità del design e il processo di sviluppo nel suo insieme.

La nuova tecnologia rientra in un investimento di 15 miliardi di KRW (12.8 milioni di USD) nel Centro di Ricerca e Sviluppo di Namyang, annunciato da Hyundai e Kia nel marzo 2019. Attraverso la completa implementazione dei processi di sviluppo virtuale durante le fasi di ricerca e sviluppo e pre-produzione, Hyundai e Kia prevedono una riduzione del 20% nei tempi di sviluppo dei veicoli e una riduzione del 15% nei relativi costi annuali.

“Il processo di sviluppo virtuale è uno step necessario per rispondere velocemente e reagire in modo agile ai bisogni dei clienti e ai cambiamenti di paradigma all’interno dell’industria automobilistica”, ha dichiarato Albert Biermann, Capo della Divisione R&D di Hyundai Motor Group. “Attraverso processi virtuali potenziati miglioreremo la qualità e la reddittività, arrivando ad incrementare l’investimento in ricerca e sviluppo per assicurare la competitività nella mobilità del futuro”.

In aggiunta alla riduzione dei costi di sviluppo, si prevede che queste nuove tecnologie virtuali andranno a incrementare la redditività e a generare un ciclo continuo di investimenti in Ricerca e Sviluppo per Hyundai e Kia.

20 Utenti in contemporanea

I visori VR permettono ai designer e agli ingegneri di entrare virtualmente nelle simulazioni di sviluppo, con 36 sensori di rilevamento in grado di monitorare e individuare le posizioni e i movimenti di tutti gli utenti, consentendo a ciascuno di partecipare in modo preciso e in tempo reale. Il nuovo VR design evaluation system può attualmente supportare fino a 20 utenti contemporaneamente, garantendo la collaborazione cross-team più estesa di sempre.  

Di conseguenza, questa nuova struttura all’avanguardia consente ai designer dei due brand di revisionare in modo più efficiente una moltitudine di idee di design in anticipo all’interno processo di sviluppo e in modi che in precedenza erano fisicamente impossibili. Il sistema simula elementi di design interni ed esterni, luci, colori e materiali, e persino gli stessi ambienti virtuali.

Hyundai ha utilizzato per la prima volta questo sistema durante le fasi di progettazione del mezzo pesante HDC-6 NEPTUNE Concept Class 8, svelato al North American Commercial Vehicle Show lo scorso ottobre. Anche Kia prevede di espandere le capacità di valutazione di design sfruttarla poi nello sviluppo di modelli futuri.

Inoltre, i piani per istituire capacità di valutazione del design VR da remoto consentirà una collaborazione virtuale in tempo reale tra i centri di progettazione dei brand in Europa, America, Cina e India, insieme al processo di sviluppo virtuale migliorato attraverso l’implementazione di AR (Realtà aumentata), tra le altre tecnologie.

VR Design Quality Verification

Hyundai e Kia hanno creato un nuovo sistema di verifica della qualità della progettazione utilizzando il VR nel marzo 2019, utilizzando dati Computer Aided Design (CAD) tridimensionali raccolti in ogni fase del processo di sviluppo per valutare la qualità di ogni progetto in ambienti virtuali. Il sistema VR di verifica della qualità è in grado di ottenere una precisione del 100%; le precedenti valutazioni digitali si limitavano all’analisi bidimensionale e non consentivano valutazioni dettagliate delle performance.

I processi di verifica della qualità del progetto VR hanno mostrato anche un enorme potenziale per lo sviluppo di tecnologie di sicurezza, in quanto i partecipanti possono virtualmente testare veicoli in una varietà di situazioni e ambienti simulati tra cui autostrade, strade urbane, colline, gallerie e condizioni di scarsa illuminazione.

La realtà virtuale consente inoltre ai team di sviluppo di veicoli Hyundai e Kia di simulare le operazioni dei singoli componenti mobili del veicolo, come porte, portelloni, cofano e tergicristalli. Inoltre, il sistema consente alle squadre di testare in modo più efficiente l’ergonomia e l’aerodinamica dei veicoli.

Hyundai e Kia prevedono inoltre di introdurre ulteriormente le tecnologie VR nelle linee di produzione e assemblaggio per creare ambienti di lavoro più ergonomici, efficienti e sicuri.

Un circolo R&D a basso costo e ad alta efficienza

Hyundai e Kia introdurranno i processi di sviluppo virtuale anche nei processi di pianificazione della produzione e nella produzione. I brand prevedono di utilizzare la tecnologia per creare veicoli di alta qualità, che sono richiesti dal mercato e che confermano la loro reputazione per l’attenzione al cliente.

Inizialmente, i modelli virtuali saranno progettati utilizzando i dati di un sistema di R&D basato sull’architettura, analizzando la domanda del mercato. Il modello viene poi virtualmente controllato, consentendo la realizzazione di obiettivi prestazionali bilanciati e precisi basati sulle richieste del cliente.

Laddove i precedenti processi di verifica della qualità cominciavano con la fabbricazione di un veicolo di prova, questo processo può essere ora realizzato virtualmente durante la fase di pre-produzione. Nelle fasi iniziali della progettazione la verifica della qualità mediante modelli e tecniche virtuali migliorerà inoltre il controllo della qualità dei veicoli reali.

Ulteriori applicazioni per la verifica digitale virtuale vedranno la VR fortemente impiegata nello sviluppo delle future soluzioni di mobilità, come la guida autonoma di alto livello. Questi processi di verifica virtuale promettono di accelerare notevolmente lo sviluppo e le fasi di implementazione, permettendo all’azienda di reagire più rapidamente a un panorama di mobilità in rapida evoluzione.