31 Gennaio 2023

Puro piacere di guida, nuovi aggiornamenti: la BMW Z4 per il model year 2023.

Una roadster di razza, più sportiva e visivamente accattivante che mai: questa è la BMW Z4 per l’anno modello 2023. L’ultima versione della due posti scoperta incorpora una serie di aggiornamenti dei dettagli, porta nuovi accenti di design all’esterno, amplia la gamma delle dotazioni standard e aggiunge nuovi articoli all’elenco delle opzioni. Le nuove caratteristiche sottolineano più che mai il carattere sportivo della BMW Z4.

Una roadster di razza, più sportiva e visivamente accattivante che mai: questa è la BMW Z4 per l’anno modello 2023. L’ultima versione della due posti scoperta incorpora una serie di aggiornamenti dei dettagli, porta nuovi accenti di design all’esterno, amplia la gamma delle dotazioni standard e aggiunge nuovi articoli all’elenco delle opzioni. Le nuove caratteristiche sottolineano più che mai il carattere sportivo della BMW Z4. In tal modo, forniscono gli ingredienti ideali con cui costruire sulla sua storia di successo sia come simbolo del puro piacere di guida nella gamma della casa automobilistica premium bavarese che come leader globale nel suo segmento di mercato.

La BMW Z4 porta la tradizionale esperienza da roadster nell’era moderna, con i suoi potenti motori e la trazione posteriore, un concetto di veicolo incentrato sull’agilità e l’eccellenza dinamica, un classico tetto morbido in tessuto e un ambiente progressivo e premium all’interno dell’abitacolo. Il suo aspetto esterno trasuda potenza sportiva elevata a nuove altezze, le caratteristiche esterne del pacchetto M Sport – che ora sono inclusi di serie anche per i modelli a quattro cilindri – lo rendono immediatamente evidente. Con l’ampliamento delle specifiche di serie e la razionalizzazione della struttura dell’offerta, le linee di equipaggiamento Advantage, Sport Line e M Sport non sono più presenti. Un’ampia scelta di vernici per esterni (sono disponibili tre nuove varianti),

Continuando la tradizione di successo delle roadster in BMW.

Con la sua caratteristica abilità sportiva BMW, la BMW Z4 trae ispirazione dalle radici storiche del marchio. La storia delle roadster BMW come emblema del piacere di guida e del successo in pista risale agli anni della formazione dell’azienda come casa automobilistica. E le due posti aperte del marchio hanno anche rappresentato un importante punto di riferimento nello sviluppo di BMW nel passato più recente. La BMW Z1 presentata nel 1987 è stata sviluppata dalla BMW Technik GmbH come vetrina per l’innovazione e ha catturato l’immaginazione con il suo design con motore centrale anteriore, porte scorrevoli, monoscocca in acciaio e pannelli della carrozzeria in plastica. Circa 8.000 esemplari sono stati consegnati ai clienti tra il 1988 e il 1991 e oggi ciascuno è un oggetto da collezione molto ambito. La BMW Z3 presentata nel 1995 è stato il primo modello del marchio ad essere prodotto esclusivamente nello stabilimento del BMW Group di Spartanburg negli Stati Uniti. La BMW Z3 è stata presentata al pubblico sul grande schermo, come veicolo di servizio di James Bond nel filmOcchio d’Oro .

Quattro anni dopo, anche una prima hollywoodiana come membro del cast di un blockbuster di Bond ha portato la BMW Z8 all’attenzione di tutto il mondo. Nel film del 1999 Il mondo non basta , la roadster ha stregato il pubblico con le sue linee classiche che ricordano la leggendaria BMW 507. Sotto l’ampio cofano della BMW Z8 costruita a mano, il motore V8 da 5,0 litri con 294 kW/400 CV originariamente sviluppato per la BMW M5 ha messo in scena una performance spettacolare al cinema e su strada allo stesso modo.

Da 20 anni la BMW Z4 incarna il piacere di guida open-top per guidatore e passeggero. La prima generazione della roadster è stata presentata al salone Mondial de l’Automobile del 2002 a Parigi. Quattro anni dopo fu seguita dalla BMW Z4 Coupé a due posti, dalla quale fu sviluppata un’auto da corsa GT3 che riscosse un notevole successo nella serie di gare di durata del Nürburgring. Anche su strada, la BMW Z4 era impegnata a stabilire nuovi parametri dinamici. E la roadster e la coupé sono state offerte anche come auto sportive ad alte prestazioni da BMW M GmbH, alimentate da un motore a sei cilindri in linea che produce 250 kW/340 CV.

