30 Novembre 2022

SUZUKI SUBISCE UN TRISTE SALUTO IN GIAPPONE CON IL DOPPIO DNF

Alex Rins: DNF
Takuya Tsuda: DNF

L’ultimo Gran Premio del Giappone del Team Suzuki Ecstar si è concluso con una delusione per il disastro che ha colpito entrambe le GSX-RR, provocando due mancati arrivi per gli sfortunati Alex Rins e Takuya Tsuda.

I fan della MotoGP hanno riempito Motegi in massa, offrendo un’atmosfera accogliente e davvero appassionata ai piloti riuniti.

La gara sarebbe stata sempre una battaglia in salita per Rins, partito 18° in griglia dopo un’impegnativa sessione di qualifiche. Tuttavia, ci sono stati segnali positivi all’inizio della gara, con Rins che è arrivato 12° e si è seduto in un gruppo di piloti altamente competitivo. Ma con il passare dei giri ha iniziato a perdere posizioni ea lottare per riconquistarle. Alla fine è rientrato ai box al 15 ° giro della gara con problemi all’avantreno; questi si sono rivelati essere stati causati da una curva del cerchio durante una brusca frenata sui cordoli nei primi giri, il che ha comportato una perdita di pressione, fino a rendere la moto impraticabile.

Tsuda, in sostituzione di Joan Mir, ha avuto una fine un po’ più scioccante della sua gara dopo che una perdita d’olio è gocciolata sullo scarico della sua GSX-RR, provocando un incendio nella pancia al 12° giro del GP. Tsuda è uscito rapidamente di pista ed è saltato giù dalla bici con calma, evitando qualsiasi ferita a se stesso o agli altri.

Il Team Suzuki Ecstar tornerà in pista in Thailandia tra soli cinque giorni.

Alex Rins:

“E’ stata davvero una brutta gara per noi. La partenza in realtà è andata bene e ho recuperato parecchie posizioni, ma poi alla curva 3 ho deciso di sorpassare alcuni piloti all’esterno, sul cordolo. Dopo di che ho iniziato a perdere feeling con l’anteriore, sembrava che la gomma si stesse sgonfiando a poco a poco. Ho perso molte posizioni e sentivo che stavo per cadere ad ogni curva, quindi sono tornato ai box. Il mio equipaggio ha confermato una perdita d’aria causata da un’ammaccatura sul cerchione. Vorrei che le cose fossero andate diversamente, volevo davvero premiare i fan per il loro supporto”.

Takuya Tsuda:

“Sono partito bene ma poi ho iniziato a sentire qualcosa di strano con il motore, quindi sono stato cauto e attento. Ho sentito un calo di potenza, poi è scoppiato l’incendio e ho dovuto fermarmi. In realtà ho avuto un ottimo feeling con il telaio, quindi è davvero deludente. Comunque, nel complesso, ho avuto un’esperienza molto positiva questo fine settimana e vorrei ringraziare il team per avermi dato questa opportunità”.

Livio Suppo – Team Manager:

“Naturalmente, non è così che volevamo che andasse il GP di casa della Suzuki, né come volevamo dire addio a tutti i fantastici fan giapponesi. La GSX-RR di Tsuda ha preso fuoco dopo una piccola perdita, ma per fortuna sta bene. Alex ha riportato dei danni alla ruota anteriore durante una brusca frenata sul cordolo ed è dovuto rientrare ai box. L’unico aspetto positivo è che non abbiamo tempo per rimuginare sui risultati sconvolgenti di oggi, perché ci sposteremo direttamente in Thailandia e partiremo concentrandosi su quello”.

Ken Kawauchi – Direttore Tecnico:

“Nonostante le posizioni in griglia non fossero molto alte, avevamo molta fiducia per la gara. Ma purtroppo entrambi i piloti si sono ritirati per problemi. Mi dispiace tanto per i fan giapponesi, volevamo davvero fare una bella gara qui a casa. Mancano ancora quattro gare e continueremo a lavorare per cercare di finire con dei buoni risultati”.

RISULTATI GARA DEL GRAN PREMIO DEL GIAPPONE:

1 Jack MILLER Ducati Lenovo Team 42’29.174
2 Brad BINDER Red Bull KTM Factory Racing 42’32.583 3.409
3 Jorge MARTIN Prima Pramac Racing 42’33.310 4.136
4 Marc MARQUEZ Repsol Honda Team 42’36.958 7.784
5 Miguel OLIVEIRA Red Bull KTM Factory Racing 42’37.359 8.185
6 Luca MARINI Mooney VR46 Racing Team 42’37.522 8.348
7 Maverick VIÑALES Aprilia Racing 42’39.053 9.879
8 Fabio QUARTARARO Monster Energy Yamaha 42’39.367 10.193
9 Enea BASTIANINI Gresini Racing 9.42
10 Marco BEZZECCHI Mooney VR46 Racing Team 42’45.593 16.419
11 Johann ZARCO Prima Pramac Racing 42’45.760 16.586
12 Pol ESPARGARO Repsol Honda Team 42’46.630 17.456
13 Alex MARQUEZ LCR Honda CASTROL 42’47.393 18.219
14 Franco MORBIDELLI Monster Energy Yamaha 42’48.186 19.012
15 Cal CRUTCHLOW WithU Yamaha RNF MotoGP 42’48.375 19.201
16 Aleix ESPARGARO Aprilia Racing 42’54.647 25.473
17 Fabio DI GIANNANTONIO Gresini Racing MotoGP 42’56.180 27.006
18 Raul FERNANDEZ Tech3 KTM Factory Racing 42’58.548 29.374
19 Remy GARDNER Tech3 KTM Factory Racing 42’58.643 29.469
20 Takaaki NAKAGAMI LCR Honda IDEMITSU 43’12.468 Francesco BAGNA3 43.29 Ducati
Non classificato
43.29 Ducati Lenovo Team
42 Alex RINS Team SUZUKI ECSTAR
40 Darryn BINDER WithU Yamaha RNF MotoGP
85 Takuya TSUDA Team SUZUKI ECSTAR
45 Tetsuta NAGASHIMA HRC Team

PILOTI CLASSIFICHE CAMPIONATO DEL MONDO:

1 Fabio QUARTARARO 219
2 Francesco BAGNAIA 201
3 Aleix ESPARGARO 194
4 Enea BASTIANINI 170
5 Jack MILLER 159 6 Johann
Brad BINDER 148
138
8 Jorge MARTIN 120
9 Maverick VIÑALES 113
10 Alex RINS 108
11 Miguel OLIVEIRA 106
12 Luca MARINI 101
13 Marco BEZZECCHI 80
14 Joan MIR 77
15 Marc MARQUEZ 73
16 Pol ESPARGARO 47
17 Takaaki NAKAGAMI 46
18 Alex MARQUEZ 42
19 Franco MORBIDELLI 28
20 Fabio DI GIANNANTONIO 23
21 Andrea DOVIZIOSO 15
22 Darryn BINDER 10
23 Remy GARDNER 9
24 Raul FERNANDEZ 8
25 Cal CRUTCHLOW 3
26 Stefan BRADL 2
27 Michele PIRRO 0
28 Lorenzo SAVADORI 0
29 Kazuki WATANABE 0
30 Takuya TSU
31 Tetsuta NAGASHIMA 0