24 Ottobre 2021

National galerie e BMW annunciano la shortlist del Preis der National galerie 2021.

Nominati Lamin Fofana, Calla Henkel e Max Pitegoff, Sandra Mujinga e Sung Tieu.

Monaco / Berlino. Una prima giuria nomina gli artisti Lamin Fofana , Calla Henkel & Max Pitegoff , Sandra Mujinga e Sung Tieu per la Preis der Nationalgalerie 2021. I nominati esporranno le loro opere in una mostra congiunta presso Hamburger Bahnhof – Museum für Gegenwart – Berlino dal 16 settembre Dal 2021 al 27 febbraio 2022. In collaborazione con BMW come partner a lungo termine, il Preis der Nationalgalerie sarà assegnato per l’undicesima volta questo autunno dalla Nationalgalerie di Berlino.

La giuria internazionale, composta da Adam Budak (Direttore artistico, Kestner Gesellschaft, Hannover), Dr Andrea Lissoni (Direttore artistico, Haus der Kunst, Monaco), Dr Zoé Whitley (Direttore, Chisenhale Gallery, Londra) e Franciska Zólyom (Direttore, Curatore, Galerie für Zeitgenössische Kunst Leipzig), ha notato la loro selezione unanime:

” L’ esperienza di Lamin Fofana (vive a Berlino) di spostarsi tra Africa, Nord America ed Europa è palpabile nel suo approccio sperimentale alla creazione di ambienti sonori. Fondamentale nel contesto di questa produzione è l’impegno con le forme storiche dell’attivismo e del pensiero critico neri, tra cui la scrittura di Amiri Baraka, WEB Du Bois e Sylvia Wynter. Eppure il suo lavoro si espande oltre l’atto della traduzione per creare uno spazio per l’esperienza condivisa e una maggiore consapevolezza. In tal modo propone una pratica di ascolto attiva e aperta, abilità che rappresenta un presupposto essenziale per la convivenza.

Nel corso degli ultimi dieci anni, il lavoro di Calla Henkel e Max Pitegoff (nato nel 1988 a Minneapolis, USA / nato nel 1987 a Buffalo, USA; entrambi vivono a Berlino) è stato sia una documentazione che un catalizzatore per cambiamenti nel contesto di Berlino e oltre. In questo contesto, la loro pratica, che si è sviluppata dalla tradizione della fotografia documentaria per comprendere il nutrimento della propria comunità creativa, sembra opportuna. Emergendo dall’esperienza vissuta, le loro opere pongono domande cruciali su ciò che deve essere mostrato e ciò che deve essere salvaguardato, consentendo a una moltitudine di narrazioni di dispiegarsi attorno a un ambiente condiviso.

Operando con freschezza ed energia, Sandra Mujinga (nata nel 1989 a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, vive a Berlino e Oslo, in Norvegia) trova immagini e disposizioni spaziali per mondi transitori, che si estendono oltre un paradigma antropocentrico. Il suo impegno con una nozione di luogo, sia come spazio espositivo che come categoria sociale più ampia, offre un commento su ambienti e luoghi, in particolare quelli che si considerano liberali. Non solo navigando in una condizione di interconnessione, ma anche riconfigurandola e condividendola con gli altri in una varietà di media, mette in discussione i principi stabiliti di presenza e scultura.

Utilizzando una varietà di media artistici tra cui installazione, suono, testo, video e interventi pubblici, Sung Tieu (nato nel 1987 a Hai Duong, Vietnam, vive a Berlino) crea ambienti formalmente minimalisti e impressionanti che innescano un’esperienza sensuale e somatica immediata. Partendo da un interesse per la psicoacustica, i suoi lavori descrivono come il suono possa essere utilizzato come strumento invasivo per manipolare comportamenti, convinzioni e desideri individuali e collettivi. Informata dai meccanismi conflittuali di cura e controllo e dalle relazioni spaziali e sociali instabili che hanno un impatto sulla vita in diaspora, indaga la diffusione delle informazioni e il movimento di persone, beni e merci in modo convincente “.

Dr Gabriele Knapstein , Responsabile della Hamburger Bahnhof – Museum für Gegenwart – Berlino: “La Preis der Nationalgalerie è stata premiata dal 2000 e siamo lieti di poter continuare, in collaborazione con la Freunde der Nationalgalerie e il nostro partner BMW, a presentare il lavoro di eccezionali giovani artisti a un vasto pubblico. Vorremmo ringraziare i membri della prima giuria per le loro discussioni entusiaste e per una decisione entusiasmante. Ancora una volta, è evidente quanto sia internazionale la scena artistica contemporanea in Germania “.

“In tempi di rapidi cambiamenti, la responsabilità e l’affidabilità sono del massimo valore. Come la cultura. Nel 2021 festeggiamo i 50 anni del nostro impegno culturale a livello mondiale e siamo orgogliosi di essere partner della Preis der Nationalgalerie da quindici anni. Quest’anno questo prestigioso premio offre un palcoscenico a giovani eccitanti posizioni di arte contemporanea che celebrano il crossover e la collaborazione “, afferma il dott. Nicolas Peter , membro del consiglio di amministrazione di BMW AG, Finance.

Insieme a una dichiarazione video, la shortlist è stata pubblicata per la prima volta esclusivamente da ArtReview e Monopol .

Una seconda giuria sceglierà il vincitore della Preis der Nationalgalerie il 7 ottobre 2021 con una cerimonia di premiazione nella stessa sera. Il premio consiste in una mostra personale accompagnata da un catalogo presso una delle istituzioni della Nationalgalerie di Berlino nell’autunno del 2022.

La Preis der Nationalgalerie è abilitata dalla Freunde der Nationalgalerie eV dal 2000 con BMW come partner esclusivo per 15 anni. Il  premio si concentra sui giovani importanti incarichi di oggi. Sono ammessi artisti di tutte le nazionalità se attualmente lavorano in Germania e hanno meno di 40 anni. I vincitori precedenti, tra gli altri, sono stati Monica Bonvicini (2005), Cyprien Gaillard (2011), Anne Imhof (2015), Agnieszka Polska (2017) e Pauline Curnier Jardin (2019).