Un hardtop retrattile è stata la caratteristica che ha fermato lo spettacolo della BMW Z4 di seconda generazione, consentendole di sostituire sia la versione roadster che quella coupé del modello precedente. Linee fluide, un lungo cofano motore e un abitacolo arretrato sono stati gli elementi distintivi dell’aspetto della due posti, il nuovo modello ha perso poco tempo dopo la sua anteprima nel 2009, guadagnandosi l’Eyes On Design Award, l’International Design Excellence Award e il Red Dot Design Award. In pista, la BMW Z4 ha raccolto il successo registrato dal predecessore con una variante sviluppata secondo il regolamento GT3. Le squadre sportive dei clienti hanno portato alla vittoria con questa macchina da corsa in eventi tra cui le gare di 24 ore a Dubai ea Spa-Francorchamps.

La terza generazione: il motore a sei cilindri in linea lo contraddistingue.

L’attuale BMW Z4 è sul mercato dal 2020 ed è costruita dal partner di produzione del BMW Group Magna Steyr Fahrzeugtechnik a Graz, in Austria. Il lancio sul mercato mondiale della nuova edizione inizierà a novembre 2022. La gamma motori comprende una coppia di motori a quattro cilindri e un’unità a sei cilindri in linea che conferisce alla BMW Z4 M40i (consumo di carburante combinato: 8,1 – 7,9 litri/100 km [34,9 – 35,8 mpg imp]; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 184 – 179 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: – ) un vero punto di forza nel suo segmento. Il modello BMW M ha rappresentato negli ultimi tempi oltre il 30% delle vendite mondiali della roadster; in Germania la BMW Z4 M40i ha registrato una cifra fino al 48%.

Ad oggi, oltre 55.000 unità della BMW Z4 di terza generazione sono state vendute in tutto il mondo. Il mercato individuale più importante per le roadster è la Germania, dove è stato venduto circa il 26% di tutte le auto dell’attuale generazione di modelli. Seguono gli Stati Uniti (con il 17%), la Cina, il Regno Unito e il Giappone. In un segmento di veicoli generalmente in diminuzione, la BMW Z4 ha mantenuto volumi di vendita straordinariamente coerenti da quando è stata messa in vendita. Fin dal primo giorno, è stato di gran lunga il modello più venduto in una classe fortemente contestata popolata esclusivamente da marchi premium tedeschi. E da allora ha costantemente aumentato la sua quota di mercato.

Un carattere di veicolo orientato esattamente a offrire il piacere di guida purosangue e costruito attorno a un design atletico, un propulsore vivace e un’agilità che induce il sorriso è un fattore importante nella forte popolarità della BMW Z4. Queste qualità hanno anche guadagnato alla BMW Z4 vittorie regolari nei test comparativi condotti dalla stampa automobilistica. In effetti, la BMW Z4 ha riscosso un riscontro positivo da parte dei media sin dal momento in cui è stata presentata. La rivista automobilistica tedesca auto, motor und sport l’ha proclamata “il ritorno dell’auto sportiva dell’anno”, mentre Auto Bild l’ha definita “la decappottabile più calda dell’anno”. E anche la BMW Z4 ha ottenuto ottimi risultati nei sondaggi pubblici. Lettori di Motor Klassikla rivista l’ha incoronata un “classico del futuro” nel 2019. Inoltre, la roadster si è comportata bene su molti fronti nel sondaggio dei lettori di auto sportive , con ciascuna delle tre varianti che ha vinto un “premio auto sportive”.

Più dinamico che mai: pacchetto M Sport di serie, doppio rene BMW con un nuovo design.

Con proporzioni muscolose, un’estetica incontaminata guidata dall’attuale linguaggio di design di BMW e una serie di dettagli individuali, il design esterno della BMW Z4 racchiude l’interpretazione moderna della classica vettura sportiva open-top. Le caratteristiche distintive del frontale sono le grandi prese d’aria, i fari a LED con sorgenti luminose disposte verticalmente posizionate ai bordi esterni e il lungo cofano motore, che si estende sui passaruota. Le ultime modifiche al design illuminano ancora di più la larghezza e la posizione potente della roadster.

Un ruolo particolarmente importante in questo caso sono le caratteristiche esterne del pacchetto M Sport, che ora sono incluse di serie anche sui modelli a quattro cilindri. Includono le prese d’aria a tre sezioni nella grembialatura anteriore familiari da altri modelli M, il caratteristico profilo del davanzale laterale e una grembialatura posteriore con bordi audaci su entrambi i lati. Le prese d’aria laterali, che guidano l’aria in entrata verso le barriere d’aria, riducendo le turbolenze nei passaruota, sono state rimodellate. E sono stati apportati aggiornamenti dei dettagli al design della griglia del rene BMW, che ha guadagnato in modo significativo l’impatto visivo. I reni ora hanno una struttura interna orizzontale, rafforzando l’impressione di un’ampia estremità anteriore.

