Dicembre 3, 2020

Audi co-producer di Club To Club edizione 2020

Torino il Marchio dei quattro anelli partner del più importante Festival italiano di musica d’avanguardia
• Collaborazione all’insegna della contaminazione fra settori e dell’apertura al cambiamento
• La nuova compatta Audi A3 Sportback presente nelle principali location degli eventi musicali
• I ragazzi di Audi We generation si raccontano nei talk previsti a cartellone
Anche in questo autunno Audi prosegue il suo percorso nell’avanguardia musicale. Dopo gli appuntamenti estivi legati al VIVA! Festival nella suggestiva Valle d’Itria, che si sono svolti dal 6 al 9 agosto e che hanno riscosso un notevole consenso di pubblico nonostante le limitazioni imposte dalla situazione contingente, è il momento di spostarsi a Torino con la proposta musicale di Club To Club.


Per il quinto anno consecutivo, infatti, il Marchio dei quattro anelli rinnova la collaborazione con il più importante Festival italiano di musica d’avanguardia e nuovo pop, che nell’edizione del prossimo anno
celebrerà il suo ventennale.
Dal 5 all’8 novembre Club To Club darà vita a una programmazione artistica nazionale, ma di respiro internazionale, che comprenderà nuovi format di performance, installazioni sonore pubbliche, show visivi, conversazioni e talk tematici che animeranno le architetture di alcuni dei luoghi più iconici di Torino. Tra le location scelte ci sono Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, OGR—Officine Grandi Riparazioni, Porta Palazzo, Fondazione Accorsi—Ometto, e Teatro Carignano.


Durante il Festival verrà lanciato il nuovo progetto inedito C0C (CZEROC): nell’incertezza, lo zero rappresenta il nuovo punto di partenza di Club To Club, la volontà di dare inizio a una nuova ideazione e produzione artistica.
All’interno di questo percorso musicale troverà spazio Audi A3 Sportback. Quarta generazione del modello che nel 1996 ha inaugurato la classe compatta Premium, nonché auto di maggior successo del Marchio, la nuova nata Audi è caratterizzata da una costante propensione all’innovazione tecnica e stilistica. Sintetizzando i valori di Brand ne rappresenta l’ultima espressione evolutiva.
Perfetto connubio fra forma ed emozione, Audi A3 Sportback ben rappresenta il legame che lega la Casa di Ingolstadt alla manifestazione, in cui la contaminazione fra settori e l’apertura al cambiamento sono fattori fondamentali per la crescita creativa e avanguardistica. Guardare al futuro
infatti è un’attitudine tipica Audi che, mettendo l’uomo al centro della propria visione, affronta il tema della mobilità consapevole e sostenibile con un approccio olistico a 360°, generando nuove espressioni
e soluzioni concrete.


Audi, quindi, in qualità di co-producer dell’evento, apporta il suo know-how e la sua trasversalità anche in occasione dei talk che si terranno durante il Festival. Moderati da Carlo Pastore, dj, conduttore radiofonico e personaggio eclettico, gli incontri toccheranno tematiche attuali come sostenibilità, anche in campo artistico, innovazione e new generation.
Nello specifico, durante il talk “targato” Audi del 6 novembre, Pastore, accompagnato dai ragazzi di Audi We generation ed esperte italiane e internazionali, parlerà della trasformazione del ruolo fondamentale di giovanissime designer, progettiste e producer che hanno affermato i loro talenti in un mondo fino a poco tempo fa esclusivamente maschile.
Durante l’evento, i ragazzi di Audi We generation, il progetto che vede Audi e H-FARM insieme per la cultura dell’innovazione, racconteranno l’esperienza sui social, con i codici di comunicazione propri del
loro linguaggio, creando un canale di comunicazione privilegiato con la propria generazione.