Giugno 13, 2021

SEAT investe oltre 30 milioni di Euro in un pionieristico centro di collaudo motori nel sud Europa


La struttura è dotata di nove banchi multienergetici che consentono di testare
qualsiasi tipo di motore, dalla fase di sviluppo all’omologazione
Dal Caucaso, alla Death Valley e Martorell: una camera climatica simula situazioni
estreme, con temperature comprese tra -40 e +65 gradi e fino a 5.000 m di
altitudine
Nella struttura, situata nel Centro Tecnico di SEAT, 200 professionisti eseguono test
per i marchi del Gruppo Volkswagen 24 ore su 24
Verona.

Nell’ambito del suo costante impegno per l’innovazione e per il futuro
dell’azienda, incentrato sull’elettrificazione, SEAT ha investito oltre 30 milioni di Euro negli ultimi
anni per creare il più avanzato centro di test per propulsori di tutto il sud Europa. La struttura è dotata di nove banchi prova multienergetici, che consentono di effettuare diversi tipi di test su
motori a combustione interna, elettrici, ibridi e metano, con l’obiettivo di garantire il soddisfacimento dei requisiti di qualità, emissioni e CO2, durata e prestazioni durante l’intero ciclo di vita.
L’investimento, realizzato negli ultimi cinque anni, ha dato vita a un centro con una capacità pari a
14.300 test all’anno, dalle fasi iniziali di sviluppo fino ai test necessari per l’omologazione.

La
struttura include inoltre una camera climatica in grado di simulare condizioni di guida estreme, da
-40° a +65° e fino a 5.000 metri di altitudine, e una torre automatizzata con una capacità fino a
27 veicoli che mantiene le auto a una temperatura stabile di 23° per garantire che siano in
condizioni ottimali per i test.
In questo Centro Sviluppo Propulsori, situato nel Centro Tecnico di SEAT, lavorano 200
professionisti suddivisi in tre turni giornalieri, per garantirne l’operatività 24 ore su 24, sei giorni
alla settimana. I test che vengono effettuati consentono di validare nuovi progetti di propulsori
per diverse marche del Gruppo Volkswagen.


“Questo progetto consolida SEAT come una delle strutture per lo sviluppo di veicoli più
avanzate in Europa. I nuovi impianti e l’elevata competenza tecnica del team
consentono di testare e calibrare nuovi propulsori durante la fase di sviluppo,
garantendo prestazioni ottimali ai marchi SEAT e CUPRA, nonché ai diversi marchi del
Gruppo, con un focus particolare sui motori ibridi ed elettrici” ha sottolineato Werner Tietz,
Vicepresidente Ricerca e Sviluppo di SEAT.


Struttura all’avanguardia
Il Centro Sviluppo Propulsori è dotato di nove banchi di prova, su cui i nuovi propulsori vengono
testati e calibrati in base alla tipologia di veicolo su cui saranno assemblati. Pertanto, durante la
fase di sviluppo vengono regolati aspetti come l’iniezione di carburante, l’aspirazione o la potenza


e vengono effettuate simulazioni di guida in condizioni estreme per monitorarne il funzionamento
in situazioni straordinarie.


La struttura dispone inoltre di un laboratorio di emissioni in cui vengono eseguiti oltre 80 diversi
tipi di test su ciascun veicolo, in fase di pre-rilascio e in conformità ai requisiti di omologazione
delle diverse normative.

Sono inoltre presenti dispositivi PEMS (sistema portatile di misurazione
delle emissioni), in grado di monitorare i dati di marcia del veicolo durante i test RDE (emissioni di
guida reali) attualmente necessari per analizzare i consumi e le emissioni delle auto in situazioni di
guida reali, durante il processo di omologazione.
Il centro propulsori dispone poi di un banco prova di durata, dove prototipi e veicoli percorrono
fino a 200.000 km sui rulli senza interruzioni, mentre le prestazioni del motore vengono analizzate
in ogni momento. SEAT ha installato un sistema che recupera l’energia generata dai rulli,
restituendola sotto forma di elettricità per un consumo successivo.


Dal Caucaso alla Death Valley, senza uscire da Martorell
Una delle strutture più particolari del centro di prova motori è la camera climatica, in cui vengono
simulate condizioni climatiche estreme (temperatura e livelli di pressione atmosferica), passando
dalla riproduzione delle condizioni delle montagne del Caucaso a quelle della Death Valley in
California nel giro di poche ore. In questo modo, la camera permette di testare le prestazioni dei
motori ed effettuare simulazioni di guida, con l’ausilio di robot, in condizioni estreme. Queste
simulazioni rendono possibile analizzare la risposta delle vetture con differenti propulsori alle
condizioni imposte, al fine di garantire prestazioni ottimali alle vetture che arriveranno ai clienti.


Oltre a questo nuovo centro di sviluppo motori, come ulteriore passo avanti nel suo impegno
verso l’elettrificazione, SEAT ha dato il via alla costruzione del nuovo laboratorio di batterie della
casa, il futuro Test Center Energy (TCE) di Martorell. Il nuovo centro, che ha richiesto un
investimento di oltre 7 milioni di Euro, svilupperà e testerà diversi sistemi energetici per veicoli
elettrici e ibridi. La costruzione del TCE, il cui completamento è previsto entro aprile 2021, è inclusa
nel piano di investimenti di 5 miliardi di Euro annunciato dall’azienda. La struttura di 1.500 metri
quadrati comprenderà diverse aree di test per la validazione di moduli cellulari con tecnologia
agli ioni di litio, batterie a medio e ad alto voltaggio e diversi caricatori utilizzati nell’intera gamma
di veicoli elettrificati