Ottobre 22, 2020

Primo vantaggio, ma senza fortuna per il BMW Motorrad World Endurance Team nelle “12 ore di Estoril”.

Un anno fa, il BMW Motorrad World Endurance Team ha iniziato la sua stagione di debutto nel FIM EWC al Bol d’Or. Questo fine settimana, la prima stagione della squadra si è conclusa in Portogallo. La BMW S 1000 RR # 37, con Markus Reiterberger, Kenny Foray e Peter Hickman in sella, è stata ancora una volta una delle moto più veloci al quarto e ultimo round della stagione. Tuttavia, la fortuna non è stata dalla parte della squadra e il # 37 si è dovuto accontentare del settimo posto alla fine.

Estoril. Un anno fa, il BMW Motorrad World Endurance Team ha iniziato la sua stagione di debutto nel FIM Endurance World Championship (FIM EWC) al Bol d’Or a Le Castellet (FRA). Questo fine settimana, la prima stagione della squadra si è conclusa con le “12 ore di Estoril” in Portogallo. La # 37 BMW S 1000 RR, con i piloti Markus Reiterberger (GER), Kenny Foray (FRA) e Peter Hickman (GBR) in sella, è stata ancora una volta una delle moto più veloci del campionato del mondo al quarto e ultimo round di la stagione. La fortuna però non è stata dalla parte del team in gara, e il # 37 si è dovuto accontentare del settimo posto dopo dodici ore di gara.

La BMW S 1000 RR ha dimostrato la sua velocità già in qualifica. Reiterberger ha fatto segnare il miglior tempo in tutte le sessioni di qualifica con un nuovo record sul giro. Il BMW Motorrad World Endurance Team si è piazzato al terzo posto sulla griglia di partenza per la 12 ore di gara, con posizioni in griglia determinate dal tempo medio di ciascuno dei tre giri più veloci dei piloti. La gara è iniziata alle 08:00 ora locale di sabato mattina. Il tempo soleggiato significava che le condizioni della pista erano asciutte e buone.

Ewc_12_H_Estoril_2020_Race

Il pilota titolare Reiterberger era presto salito al secondo posto e non passò molto tempo prima che la BMW S 1000 RR numero 37 fosse in testa alla gara. Quindi si mise a tirare fuori dal gruppo di cacciatori. Il BMW Motorrad World Endurance Team ha trascorso oltre un’ora in testa al campo, prima che le cose prendessero una brutta piega. Hickman ha slittato e si è schiantato in una curva a sinistra. È stato in grado di continuare, ma l’incidente relativamente minore ha causato danni così gravi alla moto che ha richiesto una lunga sosta per le riparazioni. Ciò ha visto la moto # 37 tornare al 19 ° posto posto, otto giri dietro ai primi. Con il progredire della gara, il trio di Reiterberger, Foray e Hickman ha iniziato a tornare gradualmente in campo. Dopo 12 ore, il # 37 ha tagliato il traguardo al settimo posto. La seconda BMW S 1000 RR, la moto # 90 del Team LRP Poland, è arrivata nona.

Ewc_12_H_Estoril_2020_National Motos, Egea StŽphane, Antiga Guillaume, Honda CBR 1000RR, Formula EWC

La stagione 2019/20, iniziata un anno fa a Le Castellet, è stata ridotta a quattro gare a causa del coronavirus. Il BMW Motorrad World Endurance Team ha conquistato il suo primo podio contro il top class campionato mondiale con il terzo posto nel round di apertura. Il podio successivo è arrivato nella seconda gara di metà dicembre a Sepang (MAS), grazie ad un altro terzo posto. Dopo una pausa, la stagione è ripresa a Le Mans (FRA) alla fine di agosto. Poco prima del traguardo, la squadra è caduta mentre era quinta. Il settimo posto nella finale di Estoril significa che il BMW Motorrad World Endurance Team conclude la sua stagione di debutto al sesto posto assoluto.

Ewc_12_H_Estoril_2020_VRD Igol Pierret Experiences, Alt Florian, Marino Florian, Terol Nicolas, Yamaha YZF R1, Formula EWC

Citazioni dopo le “12 ore di Estoril”.

