Settembre 23, 2020

RENAULT F1 TEAM AL GRAN PREMIO DI ABU DHABI DI FORMULA 1

Primary Photo For: {21237076, CS - RENAULT F1 TEAM AL GRAN PREMIO DI ABU DHABI DI FORMULA 1}

Renault F1 Team conclude a mani vuole il combattutissimo Gran Premio Etihad Airways di Abu Dhabi, ma rimane quinto in classifica nel Campionato Costruttori.

Nico Hülkenberg ha concluso la sua ultima gara con il team fuori dalla zona punti, in dodicesima posizione, subito dopo il compagno di squadra Daniel Ricciardo, che deve il suo vantaggio alle gomme più fresche nell’ultimo giro.

Avendo fatto una bella partenza dalla settima posizione sulla griglia, Daniel si è battuto con entrambe le McLaren nel primo giro. Preso nel traffico dopo una prima sosta ai box piuttosto precoce, l’australiano si è riportato nel gruppo di testa con un secondo pit stop per montare le gomme soft negli ultimi giri, dove ha superato Nico piazzandosi all’undicesimo posto. 

Nico ha saputo sfruttare la bella partenza e un primo stint impeccabile per superare il compagno di squadra e Carlos Sainz, lanciandosi all’inseguimento dell’altra McLaren. Tuttavia, Daniil Kvyat e Sergio Perez, che stavano seguendo la strategia inversa, con un primo stint piuttosto lungo, lo hanno superato nelle ultime battute della gara. Nell’ultimo giro, Carlos Sainz ha trovato un’apertura, sulla cui scia si è infilato anche Daniel.

In tutta la stagione 2019, Nico e Daniel hanno conseguito 91 punti, con Daniel che si è classificato nono (54 punti) e Nico quattordicesimo (37 punti) nel Campionato Piloti. 

Nico Hülkenberg – Partenza: 9° Arrivo: 12°

Oggi abbiamo dato tutto ciò che avevamo ed è un peccato non essere in zona punti. Era difficile realizzare la strategia con un solo pit stop e verso la fine le mie gomme si sono troppo usurate. Nonostante tutto, abbiamo tenuto un ritmo positivo e siamo stati in gara fino alla fine. È stata una bella ultima corsa con il team. Ho tagliato il traguardo con gioia. Ho vissuto tre begli anni con tutti loro e siamo diventati molto uniti formando una famiglia. Sono grato a tutti loro per gli alti e i bassi che abbiamo vissuto insieme e auguro al team un futuro di grandi successi.

Daniel Ricciardo – Partenza: 7° – Arrivo: 11°

È stata una gara piuttosto nella norma per quanto mi riguarda. Abbiamo avuto un po’ di difficoltà con le gomme hard dopo il primo pit stop, un peccato! Io ho cercato di riguadagnare il terreno perduto verso la fine con le gomme più veloci, ma è semplicemente mancato il tempo. Ciononostante, bisogna analizzare la situazione nel suo complesso e abbiamo raggiunto il nostro scopo, che era quello di mantenere il quinto posto nel Campionato Costruttori. Questo era il nostro obiettivo del weekend e averlo raggiunto è un punto positivo. Siamo ottimisti prima di affrontare l’off-season e non vediamo l’ora che cominci la prossima stagione.

Cyril Abiteboul, Team Principal:

La gara odierna è stata, da una parte, come le altre venti della stagione, ma, dall’altra, avevamo come obiettivo assoluto quello di suggellare la nostra posizione nel Campionato e ce l’abbiamo fatta.  Detto questo, è stata una gara esasperante, dove abbiamo ancora una volta constatato che l’attuale regola sulle gomme delle qualifiche in partenza penalizza i team che partono dalla settima alla decima posizione. Il tutto è stato aggravato dall’essere rimasti bloccati dietro alle McLaren. Il fatto poi che il DRS non funzionava a causa di un problema tecnico della FIA ci ha tanto più penalizzati in quanto ci siamo trovati nell’aria sporca in un momento critico della garaCi sono comunque stati momenti buoni con belle manovre di sorpasso che non si sono tradotte in punti. È stata una delusione, soprattutto per Nico, che ha svolto un ruolo importante nel team e nei progressi che abbiamo fatto. Vorrei ringraziarlo con Daniel e tutti i team di Enstone e Viry per il contributo e il duro lavoro realizzato nel corso di questa difficile stagione su cui dovremo basarci per fare ancor meglio nel 2020.