20 Maggio 2022

Stellantis incrementa le vendite di veicoli a basse emissioni (LEV) in Europa

In un mercato europeo1 in calo del 12,3% rispetto all’anno precedente nel 1° trimestre 2022, Stellantis conferma la sua solida posizione per le autovetture e per i veicoli commerciali leggeri (LCV), con una quota di mercato del 21,0% e la leadership nei principali mercati (Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Belgio e Grecia).

Nel primo trimestre 2022, Peugeot e Citroën sono tra i primi 10 marchi più venduti nell’EU30 e Stellantis ha anche cinque modelli nella classifica dei primi 10 veicoli (Peugeot 208, Citroën C3, Peugeot 2008, Opel/Vauxhall Corsa e Fiat Panda) con la Peugeot 208 che è l’auto più venduta in Europa.

Stellantis conferma anche la sua leadership di mercato nell’EU30 per i veicoli commerciali leggeri con una quota del 34,0%, che equivale a vendite di quasi 145.000 veicoli nel 1° trimestre 2022.

A poco più di un anno dalla sua nascita, Stellantis si conferma tra i leader del mercato automobilistico e continua il percorso verso la transizione energetica, volta a garantire una mobilità accessibile a tutti e rispettosa dell’ambiente, con l’Europa che gioca un ruolo chiave nel piano strategico Dare Forward 2030 di Stellantis.

Sostanziale svolta dei LEV per Stellantis

Stellantis è leader2 del mercato dei veicoli a basse emissioni (LEV), per autovetture e LCV, nei principali paesi europei come l’Italia (35,7% di quota di mercato), la Francia (30,3%) la Spagna (21,8%) e la Polonia (14,9%) nel primo trimestre 2022 ed è anche leader delle vendite LEV nel mercato dei veicoli commerciali leggeri EU30 con una quota del 44,5%.

La Nuova Fiat 500, la Peugeot 3008 e la Peugeot 208, con oltre 34.000 unità di vendita complessive per il 1° trimestre 2022, si confermano tra i LEV più venduti in Europa. Inoltre, la Nuova 500 è al terzo posto nel mercato dei BEV (veicoli elettrici a batteria) e la Peugeot 3008 è terza nel mercato dei PHEV (veicoli ibridi plug-in).

Questo è un deciso segnale per Stellantis nella regione e sta stabilendo la rotta per raggiungere il 100% del mix di vendite di veicoli BEV in Europa entro la fine di questo decennio. L’azienda, fin dalla sua fondazione un anno fa, ha puntato con decisione sulla scelta dell’elettrificazione, come garanzia di una mobilità democratica che protegge il pianeta anche per le generazioni future.

“Il nostro impegno strategico per l’elettrificazione si basa su un investimento di oltre 30 miliardi di euro a livello globale tra il 2021 e il 2025 in elettrificazione e software, con l’obiettivo di raggiungere zero emissioni di carbonio entro il 2038. Questo comporta il lancio di modelli sempre più rispettosi dell’ambiente e la collaborazione con partner di prim’ordine per trovare nuove soluzioni che soddisfino le esigenze dei clienti, ma anche attraverso la creazione di un’economia circolare sostenibile” ha commentato Maxime Picat – Chief Operating Officer Enlarged Europe.