Marc Bongers, Direttore BMW Motorrad Motorsport: “All’inizio è ovviamente deludente, quando si subisce una tale battuta d’arresto mentre si è in testa alla gara. Avevamo gli occhi puntati su un traguardo eccellente e abbiamo visto che avevamo il potenziale per raggiungerlo. Tuttavia, queste cose accadono nelle corse. Né la squadra né i corridori hanno seppellito la testa nella sabbia dopo quell’incidente. Invece, hanno combattuto e hanno dato il massimo fino al traguardo. Anche se non abbiamo ottenuto il risultato che stavamo cercando nel finale, devi guardare al quadro generale. Era la nostra prima stagione nel FIM EWC, con il suo campo molto forte, e avevamo poco tempo per prepararci prima della nostra prima uscita al Bol d’Or un anno fa. Siamo saliti due volte sul podio nelle quattro gare di questa stagione e siamo stati estremamente competitivi negli altri due eventi. Inoltre, siamo stati in grado di dimostrare l’affidabilità della nostra RR alla 24 ore di Le Mans e alla 12 ore all’Estoril, anche se abbiamo perso posizioni forti a causa di errori di guida. Nel complesso non è un brutto record per noi come “debuttanti”. Il BMW Motorrad World Endurance Team e la BMW S 1000 RR si sono affermati tra i migliori al mondo al primo tentativo. Vorrei ringraziare di cuore Werner Daemen, Steven Casaer e l’intera squadra per il duro lavoro e altamente professionale che hanno svolto in questa stagione. Abbiamo raggiunto uno standard molto elevato nel nostro primo anno, il che ci offre una base eccezionale per la nostra seconda stagione in FIM EWC. Congratulazioni al nostro partner per pneumatici Dunlop che ha vinto il titolo con SERT. Inizieremo un nuovo tentativo di lottare per il titolo nella prossima stagione “. Nel complesso non è un brutto record per noi come “debuttanti”. Il BMW Motorrad World Endurance Team e la BMW S 1000 RR si sono affermati tra i migliori al mondo al primo tentativo. Vorrei ringraziare di cuore Werner Daemen, Steven Casaer e l’intera squadra per il duro lavoro e altamente professionale che hanno svolto in questa stagione. Abbiamo raggiunto uno standard molto elevato nel nostro primo anno, il che ci offre una base eccezionale per la nostra seconda stagione in FIM EWC. Congratulazioni al nostro partner per pneumatici Dunlop che ha vinto il titolo con SERT. Inizieremo un nuovo tentativo di lottare per il titolo nella prossima stagione “. Nel complesso non è un brutto record per noi come “debuttanti”. Il BMW Motorrad World Endurance Team e la BMW S 1000 RR si sono affermati tra i migliori al mondo al primo tentativo. Vorrei ringraziare di cuore Werner Daemen, Steven Casaer e l’intera squadra per il duro lavoro e altamente professionale che hanno svolto in questa stagione. Abbiamo raggiunto uno standard molto elevato nel nostro primo anno, il che ci offre una base eccezionale per la nostra seconda stagione in FIM EWC. Congratulazioni al nostro partner per pneumatici Dunlop che ha vinto il titolo con SERT. Inizieremo un nuovo tentativo di lottare per il titolo nella prossima stagione “. Vorrei ringraziare di cuore Werner Daemen, Steven Casaer e l’intera squadra per il duro lavoro e altamente professionale che hanno svolto in questa stagione. Abbiamo raggiunto uno standard molto elevato nel nostro primo anno, il che ci offre una base eccezionale per la nostra seconda stagione in FIM EWC. Congratulazioni al nostro partner per pneumatici Dunlop che ha vinto il titolo con SERT. Inizieremo un nuovo tentativo di lottare per il titolo nella prossima stagione “. Vorrei ringraziare di cuore Werner Daemen, Steven Casaer e l’intera squadra per il duro lavoro e altamente professionale che hanno svolto in questa stagione. Abbiamo raggiunto uno standard molto elevato nel nostro primo anno, il che ci offre una base eccezionale per la nostra seconda stagione in FIM EWC. Congratulazioni al nostro partner per pneumatici Dunlop che ha vinto il titolo con SERT. Inizieremo un nuovo tentativo di lottare per il titolo nella prossima stagione “.