A contribuire all’autenticità sportiva dell’aspetto esteriore della BMW Z4 sono anche le superfici chiare dei fianchi dell’auto (con due linee di carattere che si muovono dinamicamente che conferiscono struttura), le grandi prese d’aria nella parte posteriore dei passaruota anteriori, lo spoiler integrato nel cofano del bagagliaio, le sottili luci posteriori a forma di L e l’accattivante elemento diffusore nella grembialatura posteriore. La classica capote in tessuto della roadster è azionata elettricamente e può anche essere aperta o chiusa, nell’arco di 10 secondi, premendo un pulsante mentre l’auto è in movimento a velocità fino a 50 km/h (31 mph).

Esclusivi cerchi in lega leggera M da 19 pollici, tre nuovi colori esterni.

Tra le novità dell’equipaggiamento di serie figurano i cerchi in lega leggera M da 18 pollici con design a doppie razze. Queste ruote bicolore sono dotate di pneumatici di dimensioni miste: 225/45 R18 all’anteriore e 255/40 R18 al posteriore. Le opzioni ora disponibili per i clienti includono i cerchi in lega M da 19 pollici progettati esclusivamente per la BMW Z4. Il design dei raggi a V, la finitura opaca Jet Black e i bordi del cerchio lucidati a diamante conferiscono un’aura estremamente sorprendente e sofisticata alla vista laterale della roadster. I cerchi in lega leggera M da 19 pollici sono calzati con pneumatici in formato 255/35 ZR19 all’asse anteriore e 275/35 ZR19 al posteriore.

La gamma di vernici esterne per la BMW Z4 è stata accuratamente rivista, con l’aggiunta di nuove varianti audacemente espressive. Oltre ai colori carrozzeria Thundernight Metallic, Portimao Blue Metallic e Skyscraper Grey Metallic disponibili per la prima volta per la roadster, la selezione comprende anche altre quattro varianti che coprono un ampio spettro tra bianco, nero, rosso e grigio, inclusa la luccicante BMW opaca Verniciatura individuale Frozen Grey metallizzato. La capote in tessuto della BMW Z4 continuerà ad essere proposta nell’effetto Antracite Silver in alternativa al nero di serie.

Un’altra novità nell’elenco delle opzioni sono le luci M Shadow Line, che possono essere ordinate in combinazione con i fari a LED adattivi, anch’essi opzionali. Gli inserti scuri dei fari contribuiscono a conferire alla parte anteriore dell’auto un’aura discretamente sportiva. E formano una composizione ben valutata con il rivestimento esterno Shadowline lucido M con elementi estesi.

Cabina di guida classica per auto sportive con tocchi specifici M.

Il design degli interni della BMW Z4 è guidato da una disposizione dell’abitacolo incentrata sul guidatore, sedili sportivi con poggiatesta integrati, linee chiare e rivolte in avanti e la limitazione delle superfici decorative a un numero limitato di aree. La BMW Z4 sDrive20i (consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 – 6,9 litri/100 km [38,2 – 40,9 mpg imp]; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 166 – 157 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: – ) è di serie con pelle Vernasca, che può essere specificata in Black, Ivory White, Cognac o Magma Red. La BMW Z4 M40i e la BMW Z4 sDrive30i (consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 – 7,0 litri/100 km [38,2 – 40,4 mpg imp]; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 167 – 159 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: – ) hanno di serie finiture in pelle/Alcantara con cuciture a contrasto blu e profili blu.

Inoltre, nella BMW Z4 sDrive30i il classico abitacolo da auto sportiva è ora combinato con un quadro strumenti in Sensatec. Il riscaldamento dei sedili, il deflettore del vento, il vano portaoggetti esteso, il sistema di carico passante, il Park Distance Control con sensori anteriori e posteriori, lo specchietto retrovisore a regolazione automatica della luminosità e il climatizzatore automatico a due zone sono inclusi di serie in tutte le varianti di modello. Anche la BMW Z4 M40i e la BMW Z4 sDrive30i sono dotate di serie di illuminazione ambientale e battitacco M.

Motori ad alto regime, sofisticata tecnologia del telaio.

