26 Settembre 2021

In terra sarda un altro podio per la Island Motorsport

In virtù di una prestazione da incorniciare, l’equipaggio portacolori Campedelli – Rappa (Volkswagen Polo R5) conquista la terza piazza assoluta al Rally dei Nuraghi e del Vermentino, quinto nonché penultimo atto stagionale dell’avvincente Campionato Italiano Rally Terra

Simone Campedelli sul podio di Berchidda

Berchidda (Ss), 12 settembre 2021 – Seppur al debutto al 18° Rally dei Nuraghi e del Vermentino, quinto nonché penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT), andato in scena lo scorso fine settimana in Gallura, Simone Campedelli ha conquistato la terza piazza assoluta in virtù di una prestazione da incorniciare, inanellando in tal modo il quarto podio stagionale nella serie tricolore dopo quelli già ottenuti, in ordine cronologico, all’”Adriatico”, all’”Italia Sardegna”, valido altresì per il Mondiale di specialità, e al “Valtiberina”. Il portacolori della scuderia siciliana Island Motorsport, col supporto della Tempo srl, presentatosi al via con Gianfranco Rappa alle note e al volante della Volkswagen Polo R5 della Step Five Motorsport, gommata MRF Tyres, si è reso subito protagonista sin dal piovoso venerdì, segnando il miglior tempo nella seconda prova speciale (secondo passaggio della “Telti”) delle sette totali previste nella due giorni agonistica. L’indomani, il talentuoso pilota cesenate ha bissato il successo nella frazione cronometrata d’apertura passando al comando per cederlo successivamente all’altro top driver Scandola, leader della serie tricolore. Campedelli, però, ha tenuto botta consolidando il secondo posto e continuando a spingere sull’acceleratore concludendo così al traguardo a poco più di un secondo di ritardo dal battistrada. Quando l’argento sembrava oramai certo, però, ecco capitare un imprevisto nelle battute finali: un problema alla ruota posteriore destra durante il trasferimento, rallenta il conduttore romagnolo che paga il ritardo all’ultimo controllo orario con 20 secondi di penalità, scivolando in terza posizione.

«Diciamo che quest’anno non ci siam fatti mancare nulla, ma tant’è» – ha commentato Campedelli – «Un episodio che, però, non ha inficiato la performance nel suo complesso; probabilmente la migliore dell’intera stagione, insieme a quella sugli asfalti del “Roma Capitale”. La differenza sugli sterrati sardi l’han fatta i test svolti nei giorni precedenti allo start. Una sessione rivelatasi fondamentale ai fini esperienziali con le nuove gomme MRF. Appurate le inedite specifiche, abbiamo allestito un ottimo assetto, perfezionato in seguito di passaggio in passaggio, una volta in gara. Detto questo, se la matematica oramai ci vede fuori dai giochi per la lotta al titolo è altrettanto vero e decisamente non meno rilevante, che prosegue deciso il programma di sviluppo degli pneumatici anche alla luce dei dati raccolti nel weekend appena archiviato».

Campionato, avvincente e combattuto più che mai, sul quale calerà il sipario ai primi di novembre in Toscana con la disputa dell’undicesima edizione della Liburna Terra.


Classifica finale 18° Rally dei Nuraghi e del Vermentino

1. Scandola U.-Fappani (Hyundai i20 R5) in 48’23”3; 2. Andreucci-Briani (Skoda Fabia Evo R5) a 3”5; 3. Campedelli-Rappa (Volkswagen Polo R5) a 21”7; 4. Battistolli-Scattolin (Skoda Fabia R5) a 1’05”1; 5. Bulacia-Lopez (Skoda Fabia Evo R5) a 1’24”9; 6. Oldrati-De Guio (Skoda Fabia Evo R5) a 2’00”6; 7. Scandola M.-Franco (Hyundai i20 R5) a 2’13”6; 8. Romagna-Addondi (Skoda Fabia Evo R5) a 2’38”7; 9. Dettori-Pisano (Skoda Fabia R5) a 2’47”9; 10. Tonso-Bonato (Skoda Fabia R5) a 2’56”1.

Classifica assoluta conduttori CIRT 2021 (dopo 5 gare)

1. Umberto Scandola punti 75; 2. Andreucci 57,5; 3. Campedelli 50; 4. Oldrati 32; 5. Bulacia 30; 6. Tonso 19; 7. Molinaro 18; 8. Romagna 15,5; 9. Bresolin, Dettori 14,5. 

Calendario CIRT 2021

28° Rally Adriatico (24/04); Rally Italia Sardegna (4/06); 49° San Marino Rally (26/06); 15° Rally Città di Arezzo – Crete Senesi e Valtiberina (7-8/08); 18° Rally dei Nuraghi e del Vermentino (10-11/09); 12ª Liburna Terra (6/11).