Ewc_12_H_Estoril_2020_Race

Werner Daemen, Team Manager BMW Motorrad World Endurance Team:“Alla fine era settimo e non siamo molto contenti perché penso che avremmo potuto vincere la gara senza i problemi che abbiamo avuto. La caduta di Hicky è stata ovviamente un grosso problema e abbiamo perso molti giri perché dovevamo riparare la moto, compreso un cambio del forcellone. Quando vedi il distacco che avevamo alla bandiera a scacchi penso che la vittoria sarebbe stata possibile. Markus ha fatto un ottimo lavoro, così come tutti i piloti e l’intera squadra durante l’intera settimana. Solo l’incidente è stato un peccato. Dopo Le Mans, è stata la seconda volta che abbiamo perso molti punti a causa di una caduta. Ma è stato il nostro primo anno nel FIM EWC e abbiamo visto che senza incidenti possiamo lottare per il campionato del mondo – questo non è davvero male per il primo anno. Quindi nel complesso sono una persona felice ma un po ‘deluso dal risultato di oggi. “

37 BMW MOTORRAD WORLD ENDURANCE TEAM , Reiterberger Markus, Foray Kenny, Hickman Peter, BMW S 1000 RR, Formula EWC

Markus Reiterberger:“Ho avuto l’onore di partire ed è andata molto bene – ero un corridore veloce e poi sono uscito abbastanza veloce. A parte i due ragazzi davanti a me, avevo un discreto grip abbastanza presto e li ho superati. Poi ho costruito un gap sul mio stint che è stato molto buono e importante. Inizialmente “Hicky” si è fatto avanti, ma poi purtroppo è caduto. Mi dispiace per lui perché ha appena commesso un piccolo errore di guida. È stato un peccato per tutta la squadra, ma difficilmente puoi rimproverarlo per questo. È stato un normale incidente di gara che può capitare a tutti. Il team ha fatto un ottimo lavoro e ha riparato la moto molto velocemente. Dopodiché, abbiamo percorso dei super stint, ai primi tre livelli, anche se avevamo ancora uno o due problemi legati all’incidente. Ci siamo fatti strada fino a finire settimo. Ovviamente speravamo in un podio o in una vittoria e questo sarebbe stato sicuramente possibile. Ma questa è Endurance. È stato un grande evento su una pista fantastica e posso solo dire “grazie” alla squadra e ai miei compagni di squadra. Tutti hanno dato il massimo e verrà il giorno in cui saremo nuovamente ricompensati per il nostro lavoro “.

Kenny Foray: “La gara è finita e la stagione del campionato è finita e di sicuro non è il risultato che ci aspettavamo. Ma queste sono le corse e penso che possiamo imparare molto dalle ultime due gare. Per me personalmente, l’ultima gara all’Estoril non è stata facile perché dopo la caduta la moto non era facile da guidare quindi dovevamo adattare il nostro stile di guida. Ma questa è resistenza; devi essere in grado di adattarti a tutto. E siamo stati in grado di spingere e tornare al settimo posto. Questo risultato non è poi così male, ma penso che oggi siamo riusciti a fare un podio. Ma è così. Impariamo e torniamo la prossima stagione. “

Peter Hickman: “Voglio davvero chiedere scusa alla squadra perché avevamo il ritmo per vincere questa gara e il mio errore è stato quello che ha causato tutti i problemi, il che è un grande peccato. Ma è stato bello dimostrare che avevamo il ritmo e la squadra ha lavorato davvero molto bene per riportare la moto in pista. Penso che nel complesso abbiamo mostrato il potenziale della moto e dei piloti, ma è semplicemente deludente non aver vinto la gara. Scusate ancora tutta la squadra. “