18 Giugno 2024

L’innovativo Electric Vehicle Center di Colonia celebra l’avvio della produzione del nuovo Ford Explorer

Il primo esemplare di produzione del nuovo Ford Explorer è stato realizzato oggi presso il nuovo Cologne Electric Vehicle Center, l’innovativo impianto Ford dedicato alla produzione di veicoli elettrici per l’Europa

Con l’avvio della produzione iniziano le consegne in tutta Europa del nuovo Ford Explorer. Presso la fabbrica di Colonia sarà realizzato anche un secondo modello elettrico, un crossover sportivo, che sarà presto svelato e arriverà sul mercato entro la fine dell’anno

La storica struttura tedesca è stata completamente trasformata, grazie a un investimento di
2 miliardi di dollari, e rappresenta oggi lo stato dell’arte della produzione automotive

Il nuovo EV Center rappresenta una tappa fondamentale del piano “Road to Better” di Ford, il cui obiettivo è raggiungere la carbon neutrality per tutte le proprie operazioni europee, inclusi impianti, logistica e fornitori diretti, entro il 2035

COLONIA, Germania – Ford avvia oggi la produzione del nuovo Explorer nel suo primo impianto europeo completamente dedicato ai veicoli elettrici (EV). La storica struttura Ford di Colonia è stata trasformata nella fabbrica del futuro, il Cologne Electric Vehicle Center, grazie a un investimento di 2 miliardi di dollari.

L’impianto di assemblaggio è la prima fabbrica Ford europea dedicata esclusivamente alla produzione di veicoli elettrici, e l’avvio della produzione del nuovo Explorer rappresenta un passo importante nella realizzazione di una nuova generazione di veicoli elettrici dagli altissimi standard di qualità. Presso la fabbrica di Colonia sarà realizzato anche un secondo modello elettrico, un crossover sportivo, che sarà presto svelato e arriverà nel mercato entro la fine dell’anno.

Il nuovo Explorer unisce l’ingegneria tedesca al il carattere americano, e si distingue per le ricche dotazioni di serie e per la generosa autonomia che raggiunge gli oltre 600 km con una singola carica1.

“Vedere la storica fabbrica Ford di Colonia, fondata nel 1930, trasformata in un impianto di produzione di veicoli elettrici all’avanguardia è a dir poco sorprendente. L’avvio della produzione di veicoli elettrici, con il nuovo Explorer, segna l’inizio di una nuova era per Ford in Europa”, ha dichiarato Kieran Cahill, Vice President Manufacturing, Ford Europe and International Markets Group.

La fabbrica del futuro

L’Electric Vehicle Center di Colonia è dotato di sistemi di intelligenza artificiale avanzata e robotica all’avanguardia, in cui centinaia di unità vengono accuratamente coreografate per garantire al mercato europeo i massimi standard di qualità e sicurezza, per una nuova generazione di veicoli elettrici.

Il CEVC è dotato della migliore tecnologia, sistemi di autoapprendimento e oltre 600 nuovi robot. Questi ultimi sono incaricati di eseguire una serie di operazioni come la saldatura, il taglio, la pulizia, la verniciatura e la fusione, in una danza perfettamente coordinata che assicura precisione, efficienza e qualità.

Un innovativo centro di controllo supervisiona l’intero processo di assemblaggio in tempo reale, arrivando a monitorare perfino le quantità di ogni componente, fino all’ultimo dado, per ogni stazione di lavoro. L’intero impianto è stato replicato con un modello digitale che viene visualizzato su un grande schermo touch, fornendo informazioni dettagliate su tutte le postazioni, inclusi gli utensili utilizzati, la fornitura di materiali, la sicurezza sul lavoro e molto altro. Inoltre, le persone possono aggiungere ulteriori informazioni attraverso i loro monitor.

“Monitorando e controllando ogni fase del processo, Ford porta sul mercato europeo livelli di qualità senza precedenti”, ha affermato Kieran Cahill, Vice President Manufacturing, Ford Europe and International Markets Group.

Produzione più sostenibile

L’EV Center di Colonia è uno degli impianti di assemblaggio veicoli Ford più efficienti al mondo, grazie a significative riduzioni delle emissioni, dell’uso dell’acqua e del consumo energetico.

Ford sta rendendo la struttura completamente “carbon neutral”, monitorando e registrando ogni tipo di emissione di gas serra per ottenere una certificazione indipendente secondo i più recenti standard internazionali. Nell’ambito di questo percorso, Ford si impegna a migliorare costantemente l’efficienza e a portare le emissioni a livelli residuali.

Oltre alle iniziative volte a ridurre le emissioni, l’uso dell’acqua e il consumo energetico, tutta l’elettricità e il gas naturale necessari per il funzionamento dell’impianto sono certificati al 100% come elettricità rinnovabile2 e biometano. Ford Motor Company punta a raggiungere la neutralità carbonica in tutta la propria impronta produttiva europea, includendo impianti, logistica e fornitori diretti, entro il 2035.