Ottobre 31, 2020

Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Citroen C3 R5, vincono il 14° Rally Città Di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina

Andreucci Paolo-Andreussi Anna, Citroen C3 R5 #1,Peletto Racing Team

Campionato Italiano Rally Terra

Il toscano secondo fino all’ultima prova speciale è passato al comando dopo il ritiro del finlandese Lindholm che, con la sua Skoda Fabia R5, aveva dominato la gara. Secondo, Simone Campedelli in coppia con Tania Canton su una Ford Fiesta R5. Terzo posto per Giacomo Costenaro e Justin Bardini su Skoda Fabia R5

Image

Arezzo, domenica 9 agosto 2020 – 11 titoli italiani e la voglia comunque di esserci e di puntare sempre alla vittoria. Paolo Andreucci ed Anna Andreussi hanno vinto al fotofinish il 14° Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina, primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra 2020.

Il toscano e la friulana, a lungo secondi, sono passati in testa alla gara prima del via dell’ultimo tratto cronometrato, approfittando del ritiro per problemi meccanici del finlandese Emil Lindholm, figlio di Sebastian Lindholm per anni protagonista di rilievo del Campionato del Mondo Rally, navigato da Mikael Korhonen al volante di una Skoda Fabia R5. I due fino a quel momento avevano dominato la gara realizzando il miglior tempo in sei delle sette disputate. Meritato comunque il successo del toscano che, al debutto sulla per lui nuova Citroen C3 R5, era stato l’unico a rimanere vicino al finlandese nonostante una messa a punto della vettura ancora da definire.

Image
Andreucci Paolo-Andreussi Anna, Citroen C3 R5 #1,Peletto Racing Team

Al secondo posto hanno chiuso Simone Campedelli e Tania Canton, su una Ford Fiesta MKII R5, rallentati da un problema alla pop off e all’interfono ai primi passaggi del sabato. Alle loro spalle due abituali frequentatori della serie tricolore terra; al terzo posto ha infatti chiuso il vicentino Giacomo Costenaro, in coppia con Justin Bardini su una Skoda Fabia R5, sempre costante durante il weekend aretino seguito dal sammarinese Daniele Ceccoli, navigato dall’esperto Piercarlo Capolongo, al debutto ufficiale con la Hyundai i20. Alla fine si tratta di per entrambi di un primo round positivo, che ha offerto punti buoni in chiave campionato e ha posto le basi per il proseguo della stagione.

Buone le prove di Matteo Gamba, tornato a correre su fondi sterrati dopo qualche stagione e terminato quinto con la sua Skoda Fabia R5 divisa con Nicola Berutti. A seguire si sono quindi piazzati i due sloveni Aljosa Novak e Jaka Cevc, Skoda Fabia, seguiti da Nicolò Marchioro e Marco Marchetti, anche loro su Skoda, partiti tra i favoriti ma messi subito fuori gara dal loro poco feeling con la versione Evo della vettura Boema ed la poca conoscenza dei nuovi pneumatici Pirelli.

Image

Ottavo posto per Alessandro Bettega, in coppia con Paolo Cargnelutti, in gara con la testa più alla classifica della serie Race Day, che il pilota trentino si è portato a casa, che a quella della gara. Nono posto per Fanari e Nicastri, anche loro con una Skoda Fabia R5, mai a pieno regime durante questo nuovo esordio nell’Italiano. Tra le note di cronaca più rilevanti il ritiro del francese Stephane Consani il vincitore del Campionato Italiano Rally Terra 2020. Il francese dopo aver chiuso la prima tappa terzo, ma con ben 35” di ritardo dal primo, ed alle spalle anche di Paolo Andreucci, dopo la prima prova odierna e dopo aver perso altri 6” dalla vetta, ha deciso di ritirarsi.

In classe N4 vittoria di Rigo-Angeli suMitsubishi Lancer Evo IX, davanti a Marrini-Mometti su stessa vettura giapponese.

Tra le R2 invece vittoria di Alex Raschi davanti a Jacopo Trevisani, a lungo al comando della gara e poi rallentato da problemi di elettronica, entrambi su Peugeot 208 R2. Minimo il distacco di appena mezzo secondo a favore del sanmarinese Raschi con il bresciano Trevisani che rimanda la gioia ai prossimi appuntamenti sterrati. Completa il podio di classe il giovane del CIR Davide Nicelli su altra vettura del Leone.

Campedelli Simone-Canton Tania; Ford Fiesta R5 #6; Project Team

CLASSIFICA FINALE TOP 10 – 14° RALLY CITTÀ DI AREZZO CRETE SENESI E VALTIBERINA: 1. Andreucci-Andreussi (Citroen C3 R5) IN 47’59”6; 2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5 Mk II) a 28”; 3. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia R5) a 34.3; 4. Ceccoli-Capolongo (Hyundai I20 NG R5) a 51”; 5. Gamba-Berutti (Skoda Fabia R5) a 1’10”; 6. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) a 1’14”8 ; 7.Bettega-Cargnelutti (Skoda Fabia R5) a 1’17”8; 8. Novak-Cevc (Skoda Fabia R5) a 1’32”6; 9. Fanari-Nicastri (Skoda Fabia R5) a 1’52”3; 10 Hoelbling-Fiorini (Hyundai I20 NG R5) a 2’04”0

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO RALLY TERRA 2020 DOPO VALTIBERINA: 1. Andreucci-Andreussi (Citroen C3 R5) 15pt; 2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5 Mk II) 12pt; 3. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia R5) 10pt; 4. Ceccoli-Capolongo (Hyundai I20 NG R5) 8.pt; 5. Gamba-Berutti (Skoda Fabia R5) 6pt; 6. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) 4pt ; 7.Bettega-Cargnelutti (Skoda Fabia R5) 3pt; 8. Novak-Cevc (Skoda Fabia R5) 3pt; 9. Fanari-Nicastri (Skoda Fabia R5) 2pt; 10 Hoelbling-Fiorini (Hyundai I20 NG R5) 1pt;

CALENDARIO CIR TERRA 2020: 8-9 agosto| 14° Rally Arezzo Crete Senesi e Valtiberina; 29-30 agosto | 48° Rally San Marino; 26-27 settembre | 27° Rally Adriatico; 20-22 novembre | 11° Tuscan Rewind coeff. 1,5;