Dicembre 5, 2020

Doppia intervista con i piloti della BMW i Andretti Motorsport Maximilian Günther e Alexander Sims.

In una doppia intervista, Günther e Sims discutono dell’inizio della stagione virtuale di Formula E, il loro record nelle gare reali tenute finora, i punti di forza della squadra e della macchina e le prospettive di un ritorno in pista.

Monaco. Mentre la stagione 6 del campionato ABB FIA Formula E è stata parcheggiata dall’E-Prix di Marrakech (MAR) alla fine di febbraio, la stagione virtuale dell ‘”ABB Formula E Race at Home Challenge” è appena iniziata, con la vittoria per Maximilian Günther (GER). Come i loro compagni piloti di Formula E, lui e Alexander Sims (GBR) stanno passando il tempo senza gare con eventi settimanali di eSports. Nonostante ciò, tutti rimangono fiduciosi che saranno in grado di riprendere e completare la stagione reale in qualche momento nel prossimo futuro. La stagione 6 era iniziata bene, con due pole position e una vittoria per i Sims, mentre Günther aveva ottenuto una vittoria e un secondo posto. Questo li ha messi rispettivamente al terzo e quarto posto nel campionato piloti, con BMW i Andretti Motorsport attualmente secondo nella classifica del Team. In una doppia intervista, Günther e Sims discutono dell’inizio della stagione virtuale di Formula E, il loro record nelle gare reali tenute finora, i punti di forza della squadra e della macchina e le prospettive di un ritorno in pista.

Maximilian, Alexander, siete entrambi tornati in pista, anche se solo per il momento. Una gara, qual è la tua impressione della “Sfida ABB Formula E Race at Home”?

Maximilian Günther: “Innanzitutto, è insolito che le nostre gare siano virtuali. Tuttavia, siamo tutti persone competitive e al momento non abbiamo altri modi per competere l’uno contro l’altro in pista. Come tale, la Race at Home Challenge è una grande opportunità per noi – e, secondo me, alcuni elementi grafici sono sorprendentemente realistici. “

Alexander Sims: “Le corse dei sim sono un territorio completamente nuovo per me. Come tale, sono andato in gara con aspettative relativamente basse. Tuttavia, è molto divertente immergersi nel mondo virtuale e ottenere un po ‘di quella sensazione competitiva, che altrimenti manca al momento. Oltre a ciò, ho la sensazione che Maximilian sia dannatamente veloce. ” (ride)

L’hai detto dopo il giro di prova. Cosa l’ha reso così chiaro sin dall’inizio?

Sims: “Lo vedo molto spesso nel simulatore BMW Motorsport come parte dei nostri preparativi per ogni singola vera gara di Formula E, e posso dire che è molto più veloce nel simulatore di me. Fortunatamente, siamo allo stesso livello sulla pista reale, ma Maximilian ha chiaramente molta più esperienza di me nel simulatore – in parte perché in passato ha svolto il lavoro di simulatore in altre squadre. Ha anche iniziato a correre in sim prima di me. Tutto ciò è evidente dai suoi fantastici risultati al momento. ”

Massimiliano, cosa pensi di essere così bravo nelle corse sim?

Günther: “Sono sempre stato bravo ad adattarmi rapidamente alle nuove circostanze. Ciò ovviamente aiuta enormemente quando, come ho fatto io, hai iniziato a correre sim solo poche settimane fa. Nel round di test e nella gara di apertura è stato possibile vedere che inizialmente tutti i piloti di Formula E hanno impiegato del tempo per superare il limite della simulazione. Penso che miglioreremo tutti da una gara all’altra in questo senso. In quanto tale, credo che anche le gare saranno più vicine. “

Quali aspettative hai in vista della prossima gara sulla pista di prova di Formula E di sabato, con cui il pubblico non ha ancora familiarità?

Günther: “In realtà, non ho mai guidato lì prima, ma conosco il layout. Sembra veloce. Seguirò il mio approccio: ottenere il massimo da ogni gara in cui gareggio. Se questa è una vittoria, come è stata l’ultima volta, è eccellente. Tuttavia, ciò non significa automaticamente che ora mi aspetto di vincere ogni gara. “

Sims: “Non sono sicuro se per caso avrei potuto guidare in pista con mio figlio – ma potrei sbagliarmi. (Ride) Dato che non so ancora nulla del circuito, non ho aspettative precise. È andato molto bene per me a Hong Kong – Vorrei supportarlo adesso. ”

Collegamenti ai live streaming del secondo round dell ‘ “ABB Formula E Race at Home Challenge” (sabato, dalle 16:30 CEST):

Sims: “Poiché l’alternativa alle corse senza spettatori o sui circuiti permanenti sembra non correre più, sono sicuro che qualsiasi pilota sarà favorevole a provarlo. Nella situazione attuale, è fondamentale poter garantire un modo sicuro di fare le cose. Anche i circuiti permanenti possono aiutare in tal senso. Speriamo solo che questa sia solo una soluzione temporanea e che possiamo gradualmente tornare alle normali gare di Formula E che tutti amiamo – nelle grandi città e davanti a migliaia di spettatori. “