26 Settembre 2021

Lamborghini Countach celebrata al Concorso di Eleganza di Pebble Beach (CA, USA).

Una classe dedicata alle Countach e l’esposizione della nuovissima Countach LPI 800-4 per festeggiare i 50 anni di uno dei modelli più iconici nella storia della Lamborghini

Pebble Beach/Sant’Agata Bolognese, 15 agosto 2021 – La Lamborghini Countach, modello che quest’anno celebra i suoi primi 50 anni, ha ricevuto l’onore di avere una classe dedicata al 70° Concorso di Eleganza di Pebble Beach, in California. Otto le Countach presenti, sei portate da collezionisti internazionali e due, fuori concorso, la prima e l’ultima Countach prodotte, portate da Automobili Lamborghini.

La Countach ha ridefinito il segmento delle vetture ad alte prestazioni ed è diventata un’icona di termini di linguaggio stilistico che, ancora oggi, guida la realizzazione delle Lamborghini contemporanee. Il Concorso di Pebble Beach è lo scenario perfetto per celebrare il 50° anniversario di questa leggendaria vettura”, ha dichiarato Stephan Winkelmann, Presidente e CEO di Automobili Lamborghini, che, proprio poche ore prima ha presentato la nuova Lamborghini Countach LPI 800-4; una vettura direttamente ispirata alla Countach LP 500 del 1971 .

Siamo felici di poter avere una classe Countach così ricca,” ha aggiunto Sandra Button, Presidente del Concorso di Eleganza di Pebble Beach. “Queste auto hanno giocato un ruolo importante nel definire i concetti stilistici e tecnici delle moderne vetture sportive. E’ difficile credere che queste forme, così all’avanguardia ancora oggi, abbiano 50 anni”.  

Tra le Countach presenti a Pebble Beach, la più vecchia Countach esistente, la LP 400 telaio #1120001, il secondo prototipo realizzato, il primo della serie LP 400, la vettura, rossa con interno nero, presentata al Salone di Ginevra del Marzo 1973. Dopo essere stata utilizzata per le prove di sviluppo del modello, ed essere apparsa su diverse riviste dell’epoca, riverniciata nell’attuale Verde Medio, con interni colore Verde Chiaro, è stata mostrata, sempre nel 1973, al Salone di Parigi, al IAA di Francoforte ed Earl Court London Show. Venduta poco dopo, è rimasta abbandonata in un fienile in Svizzera per svariati anni, prima di essere riscoperta ed acquistata da Automobili Lamborghini nel 2004 e, da allora, esposta al MUDETEC, il museo della Lamborghini a Sant’Agata Bolognese.

Al suo fianco, sempre di proprietà del MUDETEC, l’ultima Countach prodotta, la 25° Anniversario con numero di telaio #KLA12085 che ha lasciato la linea di produzione il 4 Luglio del 1990. Argento metallizzato, con interno in pelle di colore grigio, questa 25° Anniversario non è mai stata venduta ed è rimasta, da sempre, di proprietà di Automobili Lamborghini.  

Sei le Countach di proprietà di collezionisti privati, iscritte a Pebble Beach: 3 del tipo LP 400 (due del 1976 ed una del 1977), una del tipo LP 400 S del 1981 e due LP 5000 Quattrovalvole, una del 1985 ed una del 1986.  

La classe è stata vinta dalla Countach LP 400 S del 1981, telaio #1121316, di proprietà di Robert Bishop (FL, USA), una delle sole 82 costruite della terza serie. Originariamente venduta in Medio Oriente, nell’inusuale colore Verde Metallizzato con interni color Kaki, non è stata targata fino a quando, svariati anni dopo, è stata venduta ad un appassionato svedese. Ora negli Stati Uniti, dove viene regolarmente guidata, è stata attentamente restaurata in Italia dove è stata anche esposta al MUDETEC, il Museo delle Tecnologie di Automobili Lamborghini, a Sant’Agata Bolognese. Al secondo posto, la Countach LP 400 “Periscopio” del 1976, telaio #1120192, oggi di proprietà della Mouse Motor (IL, USA), una delle sole 152 “Periscopio” prodotte, rimasta in condizioni completamente originali, con ancor la sua prima vernice di colore Giallo.

Venduta nuova in Italia nell’Agosto del 1976, e subito esportata negli USA, è stata venduta ad un appassionato di Chicago che l’ha usata pochissimo. Si mormora che, questo primo proprietario, considerandola una splendida opera d’arte, l’abbia tenuta nel salotto di casa per 14 anni, prima di rivenderla allo stesso concessionario da cui l’aveva comprata che, a sua volta, l’ha tenuta esposta, immobile, per i successivi 14 anni. E’ stato solo dal 2003 che, i due seguenti proprietari, l’hanno rimessa in funzione per utilizzarla in occasioni speciali. Terzo posto per la Countach 5000 Quattrovalvole del 1985, telaio #ZA95005AOFLA12820, oggi di proprietà del collezionista americano Jeffrey Ajiuni (MD, USA) di colore Rosso Siviglia con interni Champagne e cruscotto Marrone Testa di Moro.

Uscita dalla linea di produzione il 30 Maggio 1985, è rimasta in Italia, sempre tagliandata in fabbrica, uniproprietario fino al 2019 quando è stata importata negli Stati Uniti dall’attuale secondo appassionato custode. E’ stata presentata a Pebble Beach appena uscita da un meticoloso restauro, accurato fin nei più piccoli dettagli.     

Nello spazio dedicato dal Concorso di Eleganza di Pebble Beach ai prototipi contemporanei, ha fatto il suo esordio pubblico la nuova Lamborghini Countach LPI 800-4, 814 CV, 12 cilindri ibrida, dotata di supercapacitor, nata per celebrare in chiave moderna le innovazioni portate dalla Countach 50 anni fa, che verrà prodotta in 112 esemplari.

Impegnati nel concorso di eleganza, come Giudici Onorari, anche Stephan Winkelmann, Presidente e CEO di Automobili Lamborghini e Mitja Borkert, dal 2016 Direttore del Centro Stile Lamborghini. “Il momento più speciale della settimana motoristica di Monterey è stato, per Automobili Lamborghini, la presentazione della Countach LPI 800-4 avvenuta al Quail”, ha dichiarato Stephan Winkelmann. “La classe dedicata ai 50 anni di Countach a Pebble Beach è stata un grande onore, e mi ha permesso di apprezzare come gli appassionati siano pieni di voglia di vivere e di ripartire, per tornare, quanto prima, alla normalità e di constatare come ci sia sempre rolto entusiasmo attorno al nostro marchio, sia per le vetture nuove sia per quelle d’epoca”.

Lamborghini Polo Storico

Lamborghini Polo Storico, inaugurato nel 2015, è il dipartimento di Automobili Lamborghini che si occupa di preservare l’heritage della Casa di Sant’Agata Bolognese. Il restauro e la certificazione di tutte le vetture Lamborghini prodotte fino al 2001 sono solo alcuni dei compiti del Polo Storico. A questi infatti si aggiunge la ricostruzione dei pezzi di ricambio delle Lamborghini d’epoca, circa 200 nuovi codici introdotti ogni anno, e la conservazione e gestione dell’archivio, attività con le quali il Lamborghini Polo Storico vuole supportare la preservazione di tutte le Lamborghini classiche.