L’erogazione di potenza istantanea, l’entusiasmo per i giri, l’efficienza esemplare e la fluidità per cui la BMW è rinomata sono le caratteristiche distintive dei tre motori a benzina disponibili anche per la nuova edizione della BMW Z4. Il motore a quattro cilindri che alimenta la BMW Z4 sDrive20i è abbinato di serie a un cambio manuale a sei marce. Il modello entry-level può essere ordinato come optional con il cambio Steptronic Sport a otto rapporti, che è di serie per le altre varianti di motore della gamma. La trasmissione Steptronic Sport è dotata di paddle del cambio al volante e di una funzione Launch Control per un’accelerazione ottimizzata per la trazione fuori linea.

Lo status eccezionale della BMW Z4 in termini di tecnologia di propulsione è incarnato in modo più evidente dal modello top di gamma, il cui motore a sei cilindri in linea con tecnologia M TwinPower Turbo non ha rivali e mostra prestazioni eccezionali attributi. L’unità da 3,0 litri, 250 kW/340 CV sviluppa una coppia massima di 500 Nm (369 lb-ft) e alimenta la BMW Z4 M40i da 0 a 100 km/h (62 mph) in 4,5 secondi. I due motori a quattro cilindri, entrambi con cilindrata di 2,0 litri e tecnologia BMW TwinPower Turbo, si distinguono anche per le loro vivaci caratteristiche prestazionali. Il motore della BMW Z4 sDrive30i genera una potenza massima di 190 kW/258 CV e una coppia massima di 400 Nm (295 lb-ft), consentendo un’accelerazione da 0 a 100 km/h (62 mph) in 5,4 secondi.

Insieme alle sue proporzioni compatte, al peso ridotto, al baricentro basso e alla distribuzione del peso 50 : 50 quasi perfetta, l’immensa rigidità della carrozzeria e della struttura del telaio e l’aerodinamica altamente efficace della BMW Z4 forniscono la piattaforma ideale per una guida sportiva che entusiasmerà e delizia. A sbloccare una combinazione avvincente di agilità e comfort di marcia è la tecnologia del telaio che unisce un assale anteriore a due snodi a molla e un assale posteriore a cinque bracci. Le specifiche standard per tutte le varianti di modello includono anche lo sterzo sportivo variabile.

La sospensione M Sport, ora parte dell’equipaggiamento di serie della BMW Z4 sDrive30i, ottimizza la dinamica di guida con il suo solido ammortizzatore e la regolazione della molla. La BMW Z4 M40i ha sospensioni M adattive con ammortizzatori a controllo elettronico e, come la BMW Z4 sDrive30i, freni M Sport con una scelta di pinze verniciate blu o rosse. Il modello top di gamma è dotato anche di un differenziale M Sport sull’asse posteriore, disponibile come optional per la BMW Z4 sDrive30i.

Sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia, connettività intelligente.

La BMW Z4 offre ai clienti una serie di sistemi di assistenza alla guida all’avanguardia per migliorare i livelli di comfort e sicurezza. Le specifiche standard includono l’avviso di collisione anteriore con intervento del freno, l’avviso di deviazione dalla corsia che include il ritorno di corsia e la funzione Info sui limiti di velocità con indicatore di divieto di sorpasso. Tra le voci dell’elenco delle opzioni ci sono l’Active Cruise Control con funzione Stop&Go, Lane Change Warning, Rear Collision Warning, Crossing Traffic Warning, Parking Assistant e Reversing Assist Camera. È inoltre disponibile il BMW Head-Up Display, che proietta le informazioni di guida sul parabrezza.

Il BMW Live Cockpit Professional garantisce un funzionamento intuitivo e una connettività intelligente. Offre schermi personalizzabili per il quadro strumenti completamente digitale e il display di controllo, entrambi con una diagonale di 10,25 pollici. La sua funzionalità include anche il sistema di navigazione BMW Maps, un sistema multimediale basato su disco rigido, il BMW Intelligent Personal Assistant, l’integrazione con lo smartphone, un hotspot Wi-Fi e un sistema di allarme.

EMISSIONI E CONSUMI DI CO2.

BMW Z4 M40i:
consumo di carburante nel ciclo combinato: 8,1 – 7,9 litri/100 km [34,9 – 35,8 mpg imp]; Emissioni di CO 2 nel ciclo combinato: 184 – 179 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: –

BMW Z4 sDrive20i:
consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 – 6,9 litri/100 km [38,2 – 40,9 mpg imp]; Emissioni di CO 2 nel ciclo combinato: 166 – 157 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: –

BMW Z4 sDrive30i:
consumo di carburante nel ciclo combinato: 7,4 – 7,0 litri/100 km [38,2 – 40,4 mpg imp]; Emissioni di CO 2 nel ciclo combinato: 167 – 159 g/km nel ciclo WLTP; dati per il ciclo NEDC: –