Ottobre 1, 2020

Nagashima conquista la prima vittoria della Moto2 con una carica in ritardo nel GP del Qatar

Il pilota giapponese stordisce il campo per vincere la prima stagione per il nuovo team Red Bull KTM Ajo.

Tetsuta Nagashima ha prodotto una brillante carica in ritardo per rivendicare la sua prima vittoria nella gara di apertura della stagione Moto2 del 2020 in Qatar. 



– La stella giapponese guida la Moto2 dal 2013, con la migliore di 27 anni prima di domenica, arrivando con il quinto posto in Olanda e Gran Bretagna l’anno scorso.

– Si è trasferito da Kalex a Red Bull KTM Ajo in bassa stagione e, nonostante le difficoltà nella qualifica sulla pista di Losail, si è fatto strada attraverso il campo di gara.

– Il ritmo frenetico del primo leader Luca Marini è fallito quando ha distrutto le sue gomme dando a Nagashima la speranza nella sua settantesima partenza in Moto2 mentre la gara arrivava alla fine del business.



– Il nativo di Kanagawa ha scelto il suo momento in modo superbo con tre giri rimanenti per passare davanti ai connazionali italiani di Marini Enea Bastianini e Lorenzo Baldassarri , quindi è riuscito a liberarsi nel giro finale per ottenere la sua prima vittoria prima di scoppiare in lacrime nel giro di recupero.

– Diventa il primo pilota giapponese a vincere nella classe intermedia a Losail dal suo defunto amico Shoya Tomizawa quando ha vinto la prima gara di Moto2 nel 2010.



– Il Baldassarri di Flexbox HP40 è arrivato indietro di 1,3 secondi al secondo con Bastianini terzo sulla macchina Italtrans Racing e La poliziotta americana Joe Roberts al quarto posto.

– Nagashima, che è cresciuto correndo al fianco di Tomizawa, ha rivelato: “Sono in un sogno. In qualifica, ho fatto un piccolo errore e la mia posizione in griglia non era perfetta. Ho dovuto superare molti piloti. Gli ultimi tre o quattro giri Non ricordo molto bene! Mi sembrava di non sapere dove frenare, ma gli ultimi due giri sono stati fantastici “.



– E ‘stata una sorpresa prendere dal team boss Aki Ajo per sostituire MotoGP -bound Brad Binder per il 2020 e ha aggiunto: “Ho conosciuto Aki dal 2016. L’anno scorso siamo stati così vicino al podio e mi era molto felice con la squadra , ma alla fine ho deciso che volevo vincere e fare di più “.

– Nagashima segue Tomizawa come il primo pilota non europeo a guidare la classifica della Moto2 da quando il pilota giapponese ha raggiunto la stessa impresa nel 2010.



– Con il prossimo round in Thailandia rinviato a causa del coronavirus, anche il destino del prossimo round in programma negli Stati Uniti ad Austin il 5 aprile è in bilico.