24 Ottobre 2021

Inizia il più grande evento baltico nel mondo del motorsport

Rally Estonia

La seconda metà della stagione del World Rally Championship (WRC) di quest’anno prende il via sulle piste veloci e tecniche dell’Estonia. Un paese in cui il rally è uno sport molto popolare non vede l’ora che arrivi il settimo round del campionato mondiale e non c’è da meravigliarsi se questo evento è annunciato come il più grande evento motoristico di tutti i Paesi baltici.

La storia del rally estone non è lunghissima, in quanto risale “solo” al 2010. Tuttavia nel 2014 era già inserita nel calendario del Campionato Europeo Rally, di cui faceva parte fino al 2016. A causa della natura simile di corso, l’evento è stato utilizzato frequentemente da molte squadre in preparazione per il Rally di Finlandia (WRC) e nel 2019 gli organizzatori dell’evento lo hanno visto incluso come evento WRC. L’anno scorso, per la prima volta, il Rally Estonia è entrato a far parte del campionato del mondo e ha ripreso anche l’edizione dello scorso anno dopo una pausa causata dalla situazione pandemica nel mondo.

L’evento di quest’anno vedrà la partecipazione di 12 equipaggi con auto ŠKODA FABIA Rally2 e Rally2 evo, rendendo ŠKODA ancora una volta il marchio più rappresentato nella classe Rally2. Tra i 12 equipaggi ci sono ovviamente il leader della categoria WRC2 Andreas Mikkelsen e il navigatore Ola Fløen. Il loro obiettivo è principalmente quello di aumentare questo punto di vantaggio e rompere le battute d’arresto che li hanno accompagnati negli eventi precedenti. 

I loro compagni di squadra Toksport WRT supportati da ŠKODA Motorsport Marco Bulacia e Marcelo Der Ohannesian sono al terzo posto nella categoria grazie alle loro precedenti prestazioni costanti. Anche l’equipaggio polacco di Kajetan Kajetanowicz/Maciej Szczepaniak ha grandi ambizioni nella categoria WRC3. Il loro obiettivo è ottenere la terza vittoria stagionale e ridurre il vantaggio in punti dell’attuale leader della categoria. Non manca però la concorrenza